«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

Congresso nazionale AIB

Si è svolto a Roma il 23 e il 24 novembre scorsi, nella sala dello Stenditoio del complesso di San Michele a Ripa, il congresso annuale dell'AIB (Associazione italiana biblioteche). Il congresso, salutato con un messaggio d'augurio della Presidenza della Repubblica, è stato dedicato al tema triennale delle "politiche delle biblioteche in Italia", e in particolare ai servizi, mentre le prossime edizioni saranno dedicate alla professione (2006) e ai sistemi (2007).

Sono stati affrontati, nelle relazioni e nei dibattiti, alcune degli argomenti più rilevanti che caratterizzano la definizione delle politiche per le biblioteche in Italia: l'evoluzione del sistema bibliotecario nazionale (SBN) che negli ultimi anni ha avuto un considerevole sviluppo ma che deve essere completato attraverso una maggiore integrazione e interoperabilità dei sistemi, delle procedure e dei software; la nuova legislazione sul deposito legale; il problema della conservazione su supporto digitale dell'eredità culturale; il diritto di accesso all'informazione che implica temi quali il prestito a pagamento e l'open access; il ruolo dei sistemi bibliotecari di ateneo che hanno avuto recentemente un notevole impulso ma anche una eccessiva frammentazione; la funzione di regioni, province e comuni come soggetti attivi del sistema delle biblioteche nell'ottica della sussidiarietà.

E' stata da più parti espressa la necessità di rafforzare il meccanismo di cooperazione tra i diversi livelli istituzionali e di rilanciare il ruolo delle biblioteche nella società dell'informazione. Il processo che negli ultimi decenni ha progressivamente posto al centro dell'organizzazione bibliotecaria le esigenze informative degli utenti e l'erogazione dei servizi deve essere rafforzato intensificando i rapporti tra le biblioteche, le amministrazioni, le università e la società civile. Hanno partecipato ai lavori circa 400 iscritti.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina