«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

Le statistiche in biblioteca. Roma, 4 giugno 2015

pile di libriCurato da Ilaria Fava, si è svolto il 4 giugno scorso, presso la biblioteca di Scienze della Terra della Sapienza, il Biblioincontro dell'AIB Lazio dedicato alle statistiche in biblioteca.

La raccolta dei dati, sia qualitativi che quantitativi, in maniera sistematica, può essere utilizzata per la programmazione degli interventi e delle strategie all'interno di una biblioteca.

Dopo una breve descrizione della storia ed evoluzione del monitoraggio dei servizi di biblioteca (per le biblioteche universitarie, ad esempio, si è citato il Gruppo interuniversitario per il monitoraggio dei Sistemi Bibliotecari di Ateneo), ci si è soffermati sulla definizione degli standard, fondamentali per poter condividere - e confrontare - i dati su un piano anche internazionale. In particolare, si è sottolineato come la definizione di regole per la raccolta e la rappresentazione delle statistiche, o la fissazione di set di indicatori adeguati alle varie tipologie bibliotecarie, possano garantire l'uniformità nella rilevazione ricavandone dati confrontabili e gestibili.

Oltre alle rilevazioni quantitative - raccolte di dati su fenomeni - si è insistito sulla complementarietà delle indagini qualitative che di tali fenomeni indagano le cause: possono monitorare la qualità attesa o percepita dall'utente e, sull'altro versante, progettata o effettivamente erogata dalla biblioteca, anche con elementi per parametrare la soddisfazione dell'utenza alla finalità dell'azione bibliotecaria.

Una seconda parte dell'incontro è stata dedicata alle modalità di "costruzione" di un'indagine, con utili spunti per l'impostazione di un questionario di rilevazione, per poi passare a strutturare una micro-indagine tramite il servizio online SurveyMonkey.

L'argomento trattato è risultato particolarmente interessante per la nostra biblioteca: dall'apertura al pubblico nel 2003, attraverso la creazione del Polo Bibliotecario Parlamentare nel 2007, la biblioteca del Senato ha infatti raccolto ed utilizzato dati statistici per migliorare i servizi al pubblico e le collezioni (ad esempio con le statistiche d'uso delle banche dati); si veda per tutti l'ultimo articolo pubblicato nella rubrica "I numeri di Minerva", nel n. 25, n.s. di MinervaWeb del febbraio 2015.

Nel contempo, l'illustrazione delle modalità di elaborazione e degli strumenti disponibili online per la costruzione e la somministrazione di un questionario sulla soddisfazione dell'utenza porta nuovi spunti di riflessione ad una pratica già avviata dalla biblioteca: risale a due anni fa, nel decimo anniversario di apertura al pubblico, l'ultimo sondaggio effettuato dalla biblioteca del Senato sugli utenti, descritto nell'articolo pubblicato sul n. 15, n.s. di MinervaWeb del giugno 2013.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina