«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

Il Senato per i ragazzi

senato ragazziNell'ambito delle iniziative assunte dal Senato della Repubblica per favorire il dialogo con i più giovani fra i cittadini, è stato inaugurato alla fine dello scorso mese di luglio il nuovo sito "Il Senato per i ragazzi", riccamente articolato nell'offerta di notizie sull'attività parlamentare ed informazioni sui progetti e le attività propriamente rivolte al mondo della scuola.

La homepage si apre con una breve storia delle tappe del percorso compiuto negli scorsi anni verso un dialogo sempre più fitto ed articolato con studenti e docenti, seguita dal saluto augurale, anche in forma di videomessaggio, del Presidente del Senato Renato Schifani.

A seguire, la rubrica "News", che dà conto degli ultimi aggiornamenti relativi all'attività propriamente parlamentare del Senato (per es. la convocazione dell'Assemblea) ma soprattutto informa sulle iniziative già attuate (si veda l'archivio delle notizie) e di prossima attuazione, rivolte alla scuola: dal calendario autunnale del progetto "Un giorno in Senato" alla presentazione di un nuovo gioco didattico a tema costituzionale e parlamentare al resoconto di un giovane studente, inviato presso il Parlamento greco per l'annuale programma del "Parlamento dei giovani".

Nella sezione Attività sono spiegate le due modalità di incontro fra il Senato e le scuole: "Venire al Senato" e "Partecipare alle attività".

"Venire al Senato" propone tre diverse possibilità: la simulazione di seduta, rivolta a studenti di tutte le classi della scuola dell'obbligo, e consistente proprio nel "mettere in scena" un dibattito parlamentare, con tanto di testi scaricabili relativi a simulazioni tenutesi presso la Libreria del Senato o nello stand con cui il Senato partecipa a varie manifestazioni editoriali ed espositive; la possibilità di assistere alla seduta, per studenti di scuola secondaria, e la visita al Senato, per studenti a partire dalla quinta classe della scuola primaria.

"Partecipare alle attività" è possibile in vari modi; ad esempio, attraverso un'iniziativa ormai collaudata, Un giorno in Senato, rivolta alle classi quarta e quinta delle superiori e consistente in un'intera giornata di permanenza in Senato, alla scoperta dei Palazzi del Senato ed a diretto contatto con senatori e funzionari. Specificatamente agli scolari della classe quinta della scuola primaria è indirizzato il concorso Vorrei una legge che, di cui si illustrano le modalità di partecipazione e si racconta la passata edizione, con tanto di testi dei disegni di legge proposti dalle scuole vincitrici.

Inoltre, la sezione dà conto di specifiche iniziative svoltesi in occasioni particolarmente significative, quali le giornate per il sessantennio della Costituzione oppure l'iniziativa connessa al sessantennio della Dichiarazione Universale per i Diritti Umani.

A rendere sempre più stretta l'interazione con gli studenti, in particolare della scuola secondaria superiore, è la nuova piattaforma didattica, che prenderà l'avvio a breve, e che consentirà ai giovani di cofirmare i disegni di legge presentati da altri ragazzi, proporre e votare emendamenti, esprimere il proprio parere nella votazione finale ("Lavori in corso"), oppure di conoscere, attraverso il monitoraggio di alcuni casi reali, l'iter completo di un disegno di legge ("Sulle tracce di…").

Un vocabolario parlamentare, un gioco interattivo, una galleria fotografica e tutti i recapiti completano il sito, gestito dall'Ufficio comunicazione istituzionale.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina