«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

Una biblioteca sempre più accessibile

La Biblioteca del Senato, anche per la sua ubicazione, in pieno centro storico, ha visto - fin dalla sua apertura e sempre di più nel corso degli anni - una presenza nella sua utenza di un pubblico internazionale. Studenti provenienti da diverse nazioni interessati ad usufruire dei servizi offerti e studiosi giunti appositamente per la consultazione delle collezioni della Biblioteca frequentano quotidianamente il Polo bibliotecario parlamentare.

Negli scorsi anni, con l'obiettivo di rendere facilmente fruibile la Biblioteca anche ad un pubblico sempre più cosmopolita, erano state tradotte in lingua inglese e francese le Guide per gli utenti, che proprio negli ultimi mesi sono state aggiornate, di cui all'articolo sul numero di agosto 2018 di MinervaWeb, mentre esistono versioni ridotte del sito web in inglese e francese fin dal 2003, anno dell'apertura al pubblico della Biblioteca.

Dall'inizio di novembre 2018, sempre nella prospettiva di rendere più semplice ed inclusivo il primo accesso a tutti i tipi di utenza sono state introdotte diverse ulteriori novità.

Il form d'iscrizione è stato tradotto in lingua inglese. Gli utenti, che si registrano per la prima volta, possono selezionare la lingua del modulo da compilare. Al suo interno tutte le parti e, soprattutto, le informazioni sulla privacy e sui regolamenti sono state riportate in lingua inglese, al fine di renderle comprensibili al maggior numero di persone.

Tutta la segnaletica della Biblioteca del Senato nei diversi piani, dall'ingresso fino al varco con la Biblioteca della Camera, è stata predisposta con il testo bilingue, in modo da rendere evidenti le discipline di specializzazione delle sale di lettura.

La Pagina di Benvenuto, che dà l'accesso ai cataloghi e alle banche dati dalle postazioni della Biblioteca, è stata anch'essa in parte tradotta e, sempre nella medesima ottica, anche gli avvisi, presenti all'interno della Biblioteca o proiettati mediante appositi totem informativi sono stati modificati in questo senso.

Sempre nell'ottica di migliorare l'accessibilità e rendere più comprensibili le modalità per l'utilizzo delle aree e per la fruizione del patrimonio della Biblioteca, è stato attivato lo schermo presente nella prima sala dell'Emeroteca, al secondo piano, per consentire la trasmissione di informazioni utili relative all'utilizzo dell'Emeroteca del Polo bibliotecario parlamentare. In particolare, lo slideshow realizzato - anch'esso in versione bilingue - propone brevi informative sul materiale presente nelle prime tre sale (giornali del giorno e del mese in corso; postazione per la consultazione in digitale dei quotidiani del giorno; periodici presenti sul ballatoio) e segnala la disponibilità nell'ultima sala delle pubblicazioni della Biblioteca in distribuzione gratuita; in ultimo scorrono avvisi con le modalità di fruizione degli spazi e dei materiali.

Infine, proseguendo nel percorso di integrazione dei servizi all'interno del Polo bibliotecario parlamentare e soprattutto per incontrare maggiormente le esigenze degli utenti, rendendo la fruizione del patrimonio librario conservato in magazzino più accessibile, la Biblioteca del Senato ha aumentato il numero di richieste di consultazione contemporanee da 3 a 6 e conseguentemente anche il numero di volumi da poter mantenere in deposito a proprio nome, per 15 giorni rinnovabili.

Da lunedì 3 dicembre, infatti, gli utenti che necessitino di consultare volumi di magazzino possono inoltrare fino a un massimo di 6 consultazioni contemporaneamente e richiederne, eventualmente, il deposito; ovviamente, i volumi in deposito non precluderanno la possibilità nella giornata di chiedere anche le 6 visioni contemporanee, salvo poi riservare un massimo di 6 volumi a fine giornata. Non esistono limiti al numero di volumi che possono essere richiesti nel corso della giornata. In occasione dell'introduzione di questa novità, sono stati modificati i relativi avvisi, sia esposti sia proiettati sui totem, aggiornandoli e inserendo anche in questo caso il testo bilingue.

Con queste iniziative la Biblioteca del Senato conferma il suo pluriennale impegno per rendere sempre più semplice l'accesso alle proprie risorse e ai servizi allo scopo di raggiungere il più alto numero possibile di utenti potenzialmente interessati alle sue collezioni;inoltre, attraverso il progressivo allineamento con la Biblioteca della Camera, uniformando le regole di accesso ai servizi, contribuisce a realizzare un Polo bibliotecario parlamentare sempre più integrato e allineato nel fornire servizi di qualità ai propri utenti.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina