Il Presidente: Comunicati
  • 2014

    • Mercoledì 31 Dicembre 2014

      Discorso Napolitano. Grasso: "Fare tesoro delle parole del Capo dello Stato per affrontare sfide del 2015"

      "Ancora una volta il Presidente Napolitano ha saputo interpretare le aspettative e le esigenze più profonde del Paese. Dall'alto di una esperienza politica e istituzionale che non ha confronti nel mondo attuale, il Capo dello Stato ci invita a guardare al futuro con fiducia, a recuperare energia e ottimismo, lasciando alle spalle i sentimenti negativi che hanno dominato troppi anni della nostra storia recente". Così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, commenta il messaggio di fine anno del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano.

      "E' un appello di straordinaria efficacia, quello che abbiamo ascoltato questa sera, e ne siamo profondamente grati al Presidente della Repubblica. Ci ricorda, senza nascondere le difficoltà che abbiamo attraversato e quelle che ci aspettano, che siamo una Nazione di grandi risorse e una comunità che sa chiamare a raccolta le energie migliori nelle situazioni più difficili, come è avvenuto anche nei giorni scorsi al largo del mare Adriatico. Da fedele interprete della Costituzione e supremo garante dell'Unità nazionale ha richiamato, come più volte in passato, tutte le forze politiche ad uno sforzo unitario per portare a compimento quelle riforme che il Paese aspetta da anni."

      "Durissime le parole del Presidente contro gli 'italiani indegni', i corrotti, e quel 'sottosuolo marcio e corrosivo della società' che ci chiede di 'bonificare': parole forti alle quali il Parlamento dovrà dare seguito con azioni e scelte legislative di pari livello. Dobbiamo fare tesoro di queste parole - conclude il Presidente Grasso - e ricordarcene per le sfide che ci attendono nel 2015".

    • Sabato 20 Dicembre 2014

      Lunedì 22 e martedì 23 il Presidente Grasso in Libano. Antivigilia di Natale con i militari italiani

      Lunedì 22 e martedì 23 dicembre il Presidente del Senato, Pietro Grasso, sarà in visita ufficiale in Libano. Nel primo giorno sono in programma una serie di colloqui con le autorità politiche e religiose del Paese: il Presidente del Parlamento, Nabih Berri, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Tammam Salaam, il Ministro della Cultura, Raymond "Rony" Arayje, il Patriarca Maronita, Cardinale Mar Bechara Boutros El Rai.

      La giornata di martedì sarà invece interamente dedicata agli incontri con i militari italiani. Si inizia con il Comandante della forza multinazionale Unifil, Generale di Divisione Luciano Portolano, e gli alti ufficiali alla base di Naqoura. Il Presidente Grasso si rivolgerà poi al personale italiano di stanza al Comando Unifil. Subito dopo, è previsto l'incontro con il Comandante del Settore Ovest, Generale di Brigata Stefano Del Col. La visita si concluderà alla base di Shama, con il saluto e gli auguri di Natale alle truppe schierate.

    • Giovedì 18 Dicembre 2014

      Pakistan, messaggio del Presidente Grasso: "Combattere uniti il terrorismo, la barbarie e l'intolleranza"

      "Qualsiasi forma di violenza, qualsiasi atrocità che colpisca i più deboli, i bambini, nei quali riponiamo tutte le nostre speranze per il futuro, offende l'intero genere umano, senza confini". E' quanto si legge nel messaggio che il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inviato al Presidente del Senato del Pakistan, Syed Nayyer Hussain Bokhari, e al Presidente dell'Assemblea Nazionale Pakistana, Sardar Ayaz Sadiq, per esprimere "le più sincere e profonde condoglianze a nome mio personale e dell'intera Assemblea che rappresento".

      "La strage di innocenti a Peshawar ci ha lasciati attoniti, increduli. In questo momento così drammatico - afferma il Presidente Grasso - condividiamo il dolore e la disperazione dei superstiti e dei familiari e ci stringiamo con un abbraccio ideale al popolo pakistano. Le assicuro, Signor Presidente, che questo evento rafforzerà la nostra ferma determinazione a combattere uniti il terrorismo, la barbarie e l'intolleranza e a promuovere - conclude il messaggio - la dignità umana e i diritti fondamentali delle persone, ovunque essi si trovino".

    • Mercoledì 17 Dicembre 2014

      Venerdì 19 il Presidente Grasso incontra la Stampa Parlamentare

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, incontrerà i giornalisti della Stampa Parlamentare venerdì 19 dicembre alle ore 12 a Palazzo Giustiniani per il tradizionale scambio di auguri in occasione delle festività di fine anno.

      Nota per le segreterie di redazione

      Le richieste di accredito di giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare devono essere inviate al fax 06.6706.3494, o all'indirizzo e-mail accrediti.stampa@senato.it, e devono contenere gli estremi del tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Le richieste di accredito di fotografi e operatori televisivi devono essere inviate al fax 06.6706.2947 o all'indirizzo e-mail accrediti.stampa@senato.it, con i dati anagrafici completi, gli estremi del documento di identità, l'indicazione della testata di riferimento e un numero telefonico o di cellulare. L'ingresso a Palazzo Giustiniani avverrà da via della Dogana Vecchia 29.

    • Mercoledì 10 Dicembre 2014

      Senato: il presidente Grasso riceve delegazione dei "Patronati d'Italia"

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama una delegazione di "Patronati d'Italia", organizzazione che riunisce e rappresenta alcuni tra i principali Patronati del nostro Paese: Inas, Inca, Italuil e Patronati Acli. La delegazione ha consegnato al Presidente del Senato il primo milione di firme raccolte in calce alla petizione "No ai tagli ai Patronati", che chiede di rivedere le norme sul settore contenute nella Legge di Stabilità. Il presidente Grasso ha assicurato che trasmetterà il testo della petizione alla Quinta Commissione, impegnata in queste ore nella discussione dei documenti di bilancio.

    • Martedì 9 Dicembre 2014

      Compleanno del Senatore Ciampi: gli auguri del Presidente Grasso

      "Caro Presidente, desidero inviarti, nella lieta occasione del tuo compleanno, anche a nome dei colleghi Senatori, i miei più sinceri auguri". E' quanto si legge nel telegramma che il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inviato oggi al Senatore di diritto e a vita Carlo Azeglio Ciampi, Presidente emerito della Repubblica.

      "Il tuo costante impegno civile, politico e istituzionale a tutela dei valori fondanti della Repubblica e a presidio delle sue istituzioni democratiche - conclude il telegramma del Presidente Grasso - ha costituito e costituirà sempre un esempio prezioso per il nostro lavoro quotidiano. Con affetto e gratitudine".

    • Lunedì 1 Dicembre 2014

      Il presidente Grasso riceve il segretario generale del Consiglio per i diritti umani dell'Iran

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi pomeriggio a Palazzo Madama il segretario generale del Consiglio per i diritti umani della Repubblica Islamica dell'Iran, Mohammad Javad A. Larijani.

      L'alto magistrato iraniano era accompagnato dall'ambasciatore di Teheran a Roma, Jahanbakhsh Mozaffari, e dal giudice della Corte suprema iraniana Hossein Babaei.

    • Lunedì 1 Dicembre 2014

      Il presidente Grasso riceve la presidente del Senato del Belgio

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto questa mattina la presidente del Senato del Belgio, Christine Defraigne, oggi a Palazzo Madama per partecipare alla 52ma riunione plenaria della Cosac, Conferenza degli organi parlamentari specializzati negli affari Ue dei Parlamenti dell'Unione.

      La cooperazione interparlamentare e i temi della riunione Cosac sono stati al centro del cordiale colloquio.

    • Lunedì 24 Novembre 2014

      Elezioni regionali: gli auguri del presidente Grasso a Bonaccini e Oliverio

      Auguri di buon lavoro con l'auspicio di un rinnovato slancio, per cinque anni di buona politica e risultati concreti. E' quanto ha espresso il presidente del Senato, Pietro Grasso, nelle conversazioni telefoniche che ha avuto oggi con i neopresidenti della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e della Regione Calabria, Mario Oliverio. Il presidente Grasso ha fatto i propri complimenti ai due candidati vincitori, con i quali ci sarà sicuramente modo, nei prossimi mesi, di approfondire il dialogo e la necessaria collaborazione tra Istituzioni.

    • Lunedì 24 Novembre 2014

      SENATO. IL PRESIDENTE GRASSO INCONTRA IL PRESIDENTE EGIZIANO AL-SISI.

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha incontrato oggi a Palazzo Giustiniani il Presidente della Repubblica Araba d'Egitto, Abd Al Fattah Al- Sisi.
      Durante l'incontro, durato circa trenta minuti, sono stati discussi temi relativi alla cooperazione bilaterale fra i due paesi e lo scenario regionale in relazione ai conflitti in corso nell'area mediorientale.
      Il Presidente Grasso ha inoltre ribadito la viva aspettativa che si tengano al più presto elezioni parlamentari per la ricostruzione di un'assemblea legislativa.

    • Venerdì 21 Novembre 2014

      Legge elettorale: Grasso riceve promotori campagna "Iovotofuorisede". Grasso: "Mi auguro che la vostra richiesta venga accolta"

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto stamattina i promotori della campagna "Iovotofuorisede" Stefano La Barbera, presidente del Comitato Iovotofuorisede, e Francesco Bertolino, fondatore del Comitato Partecipalermo, in ordine all'introduzione del meccanismo di voto anticipato per i cittadini che si trovano lontani dalla propria residenza durante i periodi elettorali.

      Durante l'incontro é stato rappresentato al presidente Grasso il percorso fin qui compiuto dal Comitato.

      "Mi auguro che il lavoro parlamentare attualmente in corso sulla legge elettorale accolga la vostra richiesta, individuando con i ministeri dell'Economia e dell'Interno la strategia migliore per sanare il ritardo del nostro Paese rispetto alle altre democrazie europee, che garantiscono forme diverse di voto per i propri cittadini in mobilità", ha commentato Pietro Grasso.

    • Mercoledì 19 Novembre 2014

      Il presidente del Senato riceve il Re e la Regina di Spagna

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi pomeriggio a Palazzo Giustiniani il Re Felipe VI e la Regina Letizia di Spagna in visita ufficiale in Italia.

      Al termine del cordiale colloquio, il Presidente Grasso ha accompagnato il Re e la Regina in una breve visita fuori programma alla Sala della Costituzione, dove il 27 dicembre 1947 fu firmata la Carta Costituzionale, e in Sala Zuccari che prende il nome dall'artista Federico Zuccari (1539-1609) che ne ha affrescato la volta.

    • Giovedì 13 Novembre 2014

      Il Presidente del Senato incontra il Primo Vice Presidente della Commissione europea

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi nel suo studio di Palazzo Madama il Primo Vice Presidente della Commissione europea e Commissario europeo per la migliore legislazione, le relazioni interistituzionali, lo stato di diritto e la carta dei diritti fondamentali, Frans Timmermans. Al termine della visita, che è durata circa 40 minuti, Grasso e Timmermans si sono dati appuntamento per l'ultimo incontro parlamentare del Semestre italiano di presidenza, la COSAC plenaria che si terrà il 1 dicembre in Senato.

    • Mercoledì 12 Novembre 2014

      Consulta: telefonata Grasso-Criscuolo

      "Ho espresso telefonicamente le mie congratulazioni al nuovo presidente della Corte Costituzionale, Alessandro Criscuolo" così il presidente del Senato, Pietro Grasso.

      "Sono certo che il presidente Criscuolo saprà svolgere, con alta professionalità, serietà e competenza l'Alto ruolo a cui è stato chiamato. A nome mio e di tutti i senatori invio al neo Presidente - conclude il Presidente del Senato - i più cordiali e sinceri auguri di buon lavoro".

    • Lunedì 10 Novembre 2014

      Il presidente Grasso ricorda Franco Giustolisi

      "Con Franco Giustolisi avevamo dato vita quest'anno all'iniziativa '70 anni dalle stragi nazifasciste', un incontro pubblico per rinnovare la memoria sulle atrocità commesse dalle truppe nazifasciste in Italia, con la partecipazione di testimoni diretti delle stragi. L'incontro è stato ospitato, il 24 aprile, nella Sala Koch di Palazzo Madama. Giustolisi era intervenuto come autore del libro 'L'armadio della vergogna' e con la passione del cronista sempre alla ricerca dei fatti, una passione che ha contraddistinto tutta la sua lunga carriera e che rappresenta una bella pagina nella storia del giornalismo italiano. Lo ricordiamo oggi con grande affetto e riconoscenza. Alla famiglia rivolgo le mie più profonde condoglianze".

      Così il presidente del Senato, Pietro Grasso, dopo aver appreso la notizia della scomparsa del giornalista Franco Giustolisi.

    • Venerdì 7 Novembre 2014

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi nel suo studio di Palazzo Madama la presidente dell’Associazione delle Nonne di Plaza de Mayo. Questo il messaggio del presidente pubblicato su Facebook

      Laura, la figlia di Estela Carlotto, nel 1978 era una giovane ragazza, incinta e piena di ideali. Fu rapita dal regime militare, torturata, fatta partorire e subito dopo uccisa: del bimbo che aveva dato alla luce, uno degli oltre 500 che andò incontro a questo triste destino, si persero le tracce. Nonna Estela non si è lasciata fermare dal dolore e ha continuato a cercare suo nipote con il desiderio di poterlo abbracciare e di riunire la sua famiglia. Ad agosto, dopo 36 anni, la speranza è diventata realtà: a 83 anni ha finalmente potuto ritrovare il sorriso di Laura nel volto di Guido, suo nipote. Come lei più di cento nonne hanno ritrovato i figli dei loro figli scomparsi.

      Qualche settimana fa, in Argentina, ho incontrato molte mamme e nonne di Plaza de Mayo, in occasione della consegna al governo argentino dell'ultima tranche di documenti che raccolgono le denunce e le testimonianze dei familiari dei "desaparecidos" contenute negli archivi del Ministero degli Affari Esteri italiano. In quella occasione non ho avuto modo di conoscere Estela Carlotto, la Presidente dell'associazione "Abuelas de Plaza de Mayo". Estela è venuta in Italia in visita da Papa Francesco e stamattina ci siamo incontrati a Palazzo Madama.

      L'Italia è l'unico Paese che ha aperto i propri archivi e speriamo che il suo esempio sia seguito da altri. E' anche l'unico Paese che ha instaurato dei processi e condannato chi si è reso responsabile di queste atrocità. Siamo, insieme all'Argentina, contro il totalitarismo, contro la tortura e contro la violenza e saremo sempre accanto alle nonne di Plaza de Mayo. Siamo orgogliosi di far parte di un Paese che ha fatto prevalere, rispetto alla segretezza degli archivi, la ricerca della verità e dell'identità personale di tanti desaparecidos, sia italiani sia italoargentini.

    • Giovedì 6 Novembre 2014

      Il Presidente Grasso riceve domani il presidente dell'organizzazione "Abuelas de Plaza de Mayo", Estela Carlotto

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, riceverà domani, venerdì 7 novembre, Estela Carlotto, presidente dell'organizzazione "Abuelas de Plaza de Mayo". L'appuntamento è alle ore 10,30 a Palazzo Madama.

      Il presidente Grasso nel suo recente viaggio in Argentina ha visitato la sede dell'Associazione "Casa por la identidad de abuelas de Plaza de Mayo" e consegnato al governo argentino l'ultima tranche di documenti che raccolgono le denunce e le testimonianze dei familiari dei "desaparecidos" contenute negli archivi del Ministero degli esteri italiano.

      "Sono particolarmente orgoglioso che l'Italia sia il primo, e finora l'unico, Paese che ha messo a disposizione del governo argentino questa importante documentazione" ha detto, in quell'occasione, il presidente Grasso.

      "Prima di consegnarli, ho voluto sfogliare i faldoni ingialliti e vi ho letto le storie di tante famiglie, di madri e di padri, di fratelli e amici che non si sono arresi alla scomparsa dei propri cari. Storie di famiglie che potevano essere felici, e che sono state condannate da una dittatura feroce ad un dolore straziante" ha concluso il presidente.

    • Venerdì 31 Ottobre 2014

      GOVERNO. GRASSO: "GENTILONI SAPRA' AFFRONTARE CON DETERMINAZIONE LE SFIDE DEL PAESE"

      Auguri di buon lavoro ai sottosegretari Faraone e De Micheli

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, si congratula con l'onorevole Paolo Gentiloni, appena nominato Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

      Il Presidente, nel ringraziare per l'operato svolto Federica Mogherini, rivolge al Ministro Gentiloni affettuosi auguri di buon lavoro, certo che saprà interpretare al meglio l'incarico di alto prestigio e di responsabilità e affrontare con determinazione e competenza le sfide internazionali che attendono il nostro Paese e l'Europa in questo difficile momento.

      Il presidente Grasso desidera infine estendere gli auguri di buon lavoro anche all' on. Davide Faraone, nuovo sottosegretario all'Istruzione, Università e Ricerca, e all' on. Paola De Micheli, nuovo sottosegretario all'Economia e Finanze.

    • Martedì 28 Ottobre 2014

      Il Presidente del Senato incontra i vertici dell'Unione Camere Penali

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi nel suo studio di Palazzo Madama il Presidente dell'Unione Camere Penali, Beniamino Migliucci, il Vicepresidente Domenico Ciruzzi e il Segretario Francesco Petrelli, che gli hanno rappresentato le loro posizioni sui temi della riforma della giustizia penale.

    • Venerdì 24 Ottobre 2014

      Grasso a Bottici: "Tema stop ai vitalizi nel prossimo Consiglio di Presidenza del Senato"

      "Come la senatrice Bottici sa ho portato io stesso la proposta di delibera sulla cessazione dei vitalizi in Consiglio di Presidenza.

      Al termine della discussione il Consiglio di Presidenza del Senato ha deliberato di proseguire d'intesa con la Camera per alcuni motivi, primo tra tutti il fatto che molti parlamentari sono stati sia deputati che senatori e che questo avrebbe comportato complicazioni per la cessazione del vitalizio da un solo ramo del Parlamento.

      Avendo proposto tale delibera personalmente voglio tranquillizzare la senatrice Bottici: metterò comunque all'ordine del giorno del prossimo Consiglio di Presidenza, anche in mancanza di segnali dalla Camera, il tema della cessazione dei vitalizi ai condannati per mafia, corruzione e reati gravi. Come ho avuto modo dire più volte l'azione contro la corruzione deve anche comprendere misure per restituire alla politica la sua profonda dimensione etica".

      Così in una nota il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in risposta alla lettera del Questore del Senato Laura Bottici.

    • Giovedì 23 Ottobre 2014

      Attacco al Parlamento canadese: messaggio del presidente Grasso

      In seguito al drammatico attacco al Parlamento canadese, costato la vita ad un militare, il presidente Pietro Grasso ha inviato un messaggio allo Speaker del Senato, Noël A. Kinsella, e allo Speaker della Camera dei Comuni, Andrew Scheer, per "esprimere la più piena solidarietà e vicinanza mia personale e di tutto il Senato della Repubblica". "Resto profondamente convinto - si legge nel messaggio del presidente Grasso - che i valori e le ragioni della democrazia, di cui l'istituzione parlamentare è il massimo simbolo, si rafforzeranno e prevarranno contro ogni forma di intolleranza e di violenza".

    • Giovedì 16 Ottobre 2014

      Da oggi il presidente Grasso in visita istituzionale in Argentina

      E' cominciata oggi la visita istituzionale del presidente del Senato, Pietro Grasso, in Argentina, che prevede incontri con i massimi esponenti politici, istituzionali e giudiziari del Paese e con la collettività italiana, profondamente radicata nell'imprenditoria, nella cultura e nella vita sociale.

      La visita del presidente Grasso si propone di rafforzare ulteriormente i rapporti e i legami politici, istituzionali, economici e sociali con un paese nel quale oltre metà della popolazione ha origine italiana.

      Nel corso della visita il Presidente lancerà inoltre alcune tra le iniziative di cooperazione culturale e accademica portate avanti dall'ambasciatore d'Italia a Buenos Aires, Teresa Castaldo, e consegnerà al governo argentino l'ultima tranche dei documenti conservati negli archivi del Ministero degli esteri italiano relativi a casi di desaparecidos di origine italiana.

    • Mercoledì 15 Ottobre 2014

      Il presidente Grasso incontra il premier cinese Li Keqiang

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto questa mattina a Palazzo Giustiniani il primo ministro della Repubblica Popolare Cinese, Li Keqiang. Al centro del cordiale colloquio, i rapporti Italia-Cina. Erano presenti il ministro degli affari esteri cinese, Wang Yi, l'ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu, e l'ambasciatore d'Italia a Pechino, Alberto Bradanini.

      Al termine dell'incontro, il primo ministro Li Keqiang ha salutato il presidente dell'Associazione parlamentare "Amici della Cina", onorevole Vinicio Peluffo, la vice presidente, senatrice Maria Rizzotti, e il segretario dell'Associazione, Aldo Nicoletti.

    • Mercoledì 1 Ottobre 2014

      Parlamentari NATO. Presidente Grasso apre i lavori al Seminario sul Mediterraneo e il Medio Oriente

      Sarà il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ad aprire i lavori del Seminario organizzato dal Gruppo speciale sul Mediterraneo e il Medio Oriente dell'Assemblea parlamentare della NATO.

      L'incontro si terrà a Catania, domani giovedì 2 ottobre, nella Sala Bellini del Palazzo degli Elefanti, in Piazza Duomo 3.

      I lavori, articolati in quattro sessioni, si apriranno alle 9, con il saluto del Presidente Grasso.

      I discorsi di apertura saranno tenuti da Hugh Bayley, Presidente dell'Assemblea parlamentare della NATO; Andrea Manciulli, Capo della Delegazione italiana presso l'Assemblea parlamentare della NATO; Ali' Riza Alabyun, Presidente del Gruppo speciale sul Mediterraneo e Medio Oriente.

      Alle 9.30 seguirà la relazione del Ministro degli Esteri Federica Mogherini.

      La prima sessione dei lavori inizierà alle 10.30. Interverranno sul tema "Il consolidamento dello Stato libico", Arturo Varvelli dell'Istituto italiano di studi politici e internazionali e Florence Gaub, analista dell'Istituto dell'Unione europea per gli studi sulla sicurezza.

      Alle 12 si aprirà la seconda sessione dove verrà trattato e approfondito il tema dell'"Evoluzione del Movimento Jihadista nella Regione Mena".

      Saranno relatori Marco Minniti, Sottosegretario di Stato per la sicurezza nazionale, e Riccardo Radaelli, docente dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

      Nel pomeriggio, alle 15, riprenderanno i lavori della terza sessione, "La sfida delle migrazioni trans mediterranee: la prospettiva italiana".

      Interverranno Laura Boldrini, Presidente della Camera dei deputati, Angelino Alfano, Ministro dell'Interno, e Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina militare italiana.Alle 16,30 inizierà la quarta ed ultima sessione di lavori della prima giornata: "La sfida delle migrazioni trans mediterranee". I relatori saranno: Philippe Fargues, Direttore del Centro di politica delle migrazioni di Parigi e Maria Assuncao Altrade Esteves, Presidente della Repubblica del Portogallo e Presidente dell'Assemblea parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo.

    • Martedì 30 Settembre 2014

      Giovanni Legnini Vice Presidente del CSM: gli auguri di buon lavoro del Presidente del Senato

      "Ho appreso con grande soddisfazione la notizia dell'elezione, avvenuta con un ampio consenso, di Giovanni Legnini come nuovo Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura".

      Così il Presidente del Senato Pietro Grasso, che ha così concluso: "Desidero inviargli i miei migliori auguri di buon lavoro, certo che saprà, con competenza e autorevolezza, dare un importante contributo alle attività che l'organo di autogoverno della Magistratura è chiamato a svolgere.

    • Martedì 9 Settembre 2014

      SENATO. INCONTRO DEL PRESIDENTE GRASSO CON IL COMITATO ESODATI A PALAZZO MADAMA. GRASSO: "APPROVARE AL PIU' PRESTO SESTA SALVAGUARDIA"

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto questa mattina a Palazzo Madama una delegazione del Comitato Esodati e Precoci d'Italia, ai quali ha espresso comprensione rispetto ai temi sollevati dalle rappresentanze dei lavoratori e ha ribadito, come già aveva avuto modo di fare in precedenti occasioni, la propria solidarietà a coloro che ancora oggi vivono la grave e difficile condizione di esodati.
      Il Presidente Grasso, ricordando che oggi verrà incardinata nella 11a Commissione del Senato (Lavoro, Previdenza Sociale) la sesta salvaguardia, si è infine impegnato "a rivolgere un appello alla conferenza dei capigruppo prevista per oggi alle 15 per una calendarizzazione urgente del provvedimento". Il Presidente ha concluso: "Spero che le forze politiche sentano l'urgenza di approvare provvedimenti in grado di tutelare gli esodati e le loro famiglie".

    • Lunedì 8 Settembre 2014

      Burundi: Grasso, sgomento e orrore. Unico conforto le parole di Papa Francesco

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha condiviso il suo dolore per quanto successo in Burundi con un messaggio su Facebook che si riporta integralmente:

      Non ho parole per descrivere lo sgomento che provo per l'orrendo assassinio di tre missionarie Saveriane in Burundi. Olga Raschietti, Lucia Pulici e Bernardetta Boggian hanno consacrato e dedicato la loro intera vita al servizio degli altri in un contesto difficile come quello africano. In questo momento così triste possiamo trovare conforto nelle parole di speranza pronunciate da Papa Francesco: "il sangue versato diventi seme di speranza per costruire l'autentica fraternità tra i popoli".

    • Mercoledì 3 Settembre 2014

      Senato: il Presidente Pietro Grasso incontra il Ministro degli Affari esteri della Repubblica Islamica dell'Iran

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi a Palazzo Giustiniani il Ministro degli Affari esteri della Repubblica Islamica dell'Iran, Mohammad Javad Zarif, nell'ambito della sua visita ufficiale in Italia.
      Nel corso dell'incontro sono stati discussi temi di politica internazionale, in particolare la stabilità geopolitica della regione medio-orientale e del grande Mediterraneo, e i progressi conseguiti a proposito della questione nucleare.
      Il Presidente del Senato ha espresso apprezzamento per gli sforzi compiuti dalle autorità iraniane nel contrasto all'avanzata dell'ISIS sottolineando la propria preoccupazione per l'evoluzione della crisi irachena.
      Il Presidente Grasso ed il Ministro Zarif hanno convenuto che sul cruciale tema delle azioni di tutela dei diritti e delle libertà e della lotta alla criminalità organizzata e al narcotraffico è auspicabile la promozione di una piattaforma di dialogo e di collaborazione tra le autorità italiane ed iraniane.
      Il Presidente del Senato, nel confermare i sentimenti di amicizia che legano i due Paesi, ha ribadito infine il ruolo centrale dell'Iran nella stabilizzazione della regione medio-orientale e confermato la disponibilità dell'Italia a favorire i rapporti tra l'Iran e la Comunità Internazionale.

    • Domenica 31 Agosto 2014

      Messaggio del Presidente del Senato a don Luigi Ciotti

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un messaggio di solidarietà a don Luigi Ciotti in riferimento alle minacce di Riina emerse dagli organi di informazione.

      Questo il testo della lettera:

      Caro Luigi, sono più di venti anni che sfidi la mafia con coraggio e passione. Le minacce di Riina emerse oggi sono l'ennesimo attacco ad una storia di impegno e di memoria che coinvolge ogni anno migliaia di cittadini e che ha contribuito a rendere il nostro Paese più libero e più giusto.Ti conosco da anni e so che non ti sei lasciato intimorire nemmeno per un attimo: continuerai sulla strada della lotta alla criminalità, e tutti noi saremo al tuo fianco.Un abbraccio, Piero.

      Link al post:

      https://www.facebook.com/PietroGrasso/photos/a.552161088135485.124130.535381589813435/824654504219474/?type=1

    • Venerdì 29 Agosto 2014

      Voto di scambio: Grasso, strumentale polemica contro di me. La mia posizione è nel mio Ddl

      "Trovo strumentale la polemica che i senatori Crimi e Giarrusso stanno cercando di scatenare contro di me", dice il presidente del Senato, Pietro Grasso, in riferimento a quanto pubblicato on line. "La mia posizione sul 416 ter era chiaramente espressa nel mio Disegno di legge che prevedeva solamente l'aggiunta delle parole 'altra utilità' alla formulazione preesistente", prosegue il presidente, che conclude: "Come sanno tutti, e in particolar modo dovrebbero saperlo i senatori, il presidente del Senato non può intervenire sui testi in discussione né tantomeno li può votare. Nei post dei due senatori vengono infatti riferite, come se fossero mie, frasi che non ho mai pronunciato".

    • Lunedì 25 Agosto 2014

      Sfidato nel pomeriggio di ieri per l’Ice Bucket Challenge il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha raccolto la sfida a suo modo e ha pubblicato su Facebook un messaggio ed un video.

      Qui il testo del messaggio:

      "Ieri pomeriggio sono stato sfidato da Sasà Salvaggio (che ringrazio) a fare l'#Icebucketchallenge. Ho raccolto la sfida a modo mio, decidendo di far visita al Centro SLA dell'ospedale di Palermo, da anni in prima linea nella sensibilizzazione e l'assistenza ai malati. Questa della "doccia gelata" è stata una bellissima iniziativa che in tutto il mondo ha avuto il merito di sensibilizzare molte persone sulla SLA e di ricordare a tutti quanto siano importanti la ricerca e l'assistenza ai malati. Mi auguro che l'attenzione mediatica di questi giorni non sia passeggera e soprattutto che sia Governo che Parlamento colgano questa occasione per un'azione incisiva sui temi della ricerca e della tutela della salute.
      Io ho fatto la mia donazione, e nomino tutti coloro che vedranno questo video a fare lo stesso. La cifra non conta perché ognuno dona secondo le proprie possibilità. L'importante è contribuire, anche con poco: ogni centesimo è importante! Ora tocca a voi, avete 24 ore!
      Il 21 settembre sarà la Giornata per la lotta alla Sclerosi Laterale Amiotrofica: ci rivediamo il 21 per fare un bilancio di questa iniziativa!

      Link al video:

      https://www.facebook.com/photo.php?v=821587154526209

    • Sabato 23 Agosto 2014

      INCIDENTE TORNADO: IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE DEL SENATO

      "In questi giorni ho seguito in silenzio l'evolvere degli eventi legati all'incidente aereo tra due Tornado della nostra aviazione. Oggi, purtroppo, è stato recuperato l'ultimo corpo dei militari che erano a bordo: il capitano pilota Alessandro Dotto, il capitano navigatore Giuseppe Palminteri, il capitano pilota Mariangela Valentini, e il capitano navigatore Paolo Piero Franzese." E' quanto si legge sulla pagina Facebook del presidente del Senato Pietro Grasso che aggiunge: " In questo momento di profondo sconforto desidero porgere le mie personali condoglianze e quelle del Senato della Repubblica alle famiglie delle vittime e all'intero corpo dell'aviazione militare. Sono sicuro che il lavoro della magistratura ordinaria, coadiuvato da quella militare, saprà accertare fino in fondo la dinamica dell'incidente, tuttavia il nostro pensiero è oggi interamente rivolto ai nostri ragazzi e al dolore per la loro scomparsa."

    • Giovedì 21 Agosto 2014

      Il Presidente del Senato Pietro Grasso ricorda Palmiro Togliatti

      Il Presidente del Senato Pietro Grasso ha ricordato Palmiro Togliatti a cinquant'anni dalla sua morte. Così il Presidente in un messaggio sulla sua pagina Facebook:

      "In occasione del 50° anniversario della sua morte voglio ricordare il grande statista che è stato Palmiro Togliatti. Il suo impegno nella lotta antifascista, il lungo periodo di esilio all'estero, la capacità di elaborare proposte politiche concrete in vista del perseguimento di obiettivi comuni testimoniano la sua statura politica. Ebbe un ruolo di altissimo rilievo nei lavori della Costituente, favorendo il dialogo e la conciliazione tra laici e cattolici e ispirando la stesura di alcuni fondamentali articoli della nostra Costituzione. Grazie ad una lunga elaborazione politica e intellettuale, condusse il PCI alla piena e convinta partecipazione alle istituzioni rappresentative abbandonando ogni ipotesi rivoluzionaria e prefigurando una trasformazione di lungo periodo della società verso una democrazia progressiva, attraverso la conquista pacifica del consenso elettorale. Ebbe la capacità di capire tempestivamente le trasformazioni sociali e politiche globali, assumendo come obiettivo prioritario della "coesistenza pacifica" la cooperazione tra Stati, popoli e religioni per promuovere il disarmo e la cooperazione politica ed economica internazionale. Palmiro Togliatti è stato assoluto protagonista della sua epoca: dal suo percorso intellettuale, morale, umano e politico è ancora possibile attingere importanti lezioni che possono ispirare ancora oggi le scelte istituzionali."

    • Martedì 19 Agosto 2014

      Il presidente Grasso ricorda De Gasperi: "Grande statista, insegnamento ancora attuale"

      "In occasione del 60mo anniversario della morte di Alcide De Gasperi desidero ricordare questo grande statista che, con saggezza e lungimiranza, contribuì a fondare lo Stato democratico italiano dopo la tragedia della Seconda Guerra mondiale". E' quanto si legge nel messaggio che il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inviato a Maria Romana De Gasperi, presidente onorario della Fondazione De Gasperi.

      "In quegli anni, grazie all'impegno di uomini come lui - aggiunge il presidente Grasso - si riuscì a garantire la libertà e la sicurezza, la ricostruzione economica, la rinascita delle istituzioni e il recupero del prestigio e della dignità dell'Italia nella comunità internazionale".

      "Oggi più che mai il suo insegnamento è ancora attuale: 'Per salvare la libertà bisogna salvare la pace, ma il regime di libertà non si salva se non si attua la ricostruzione economica che è premessa di giustizia sociale'. Riflessioni come questa - conclude il presidente del Senato - ci ricordano che la democrazia non è un bene acquisito una volta per sempre, ma va rafforzata e difesa ogni giorno".

    • Martedì 12 Agosto 2014

      Scomparsa Capotosti: cordoglio del Presidente del Senato

      "È con grande dolore che ho appreso la notizia della scomparsa di Piero Alberto Capotosti. Desidero esprimere i sentimenti del mio più profondo cordoglio personale e di tutto il Senato".

      Così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in un telegramma alla famiglia.

      "Ci lascia uno dei giuristi più insigni che la nostra nazione abbia avuto, una delle menti più lucide, una delle personalità più indipendenti. Gli incarichi di Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura e, successivamente, di Presidente della Corte Costituzionale hanno rappresentato il dovuto riconoscimento di una lunga e brillante carriera accademica e civile. Ci mancheranno i suoi preziosi contributi di Costituzionalista che, anche una volta terminate quelle esperienze, non ha mai smesso di offrire in momenti cruciali per le Istituzioni del nostro Paese".

    • Martedì 12 Agosto 2014

      Sant'Anna di Stazzema. Grasso: "Punire i colpevoli e mantenere vivo il ricordo"

      "Mi unisco oggi nel ricordo delle 560 vittime innocenti barbaramente trucidate nell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema il 12 agosto di settant'anni fa, una delle pagine più buie della storia d'Italia", così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in una nota.

      "Donne, vecchi e bambini rimasti nelle proprie case, certi che nulla sarebbe potuto accadere a civili inermi. Il loro sacrificio, come emerso dalle indagini della Procura militare di La Spezia, non fu l'esito di rappresaglia, bensì di un atto premeditato e curato in ogni dettaglio per sterminare la popolazione ed interrompere i collegamenti fra le popolazioni civili e le formazioni partigiane presenti in zona", prosegue il Presidente Grasso.

      "La strage di Sant'Anna di Stazzema, quelle che la precedettero e quelle che la seguirono, hanno lasciato nel nostro Paese cicatrici indelebili. In attesa che la Corte federale di Karlsruhe concluda le proprie indagini e renda giustizia a questo tragico episodio della nostra storia, mi rivolgo soprattutto alle nuove generazioni affinché mantengano vivo il ricordo di questi eventi. In un momento in cui nel mondo assistiamo a simili, terribili stragi, solo la memoria storica, la cultura della tolleranza, della democrazia, della libertà e della giustizia, può preservarci dal ripetersi di tali atrocità", conclude il Presidente Grasso.

    • Venerdì 8 Agosto 2014

      Tragedia di Marcinelle, il ricordo del presidente Grasso "Garantire a tutti condizioni di lavoro più sicure"

      "L'8 agosto di 58 anni fa il Belgio venne scosso da una delle più grandi tragedie minerarie della storia, la tragedia di Marcinelle, in cui morirono 262 minatori, di cui 136 italiani". Lo ricorda il presidente del Senato, Pietro Grasso, in una dichiarazione. "Tra il 1946 e il 1956 - aggiunge il presidente Grasso - oltre 600 connazionali persero la vita nelle miniere belghe e in altri incidenti sul lavoro. A questi e a tutti gli altri italiani che, spinti ad emigrare alla ricerca di un futuro migliore per sé e per le proprie famiglie, hanno subito sfruttamento, discriminazioni e razzismo, talvolta a rischio della propria stessa esistenza, rivolgo il mio commosso pensiero. Ricordo con grande emozione la mia visita a Marcinelle, l'incontro con i minatori di origine italiana e conservo con cura nel mio studio di Palazzo Madama la lampada che hanno voluto donarmi come monito per la tutela della sicurezza del lavoro".

      "Oltre al ricordo - afferma il presidente del Senato - è però doveroso operare concretamente affinché siano garantite a tutti condizioni di lavoro più sicure e rispettose della dignità umana e affinché lo stillicidio delle morti bianche possa trovare fine".

      "Mantenere viva la memoria dei nostri concittadini caduti sul lavoro, in Italia e all'estero - conclude il presidente del Senato -, ci sprona ad agire con ancora maggiore determinazione per la tutela dei diritti inalienabili della persona, primi fra tutti il diritto alla dignità, alla sicurezza, alla vita".

    • Martedì 5 Agosto 2014

      Italicus, il presidente Grasso: "La nostra storia deve essere rischiarata dalle zone d'ombra che ancora la offuscano"

      "Ricorre il 40mo anniversario della strage dell'espresso 'Italicus', uno dei tanti atti eversivi rientranti nella cosiddetta 'strategia della tensione' che ancora oggi non trovano risposte. Non possiamo rassegnarci all'idea che questo crimine efferato rimanga senza risposte e senza colpevoli". Così il presidente del Senato, Pietro Grasso, in una dichiarazione. "Per questo - aggiunge il presidente Grasso - è necessario proseguire nella ricerca della verità avvalendoci delle nuove opportunità di indagine che la recente declassificazione degli atti relativi alle stragi ci offre".

      "La nostra storia deve essere rischiarata dalle zone d'ombra che ancora la offuscano. Lo dobbiamo alle famiglie delle persone che nella strage persero la propria vita e a coloro che nell'attentato subirono gravi ferite. Ad essi - conclude il Presidente del Senato - rinnovo la mia vicinanza e formulo l'augurio che possa essere soddisfatta la loro sete di verità e giustizia".

    • Lunedì 4 Agosto 2014

      XX Anniversario morte Spadolini

      Grasso: "Da uomo di Stato contribuì al rinnovamento istituzionale"

      "Ricordare il percorso istituzionale di Giovanni Spadolini - afferma il presidente del Senato, Pietro Grasso - significa ricostruire una fase della storia politica italiana profondamente segnata dalla trasformazione del ruolo dei partiti e dalla propensione alla revisione dei meccanismi istituzionali."

      "In occasione del ventennale della sua scomparsa - prosegue Grasso - mi preme ricordare il fondamentale contributo che, da uomo di Stato, Spadolini seppe offrire a questo percorso di rinnovamento istituzionale. Il suo insegnamento sull'importanza del coinvolgimento di tutti i partiti nei processi di aggiornamento delle norme costituzionali si rivela oggi straordinariamente attuale."

      Conclude il presidente: "Il suo ricordo ci induce a riflettere sull'importanza del contributo che le istituzioni parlamentari possono e devono offrire al confronto democratico, non solo nella materia costituzionale, ma anche nelle scelte di politica economica che più direttamente condizionano la vita dei cittadini."

    • Sabato 2 Agosto 2014

      100 anni Prima Guerra mondiale. Il Presidente Grasso parteciperà alla cerimonia a Liegi

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, parteciperà in rappresentanza del Presidente della Repubblica alla cerimonia in occasione del centesimo anniversario dello scoppio della Prima Guerra mondiale, che avrà luogo il prossimo 4 agosto a Liegi.

      La cerimonia ricorda l'invasione del Belgio da parte dell'esercito tedesco, avvenuta il 4 agosto 1914, senza una preventiva dichiarazione di guerra ed in violazione della neutralità dichiarata dal paese. In Vallonia si verificò allora il primo grande eccidio del XX secolo, con il massacro di oltre 5.500 civili.

      L'evento, promosso da Re Filippo I dei Belgi, prevede la partecipazione dei tre Paesi che hanno combattuto sul suolo belga (Inghilterra, Germania e Francia) e degli altri Paesi coinvolti nel conflitto mondiale, rappresentati dai rispettivi Capi di Stato o esponenti del Governo. Il Presidente Grasso renderà omaggio alle vittime italiane della Grande Guerra al monumento degli Interalleati a Cointe.

    • Sabato 2 Agosto 2014

      Anniversario strage di Bologna. Il Presidente Grasso: "Non si fermi mai la ricerca della verità"

      In occasione del XXXIV anniversario della strage di Bologna il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha scritto al Presidente del Comitato di Solidarietà alle vittime delle stragi per esprimere, anche a nome del Senato la "commossa vicinanza e il profondo cordoglio ai familiari delle vittime e alla città di Bologna per quella pagina buia della storia del nostro Paese".

      "Nonostante il passaggio inesorabile del tempo - aggiunge il Presidente Grasso - costituisce un nostro preciso imperativo morale mantenere vivo il ricordo di questo giorno, non solo per rendere omaggio a persone innocenti che, per mano di una violenza cieca ed insensata, sono state strappate alla vita e agli affetti, ma, soprattutto, per alimentare la memoria della nostra storia specialmente tra le nuove generazioni, per ribadire quanto sia necessario l'impegno costante di tutti, nella lotta contro ogni forma destabilizzante le basi democratiche e rappresentative del nostro essere uno Stato di diritto."

      "Con la speranza e l'impegno che non ci si fermi mai nella ricerca della verità - conclude Grasso - e che simili e terrificanti eventi non abbiano più a verificarsi, esprimo a tutti i partecipanti la mia sentita partecipazione alla cerimonia commemorativa."

    • Venerdì 25 Luglio 2014

      Il presidente Grasso incontra "Ossigeno per l'informazione"

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha incontrato oggi, al termine della cerimonia del Ventaglio, i responsabili dell'osservatorio "Ossigeno per l'informazione". Il presidente e il segretario dell'osservatorio, Alberto Spampinato e Giuseppe Federico Mennella, hanno illustrato al presidente Grasso il volume curato dall'associazione dal titolo "Le nuove lenti contro la censura. Istruzioni per applicare il 'Metodo Ossigeno' che in Italia ha rivelato duemila intimidazioni invisibili a occhio nudo", nelle librerie in questi giorni.

      All'incontro erano presenti il presidente dell'Ordine dei Giornalisti, Enzo Iacopino, la presidente dell'Ordine dei giornalisti del Lazio, Paola Spadari, e il segretario dell'Associazione Stampa Romana, Paolo Butturini.

    • Venerdì 18 Luglio 2014

      Aereo precipitato: minuto di silenzio dei rappresentanti Ue riuniti nell'Aula del Senato

      I Presidenti delle Commissioni Politiche dell'Unione europea di Senato e Camera, Vannino Chiti e Michele Bordo, a nome della COSAC, hanno espresso oggi le più profonde condoglianze ai parenti delle vittime della sciagura dell'aereo della Malaysian Airlines precipitato ieri in Ucraina.

      Chiti e Bordo hanno presieduto questa mattina nell'Aula del Senato l'incontro dei Presidenti delle Commissioni competenti in materia di affari europei dei Parlamenti nazionali dell'Unione europea (COSAC). Durante la riunione è stato osservato un minuto di silenzio in onore delle vittime.

    • Venerdì 18 Luglio 2014

      Venerdì 25 il Presidente Grasso incontra la Stampa Parlamentare

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, incontrerà i giornalisti della Stampa Parlamentare venerdì 25 luglio alle ore 12,30, a Palazzo Giustiniani, per la tradizionale cerimonia del "Ventaglio".

      Nota per le segreterie di redazione

      Le richieste di accredito di giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare devono essere inviate al fax 06.6706.3494, o all'indirizzo e-mail accrediti.stampa@senato.it, e devono contenere gli estremi del tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Le richieste di accredito di fotografi e operatori televisivi devono essere inviate al fax 06.6706.2947 o all'indirizzo e-mail accrediti.stampa@senato.it, con i dati anagrafici completi, gli estremi del documento di identità, l'indicazione della testata di riferimento e un numero telefonico o di cellulare. L'ingresso a Palazzo Giustiniani avverrà da via della Dogana Vecchia 29.

    • Giovedì 10 Luglio 2014

      Senato, il portavoce del Presidente Grasso scrive a Repubblica: "Nessun incontro con il Capo dello Stato"

      "Nella giornata di mercoledì 9 luglio non c'è stato alcun incontro tra il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e il Presidente del Senato, Pietro Grasso. Non corrisponde dunque alla realtà dei fatti quanto riportato nelle ultime righe dell'articolo 'Berlusconi ci riprova', a pagina 9 dell'edizione di giovedì 10 luglio". E' quanto scrive il portavoce del Presidente Grasso, Alessio Pasquini, in una lettera inviata oggi al quotidiano "La Repubblica".

    • Giovedì 3 Luglio 2014

      Senato, Grasso: "Lo ripeto per i distratti: dimezzati emolumento e spese di staff del Presidente"

      "Non so quante volte abbia ripetuto le cifre in discorsi, comunicati stampa, infografiche on-line, tweet e post di Facebook, a partire dal 21 marzo scorso. A un certo punto ho smesso per paura di annoiare. Comunque le ripeto senza alcun problema, a fronte della distrazione di Laura Bottici e Riccardo Fraccaro. Ho tagliato del 50% il mio emolumento, passando dai 18.600 euro netti previsti a circa 9.000 euro netti al mese. Su base annua questo significa un risparmio complessivo di euro 111.960 su 223.169,76 euro".

      E' quanto dichiara il presidente del Senato, Pietro Grasso, rispondendo alle affermazioni della senatrice questore Laura Bottici e dell'onorevole Riccardo Fraccaro, diffuse oggi dalle agenzie di stampa.

      "Inoltre - aggiunge il presidente Grasso - riguardo il costo complessivo lordo del Gabinetto del Presidente e del fondo consulenza, che ammontava a quasi un milione e mezzo di euro l'anno, ho applicato anche qui un taglio del 50%, con un risparmio annuo di circa 750 mila euro. Il risparmio complessivo è quindi di circa 861.960 euro l'anno. Tutto questo - conclude Pietro Grasso - è frutto di una mia scelta personale; il prossimo Presidente deciderà in piena autonomia sul suo emolumento".

    • Martedì 1 Luglio 2014

      Le congratulazioni del presidente Grasso a Martin Schulz: "Nel Senato italiano troverai sempre un interlocutore attento e sensibile"

      "Caro Martin, ho appreso con grande soddisfazione la notizia della tua rielezione a Presidente del Parlamento europeo e desidero farti pervenire le mie più sincere congratulazioni". Così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in un messaggio inviato oggi a Martin Schulz.

      "Sono certo che questo secondo mandato - aggiunge il presidente del Senato - ti consentirà di proseguire, con ancora maggiore determinazione e con la competenza e imparzialità di sempre, l'impegno per l'affermazione del ruolo del Parlamento europeo quale protagonista, insieme ai Parlamenti nazionali, del controllo democratico sulla governance dell'Unione".

      "Nel Senato italiano - conclude il presidente Grasso - troverai sempre un interlocutore attento e sensibile ai temi e alle sfide che dovremo insieme affrontare per il futuro dell'integrazione europea e dei nostri Paesi. Nell'assicurarti il mio personale sostegno e confermarti la mia considerazione e amicizia, ti auguro buon lavoro".

    • Martedì 1 Luglio 2014

      Messaggio del presidente Grasso ai familiari dei tre ragazzi israeliani uccisi: "La vostra straordinaria speranza e fede invitano tutti noi a non arrenderci"

      "Nel triste momento del ritrovamento dei corpi di Naftali, Gilad e Eyal, vi sono particolarmente vicino. La notizia della morte di questi tre figli del popolo israeliano ci ha lasciati attoniti e smarriti". E' quanto si legge nel messaggio che il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inviato ai genitori e familiari dei tre ragazzi israeliani uccisi dopo essere stati rapiti il 12 giugno scorso.

      "Ricordo con commozione - aggiunge il presidente Grasso - il dolore composto di Ori Yifrach e di nonna Mazal, che ho avuto modo di incontrare ad Elad la scorsa settimana insieme a mia moglie. La vostra straordinaria speranza e fede nei confronti dell'umanità invitano tutti noi a non arrenderci di fronte al dolore e alla rassegnazione".

      Come ha avuto occasione di ribadire a tutti gli interlocutori israeliani e palestinesi il presidente Grasso ritiene che entrambe le parti debbano evitare azioni unilaterali che possano pregiudicare un accordo di pace e che l'esigenza prioritaria sia quella di proteggere la popolazione civile israeliana e palestinese dalle conseguenze di questo conflitto.

    • Lunedì 30 Giugno 2014

      Israele. Grasso: "Erano solo adolescenti, vittime di una guerra insensata. Nella disperazione va rilanciata l'idea della pace"

      Messaggio integrale del Presidente Grasso su Facebook

      Il ritrovamento dei corpi di Eyal, Gilad e Naftali è la notizia che nessuno di noi avrebbe voluto ricevere. In questo momento drammatico il mio pensiero va alle loro famiglie a cui va la mia personale solidarietà e la vicinanza del nostro Paese. Sono tornato ieri dalla visita di Stato in Israele e Palestina dove avevo incontrato anche la famiglia di Eyal. Speravo in un epilogo diverso: erano solo adolescenti, sono vittime di una guerra insensata. Nessuna differenza culturale o politica può giustificare episodi come questo.
      E' però nel momento di maggiore disperazione che dobbiamo rilanciare l'idea della pace come unica alternativa alla guerra in Medio-Oriente: dobbiamo spezzare questa catena di odio e violenza ed impedire, a tutti i costi, che altre famiglie, israeliane o palestinesi, debbano ancora soffrire.

    • Giovedì 26 Giugno 2014

      Il Presidente del Senato, in visita ufficiale in Israele e Palestina, ha incontrato ieri il Primo Ministro israeliano Netanyahu e oggi il Primo Ministro palestinese Hadmallah.

      Testo pubblicato dal Presidente su Facebook

      Il mio viaggio in Medio Oriente prosegue in Palestina, dove ho incontrato il Primo Ministro Hadmallah. Come ho detto alle autorità israeliane, e ieri anche al Primo Ministro Netanyahu, non esiste altra alternativa al dialogo e alla responsabilità nel perseguimento del comune obiettivo della pace. Ho raccomandato a tutti gli interlocutori israeliani e palestinesi di evitare azioni unilaterali che possano compromettere le prospettive di un accordo.

      Ho chiesto alle autorità palestinesi di continuare a collaborare nella ricerca dei tre studenti rapiti e ribadito alle istituzioni israeliane che le ricerche da parte dell'esercito devono essere impostate alla moderazione e non colpire la popolazione civile. Non possiamo permettere una nuova escalation di violenza e tensione.

      I tempi sono maturi per poter vedere finalmente due stati liberi per due popoli, in grado non solo di coesistere ma di poter prosperare insieme uno accanto all'altro, avendo come principale riferimento la tutela e la promozione dei diritti delle persone. Questo conflitto è troppo lungo e doloroso: la pace è a portata di mano ma è necessario uno straordinario impegno da parte di tutte le parti in causa, ognuna delle quali deve concedere qualcosa all'altra senza precondizioni.

      Per usare le parole di Papa Francesco, per fare la pace ci vuole più coraggio che per fare la guerra. L'Italia durante il semestre di presidenza del Consiglio dell'Unione Europea intende impegnare l'Unione ad una presenza forte e autorevole nel Grande Mediterraneo e in questa terra.

    • Martedì 24 Giugno 2014

      Il Presidente del Senato, in visita ufficiale in Israele e Palestina, ha incontrato oggi i familiari di uno dei tre ragazzi israeliani rapiti.

      Testo pubblicato dal Presidente su Facebook

      Naftali, Gilad e Eyal sono tre ragazzi. Sono stati rapiti mentre tornavano a casa per il fine settimana e da giorni non si sa nulla delle loro condizioni. Sono qui in visita ufficiale e ho voluto incontrare la famiglia di Eyal per portare loro la vicinanza mia e del nostro Paese.

      Questo terribile episodio può rappresentare un ostacolo alla pace. La tensione di queste settimane rischia di condurre ad una escalation e compromettere l'unica strada percorribile: quella del dialogo e della responsabilità. Non possiamo perseguire l'obiettivo della pace in Medio Oriente fin quando non prevarranno la ragione, il rispetto per la vita e i diritti di tutti.

      Mi auguro con tutto il cuore che questi ragazzi possano essere restituiti presto alle loro famiglie, e ho invitato le autorità che li stanno cercando alla moderazione per non innescare la spirale della violenza. Il nostro comune dovere è tutelare la vita di tutte le persone innocenti, bambini, ragazzi, donne e uomini che vogliono solo vivere con serenità le loro vite in Israele e in Palestina. Dobbiamo fare in modo che questa vicenda dolorosa serva ad avvicinare tutte le persone che hanno a cuore il futuro dei propri figli e la pace.

    • Giovedì 19 Giugno 2014

      Precisazione sulle parole del Presidente Grasso riportate da alcune agenzie di stampa

      La frase "sapete benissimo che non è così" pronunciata oggi dal presidente del Senato, Pietro Grasso, non ha alcun riferimento con l'esame in corso delle proposte in materia costituzionale e, in particolare, della riforma del Senato. La frase riportata tra virgolette da alcune agenzie di stampa, la cui dicitura corretta è "sapete benissimo che non si fa così", è stata pronunciata dal presidente Grasso solo per ribadire di non avere alcuna dichiarazione da fare in risposta alle domande insistenti di alcuni giornalisti al termine dell'incontro all'Hotel Rome Cavalieri di Roma, in occasione della XXXI Edizione dell'International Drug Enforcement Conference. E' quanto precisa Alessio Pasquini, portavoce del presidente del Senato.

    • Venerdì 13 Giugno 2014

      Il presidente Grasso riceve il Maestro Abreu. Grasso: "Un grande uomo, ha fatto dell'arte uno strumento di recupero sociale"

      Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama il Maestro venezuelano José Antonio Abreu, fondatore di "El Sistema", il modello educativo venezuelano che, dal 1975, offre a bambini e giovani la possibilità di accedere gratuitamente a una formazione musicale. Una realtà che conta ormai più di quattrocentomila giovani e giovanissimi musicisti, sottratti alla povertà e alla criminalità locale.

      Si tratta dello stesso progetto che in Italia, nel 2010, ha dato vita al "Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili Onlus", protagonista, con il Maestro Nicola Piovani, del Concerto di Natale nell'Aula del Senato del 15 dicembre 2013.

      Oggi a Palazzo Madama era presente anche Roberto Grossi, presidente del Sistema dei Cori Giovanili e Infantili in Italia Onlus.

      "Tenevo particolarmente a conoscere personalmente il Maestro Abreu - ha sottolineato il presidente Grasso - un grande uomo che ha fatto dell'arte uno strumento di recupero sociale per i bambini che vivono nelle favelas del Venezuela e nelle nostre periferie disagiate, un impegno che condivideva con il Maestro e senatore a vita Claudio Abbado. Sottrarre i ragazzi al degrado e alla criminalità con la musica è una grande idea. Battersi per la legalità - ha concluso il presidente del Senato - è una missione nobile che deve essere sempre sostenuta come assoluto dovere civico e morale".

      Il presidente Grasso ha poi consegnato simbolicamente al Maestro Abreu un violino acquistato con i fondi raccolti al Concerto di Natale. Gli altri strumenti acquistati con l'incasso dei biglietti saranno consegnati ai giovani del Sistema dei Cori Giovanili ed Infantili in Italia Onlus.

      Al termine dell'incontro è stata poi conferita al Maestro Abreu, dal sindaco Anna Bulgaresi, la cittadinanza onoraria del Comune di Marciana (Isola d'Elba). José Antonio Abreu è infatti di origini italiane. Il nonno materno Antonio Anselmi Berti, direttore della banda musicale di Marciana, emigrò in Venezuela alla fine dell'800.

      Il Maestro Abreu ha ringraziato il presidente del Senato e il sindaco di Marciana. "Il presidente Grasso ed io abbiamo molte affinità - ha detto - tutti e due ci rivolgiamo ai giovani per la difesa e la tutela della legalità. L'obiettivo di 'El Sistema' è quello di crescere ulteriormente e di arrivare ad offrire la formazione musicale ad un milione di bambini".

    • Venerdì 13 Giugno 2014

      Stop ai vitalizi per i senatori condannati. Il presidente Grasso su Facebook: passare dalle parole ai fatti nel minor tempo possibile

      "Lo avevo detto in Sicilia sabato scorso: stop ai vitalizi per i senatori condannati per i reati che secondo la Legge Severino comportano l'incandidabilità e la decadenza (ad esempio corruzione, mafia, reati contro la pubblica amministrazione). Già mercoledì scorso, durante il primo Ufficio di Presidenza del Senato, ho dato seguito a quell'annuncio chiedendo ufficialmente ai Questori di istituire le necessarie pratiche per ottenere questo risultato". E' quanto scrive il presidente del Senato, Pietro Grasso, nel suo account Facebook.

      "Nella prossima riunione - aggiunge il presidente Grasso - approfondiremo tutti gli aspetti della proposta: spero di potervi presto comunicare l'approvazione di questo provvedimento che ritengo essere ineludibile. Dobbiamo, nel minor tempo possibile, passare dalle parole ai fatti".

    • Lunedì 9 Giugno 2014

      Il presidente Grasso incontra Shimon Peres

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha incontrato oggi per un colloquio privato il Presidente israeliano Shimon Peres, che non sarà presente in Israele nel corso dell'imminente missione in Medio Oriente del Presidente Grasso.
      Nel corso dell'incontro sono stati discussi temi di cooperazione bilaterale, le prospettive di stabilizzazione della regione e l'impegno per la pace, rinnovato domenica in Vaticano alla presenza di Papa Francesco.

    • Venerdì 30 Maggio 2014

      Il presidente Grasso su Facebook: "Corruzione, procedere con convinzione e senza mediazioni al ribasso"

      "Oggi sono stato all'Assemblea di Banca d'Italia. Mi hanno colpito - afferma il presidente del Senato Pietro Grasso nel suo spazio su Facebook - queste parole del Governatore Visco: 'L'elenco delle aree in cui sono necessari interventi è lungo; tra i più urgenti vi sono quelli che riguardano la tutela della legalità e l'efficienza della pubblica amministrazione. Corruzione, criminalità, evasione fiscale, oltre a minare alla radice la convivenza civile, distorcono il comportamento degli attori economici e i prezzi di mercato, riducono l'efficacia dell'azione pubblica, inaspriscono il livello della tassazione per coloro che adempiono ai propri doveri, comprimono gli investimenti produttivi e la generazione di nuove occasioni di lavoro. Il buon funzionamento della pubblica amministrazione migliora l'operare dei mercati e la concorrenza, riduce i costi delle imprese, si riflette favorevolmente sulla qualità e sul costo dei servizi pubblici e, per questa via, sul carico fiscale. Da esso dipende l'efficacia delle riforme'".
      "La Commissione Giustizia del Senato - aggiunge il presidente Grasso - sta lavorando su questi temi, discutendo su un testo che nasce anche da alcune proposte contenute nel DDL che ho presentato nel mio primo giorno da senatore. Sono convinto si debba procedere con convinzione, senza indugi e senza mediazioni al ribasso: stavolta non possiamo davvero permetterci di sbagliare, ne va del futuro del nostro Paese".

    • Giovedì 29 Maggio 2014

      "Politiche per il territorio priorità assoluta". Messaggio del presidente Grasso ai promotori del Manifesto "Italia Paradiso" e delle iniziative "Sardegna chi_ama"

      "Gentili Direttori, vi ringrazio per l'invito ad aderire al Manifesto 'Italia Paradiso' per la tutela e la promozione del territorio italiano". E' quanto si legge nel messaggio che il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inviato a Paolo Fresu e Alessandro Delpiano, rispettivamente direttore artistico e direttore scientifico del progetto "Sardegna chi_ama - Musica e cultura per ri_costruire il futuro", in occasione degli eventi previsti a Cagliari il 30 e 31 maggio in favore delle popolazioni colpite dall'alluvione dello scorso novembre.

      "La frase del grande scrittore e poeta argentino Jorge Luis Borges 'La terra è un paradiso e l'inferno è non accorgersene', da cui è tratto il titolo del Manifesto, nasconde una saggezza profonda. Ci fa capire - aggiunge il presidente Grasso - cosa dobbiamo e possiamo fare, istante per istante, dovunque ci troviamo. Ciascuno di noi, secondo le proprie possibilità, capacità e competenze, si deve impegnare quotidianamente per promuovere, riqualificare, tutelare e valorizzare la meravigliosa bellezza del nostro paesaggio e delle nostre città: troppo spesso sembra quasi non sia compito nostro tutelare la nostra terra, tra abusi edilizi e dissesto idrogeologico, mentre averne cura significa soprattutto difenderla. Anche alla luce dei recenti e tragici eventi catastrofici che hanno colpito molte zone del nostro straordinario Paese, il mio auspicio è che le politiche per il governo del territorio possano diventare una priorità assoluta e imprescindibile per uno sviluppo sostenibile, perché da questo dipende il destino dell'uomo".

      "Certo che il convegno 'Riflessioni e politiche per il governo del territorio' e il concerto in favore delle popolazioni sarde colpite dall'alluvione, che si terranno a Cagliari rispettivamente il 30 e il 31 maggio prossimi, otterranno il meritato successo - conclude il Presidente del Senato - colgo l'occasione per porgere a tutti gli intervenuti i miei più cordiali saluti".

    • Mercoledì 28 Maggio 2014

      Strage di Piazza della Loggia. Messaggio del presidente Grasso: "Non deve mai venire meno la fiducia nella ricerca della verità"

      "Nel quarantesimo anniversario della strage di Piazza della Loggia mi preme rivolgere un sincero e commosso pensiero per le otto vittime e le centinaia di feriti di questa buia pagina della storia del nostro paese, per le loro famiglie e per tutta la comunità bresciana". Così il presidente del Senato, Pietro Grasso, in un messaggio al sindaco di Brescia, Emilio Del Bono. "La vostra città è stata ferita e ancora aspetta la verità, storica se non giudiziaria. Ma, nonostante il passaggio inesorabile del tempo, non deve mai venire meno la fiducia nella ricerca della verità, né deve interrompersi la battaglia civile per ottenerla, come quella che continuano a portare avanti i familiari delle vittime".

      "Tenere vivo il ricordo collettivo di questa data è fondamentale, specialmente per i giovani, perché consente di continuare con più forza, tutti insieme, la lotta contro ogni manifestazione di violenza e contro l'oblio. Con questa convinzione - conclude il Presidente del Senato - rivolgo un cordiale saluto a lei, all'associazione dei familiari delle vittime e a tutta la cittadinanza bresciana".

    • Martedì 20 Maggio 2014

      Greganti in Senato: la risposta del Procuratore della Repubblica di Milano

      A seguito della richiesta del presidente del Senato, Pietro Grasso, di informazioni più circostanziate in merito all'asserita presenza del signor Primo Greganti in Senato, il Procuratore della Repubblica di Milano, Edmondo Bruti Liberati, ha risposto oggi specificando che agli atti risulta un'intercettazione del 19 febbraio scorso in cui Greganti riferisce a Cattozzo "adesso ho finito una riunione al Senato", e che la posizione dell'utenza di Greganti risulta nei pressi di Palazzo Madama.

      Viene inoltre precisato nella lettera che nel corso delle indagini "non è mai stato svolto alcun servizio di osservazione di polizia giudiziaria al fine di accertare l'eventuale ingresso o uscita dell'indagato Primo Greganti in Senato ovvero in Palazzi del Senato".

    • Martedì 20 Maggio 2014

      Omicidio D'Antona, messaggio del presidente Grasso: "Punto di riferimento e coraggioso riformista"

      "Era il 20 maggio del 1999 quando un commando terrorista ferì mortalmente uno tra i più stimati giuslavoristi del nostro Paese. Le nuove brigate rosse uccisero Massimo D'Antona nel giorno dell'anniversario dello Statuto dei lavoratori, una conquista di civiltà che aveva ridefinito l'assetto dei rapporti sindacali e politici nel nostro Paese". Così il presidente del Senato, Pietro Grasso, nel messaggio inviato alla famiglia D'Antona nel quindicesimo anniversario dell'omicidio del giurista.

      "Il suo impegno di studioso - aggiunge il presidente Grasso - ha segnato i momenti più significativi dell'evoluzione del diritto del lavoro degli ultimi vent'anni. Nella sua intensa attività ha sempre avuto un unico punto di riferimento: la tutela del lavoratore inteso come persona, i cui diritti devono essere salvaguardati dentro e fuori i luoghi di lavoro".

      "A noi il compito - conclude il presidente del Senato - non solo di ricordare e di onorare la sua memoria, ma di fare dei valori di Massimo D'Antona un punto di riferimento, perché l'insegnamento di questo coraggioso riformista ci sostenga nel portare avanti le riforme di cui il nostro Paese ha bisogno. Alla signora Olga e alla figlia Valentina, ai suoi amici, collaboratori e studenti, rivolgo oggi tutto il mio affetto e la mia stima".

    • Giovedì 15 Maggio 2014

      COMUNICATO DEL PRESIDENTE DEL SENATO

      A seguito degli articoli di stampa secondo i quali gli investigatori avrebbero accertato, nel corso di pedinamenti, che il Signor Primo Greganti avrebbe fatto ingresso in più occasioni in Senato, il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha scritto oggi al Procuratore della Repubblica di Milano richiedendo con urgenza informazioni più circostanziate in proposito.

      In particolare, si legge nella lettera, il presidente Grasso ha richiesto "ogni utile elemento di dettaglio riguardante le date e gli orari in cui il Signor Greganti sia stato eventualmente osservato fare ingresso o uscire da palazzi del Senato e indicazioni precise di quali specifici palazzi e ingressi si tratti".

      Il presidente ha comunque ritenuto utile convocare il Comitato per la Sicurezza del Senato al fine di valutare il sistema di accessi, le sue eventuali criticità e le possibili proposte di miglioramento.

    • Mercoledì 14 Maggio 2014

      "Quintino Sella Ministro delle Finanze". Domani presentazione del libro nella Biblioteca del Senato alla presenza del Capo dello Stato. Interviene il Presidente Grasso

      Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sarà presente all'incontro che avrà luogo domani, giovedì 15 maggio, nella Biblioteca del Senato, per la presentazione del libro "Quintino Sella Ministro delle Finanze. Le politiche per lo sviluppo e i costi dell'Unità d'Italia" di Fernando Salsano.

      Il convegno sarà aperto dal Presidente del Senato, Pietro Grasso. Interverranno il Presidente del Gruppo Banca Sella, Maurizio Sella, il prof. Gianni Toniolo e il prof. Franco Gallo. Sarà presente l'Autore.

      L'appuntamento è alle ore 17,30, nella Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva (piazza della Minerva).

    • Sabato 10 Maggio 2014

      Il Presidente del Senato Pietro Grasso chiama Calderoli e Gasparri: no alla querela

      Non bisogna travalicare i limiti della contesa politica e rispettare le istituzioni, questo il senso della telefonata del presidente Grasso ai vice presidenti Gasparri e Calderoli.

      "Come ieri, sono intervenuto con forza a difesa della serietà e della competenza degli uffici del Senato e delle prerogative dei senatori, perché ritengo che la difesa delle Istituzioni sia irrinunciabile. Oggi ho chiamato i vicepresidenti Gasparri e Calderoli per chiedere loro di fare un passo indietro rispetto all'idea della querela al Presidente del Consiglio. Il dibattito tra maggioranza e opposizione, anche in campagna elettorale, non può e non deve arrivare al conflitto e alla delegittimazione tra le Istituzioni fino al punto di pensare di rimettere all'autorità giudiziaria temi che possono essere mantenuti all'interno di un dibattito pre-elettorale".

    • Mercoledì 30 Aprile 2014

      Presidenti di Senato e Camera: nomina dei componenti dell'Ufficio Parlamentare di Bilancio

      Non appena completata la selezione da parte delle Commissioni Bilancio, il Presidente del Senato Pietro Grasso e la Presidente della Camera Laura Boldrini si sono incontrati a Montecitorio per procedere, secondo quanto previsto dall'articolo 16 della Legge 24 dicembre 2012, n. 43, alla nomina dei tre membri dell'Ufficio Parlamentare di Bilancio.

      L'eccellente lavoro delle Commissioni di Camera e Senato, che hanno selezionato dieci nominativi di altissimo profilo secondo i criteri di riconosciuta indipendenza e comprovate competenza ed esperienza in materia di economia e finanza pubblica sia a livello nazionale che internazionale previsti dalla legge, ha reso molto difficile la scelta ai due Presidenti.

      Tra i nominativi inseriti nella rosa delle Commissioni i Presidenti Pietro Grasso e Laura Boldrini hanno deciso di nominare Giuseppe Pisauro - con funzioni di presidente - Chiara Goretti e Alberto Zanardi.

      A loro vanno i più sentiti auguri di buon lavoro.

    • Lunedì 28 Aprile 2014

      Expo 2015: domani il Presidente Grasso interviene alla presentazione del Padiglione dedicato alla società civile

      L'Expo di Milano sarà la prima Esposizione Universale ad ospitare un Padiglione dedicato alle organizzazioni nazionali e internazionali della società civile. Domani, martedì 29 aprile, il Presidente del Senato, Pietro Grasso, aprirà con il suo intervento l'incontro in programma alle ore 11 in Sala Zuccari (Palazzo Giustiniani), dedicato alla presentazione del "Padiglione della Società Civile Expo Milano 2015 - Cascina Triulza".

      Dopo il Presidente Grasso, interverranno il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, il Presidente della Fondazione Triulza, Sergio Silvotti, il Direttore Affari Istituzionali Expo 2015, Roberto Arditti, e il Direttore del "Padiglione Società Civile - Cascina Triulza", Chiara Pennasi.

    • Sabato 19 Aprile 2014

      Il messaggio dei Presidenti Grasso e Boldrini al Presidente della Repubblica

      I Presidenti di Senato e Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini hanno inviato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il seguente messaggio in occasione del primo anno della Sua rielezione:

      "Ad un anno dalla seduta comune delle Camere che portò alla Sua rielezione, intendiamo rinnovarLe i sensi della più alta gratitudine, nostra e del Parlamento che rappresentiamo. La disponibilità da Lei offerta a continuare il servizio al Paese in una fase tanto delicata della vita politica e istituzionale è stata ed è una risorsa preziosa, sulla quale anche le Camere hanno potuto far leva per avviare l'elaborazione delle riforme che al nostro sistema sono necessarie.

      Non solo il Parlamento, ma il Paese intero sa di poter contare su di Lei, e per questo continua ad avere nella Sua Presidenza il più solido e condiviso punto di riferimento."

    • Lunedì 14 Aprile 2014

      Senato. Il Presidente Grasso ha incontrato il Presidente del Parlamento somalo Jawari

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi, a Palazzo Giustiniani, il Presidente del Parlamento della Repubblica Federale della Somalia, Mohamed Sheik Osman Jawari.

    • Lunedì 14 Aprile 2014

      Presidente Grasso interviene oggi alla presentazione dell'Osservatorio mediterraneo sulla criminalità organizzata e le mafie

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, interverrà oggi alla presentazione dell'Osservatorio mediterraneo sulla criminalità organizzata e le mafie (Omcom), promosso dalla Fondazione Caponnetto e dalla Fondazione Mediterraneo.

      "Omcom: un Osservatorio per una visione geopolitica della lotta alla criminalità organizzata": questo il titolo dell'incontro che avrà luogo in Sala Zuccari (Palazzo Giustiniani) a partire dalle ore 15.

      Sono previsti gli interventi del Presidente della "Fondazione Caponnetto" Salvatore Calleri, del Presidente della "Fondazione Mediterraneo" Michele Capasso, di Elisabetta Caponnetto e Enrico Granara.

      Il convegno sarà trasmesso in diretta dal canale satellitare e dalla webtv del Senato.

    • Giovedì 10 Aprile 2014

      Anniversario disastro Moby Prince. Il Presidente Grasso: "Accertare tutta la verità"

      "Desidero rinnovare la mia vicinanza e il mio affetto alle famiglie colpite ed esprimere il mio più profondo cordoglio per le vittime di quel terribile incidente." Così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in un messaggio inviato ai familiari delle vittime, in occasione del ventitreesimo anniversario del disastro della Moby Prince.
      "Non potremo mai dimenticare quella notte del 10 aprile 1991 - prosegue il Presidente Grasso - nella quale 66 membri dell'equipaggio e 75 passeggeri persero la vita inghiottiti dalle fiamme a largo del porto di Livorno, nel corso della più grave tragedia che abbia colpito la Marina mercantile italiana dal secondo dopoguerra. Le istituzioni e la società civile hanno il dovere di rimanere al fianco dei famigliari delle vittime, facendo chiarezza su quanto avvenuto."
      " Mi auguro che anche il Parlamento - conclude il Presidente del Senato - sappia dare il proprio contributo, utilizzando tutti gli strumenti a sua disposizione per poter accertare tutta la verità su una strage che per molti aspetti resta avvolta nel mistero."

    • Giovedì 10 Aprile 2014

      Il Presidente Grasso a Praga. Oggi l'incontro con il Presidente della Repubblica Ceca. Lotta alla corruzione, intervento al "World Forum on Governance"

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, incontrerà alle 15,30 di oggi il Presidente della Repubblica Ceca, Miloš Zeman, al Castello di Praga. Successivamente, alle 16,15 è previsto il colloquio con il Presidente del Senato, Milan Stěch. Sono questi i due appuntamenti centrali della giornata odierna, nell'ambito della visita del Presidente Grasso nella capitale della Repubblica Ceca.

      Oggi, prima dell'incontro con il Presidente della Repubblica, Pietro Grasso interverrà alla Seconda Sessione Plenaria del "World Forum on Governance" sulla corruzione, organizzato dalla Brookings Institution. Il Forum si svolge presso l'Hotel Augustine, con inizio previsto alle ore 13,30. Al termine del suo intervento, il Presidente Grasso risponderà alle domande del moderatore Norm Ornestein e del pubblico.

      Nella giornata di domani, venerdì 11 aprile, alle ore 10, il Presidente Grasso sarà di nuovo al Castello di Praga per partecipare alla Sessione inaugurale della Conferenza celebrativa del decimo anniversario di adesione della Repubblica Ceca all'Unione europea.

      Alle ore 12 circa, il Presidente del Senato assisterà alla Sessione conclusiva del "World Forum on Governance" sulla corruzione.

      La giornata si concluderà alle 19,15, nella sede dell'Ambasciata d'Italia a Praga, dove il Presidente Grasso avrà modo di visitare l'allestimento della mostra dedicata a Tiziano Vecellio.

    • Mercoledì 2 Aprile 2014

      Gabriella Muscolo nominata componente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato. Comunicato congiunto Camera e Senato

      Il Presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso, e la Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, con determinazione in data odierna, adottata d'intesa tra loro, hanno nominato componente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato la dottoressa Gabriella Muscolo, magistrato presso il Tribunale di Roma ove svolge le funzioni di giudice del Tribunale dell'impresa e giudice presso la sezione specializzata per la proprietà industriale, con competenza interna in materia di diritto della proprietà industriale e intellettuale, diritto della concorrenza e diritto degli appalti comunitari.

      I componenti dell'Autorità sono scelti, secondo quanto previsto dalla legge istitutiva (legge n. 287/1990), tra persone di notoria indipendenza tra i magistrati del Consiglio di Stato, della Corte dei Conti o della Corte di Cassazione, i professori universitari ordinari di materie economiche o giuridiche, e le personalità provenienti da settori economici dotate di alta e riconosciuta professionalità.

      La dott.ssa Muscolo, in magistratura dal 1985, nominata nel 2005 magistrato di Cassazione, sin dall'inizio della sua carriera ha trattato questioni relative alla materia commerciale, bancaria, societaria e contrattuale, nonché al diritto dei consumatori, alla proprietà industriale e intellettuale e all'antitrust. Ha preso parte a commissioni ministeriali e ha più volte rappresentato l'Italia, in sede europea e in sede internazionale, con riferimento alle materie del mercato e della libera circolazione delle persone e delle società.

      Nel 2009 è stata nominata, per due successivi mandati triennali, membro della Camera allargata dell'Ufficio europeo dei Brevetti. Nel corso degli anni ha svolto in modo costante attività di formazione per i magistrati anche nel quadro di progetti della Commissione europea.

      È autrice di numerose pubblicazioni di diritto societario, industriale e della concorrenza, di antitrust.

    • Domenica 30 Marzo 2014

      Gerardo D'Ambrosio. Grasso: dolore per la scomparsa di un servitore dello Stato, protagonista della vita civile e istituzionale del Paese.

      E' con vero dolore che apprendo della scomparsa di Gerardo D'Ambrosio: un servitore dello Stato, protagonista della vita civile e istituzionale del Paese.
      Magistrato capace, autorevole, universalmente apprezzato, è stato in prima linea in inchieste e processi che hanno segnato la vita della Repubblica: dalle inchieste sulla strage di piazza Fontana a quella sul caso Pinelli, dai primi processi di terrorismo all'istruttoria sulla bancarotta del Banco Ambrosiano, sino alle inchieste su Tangentopoli.
      La sua riconosciuta competenza e professionalità lo hanno portato fino ai vertici della Procura della Repubblica di Milano, che ha guidato con indiscusso prestigio. Chiusa la sua carriera di magistrato nel 2002 per raggiunti limiti di età, ha proseguito il suo impegno al servizio delle Istituzioni come Senatore della Repubblica dal 2006 al 2013.
      Componente della Commissione Giustizia, apprezzato da colleghi di partito e avversari, nonostante i suoi problemi di salute, sino all'ultimo, senza risparmiarsi, si è impegnato da legislatore a difesa dei valori costituzionali con dedizione e passione.
      Il Senato ne ricorderà in modo adeguato la figura e il ruolo.

    • Sabato 22 Febbraio 2014

      Martedì 25 febbraio il Presidente Grasso interviene alla presentazione del libro "Giovanni Spadolini: la questione ebraica e lo Stato d'Israele"

      Sarà il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ad aprire l'incontro dedicato alla presentazione del libro di Valentino Baldacci "Giovanni Spadolini: la questione ebraica e lo Stato d'Israele - Una lunga coerenza", in programma martedì 25 febbraio, alle ore 17, presso la Biblioteca del Senato che prende il nome proprio dall'ex Presidente di Palazzo Madama.

      Interverranno l'Autore, il senatore Luigi Compagna, Stefano Folli, il Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Renzo Gattegna, il Presidente dell'ABI Antonio Patuelli, il Consigliere dell'Ambasciata di Israele Amit Zarouk. L'incontro sarà coordinato da Cosimo Ceccuti, Presidente della Fondazione Spadolini Nuova Antologia.

    • Venerdì 21 Febbraio 2014

      Colloquio telefonico tra Presidente Grasso e Matteo Renzi

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha augurato buon lavoro a Matteo Renzi nel corso di un cordiale colloquio telefonico.

      Il Presidente Grasso ha quindi confermato l'appuntamento di lunedì 24 febbraio alle ore 14 nell'Aula del Senato per il dibattito sulla fiducia al nuovo Governo.

    • Venerdì 21 Febbraio 2014

      Il sito open data del Senato presentato all'International Open Data Day

      Il Presidente Grasso: "Una nuova sfida nel segno della trasparenza"

      "Il termine 'trasparenza' acquista oggi nuovi significati. Essere presenti in Rete con un sito continuamente aggiornato e arricchito di informazioni è il primo passo, necessario ma non più sufficiente". E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Pietro Grasso, alla vigilia del secondo International Open Data Day che si svolge domani, 22 febbraio, con decine di appuntamenti in 4 continenti. In Italia esperti e appassionati del settore si riuniranno negli incontri programmati in diverse città, con un convegno che funzionerà da punto di raccordo a Roma, nella sede dell'Archivio Centrale dello Stato. Il Senato parteciperà all'Open Data Day, come già lo scorso anno, illustrando le iniziative di Palazzo Madama in questo settore, a partire dal sito dati.senato.it.

      "Il progresso tecnologico - afferma ancora il Presidente del Senato - pone nuove sfide, in primo luogo alle Istituzioni che devono rispondere aprendo i propri archivi e fornendo informazioni in formati standard e secondo protocolli internazionali che favoriscono l'interscambio, la rielaborazione e il riutilizzo dei dati. E' quanto sta facendo il Senato della Repubblica, con il sito dati.senato.it che aggiunge un nuovo e importante tassello ad una offerta informativa già molto importante e apprezzata, basata sulle banche dati e sul motore di ricerca del sito www.senato.it che ogni giorno, da quasi 20 anni, rispondono alle interrogazioni di un numero crescente di utenti".

      Il sito dati.senato.it, come si legge nella homepage, fornisce "aggiornamenti quotidiani di informazioni liberamente utilizzabili (dati aperti) che riguardano ogni aspetto dell'attività politica e istituzionale: i disegni di legge con il loro iter, le votazioni elettroniche d'Aula, le Commissioni, i Gruppi parlamentari e tante altre informazioni". Si tratta di "una base informativa messa a disposizione di cittadini, ricercatori, giornalisti e sviluppatori per analizzare e condividere la conoscenza di cosa viene proposto, discusso e votato dai rappresentanti del popolo nella Camera alta del Parlamento italiano".

      I dati sono disponibili in formato Linked Data e rilasciati in licenza Creative Commons per il libero riuso. L'architettura tecnologica è basata su standard e migliori pratiche internazionali per consentire, ad esempio, lo sviluppo di "app" indipendenti e di terze parti, contenenti informazioni aggiornate in tempo reale.

      Il sito, attivo sperimentalmente da oltre un anno, ha ricevuto una importante menzione nel rapporto di EPSI Platform, iniziativa della Commissione europea per la diffusione degli Open Data e delle informazioni del settore pubblico, che segnala dati.senato.it come la novità più significativa in Italia insieme all'analogo servizio dell'Inps.

      dati.senato.it »
      Il sito dell'Open Data Day (Italia) »

      Il sito dell'International Open Data Day »

      Linked Open Data Italia »

      Epsi Platform »

    • Mercoledì 19 Febbraio 2014

      Il Presidente Grasso riceve il Re e la Regina dei Belgi

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi pomeriggio a Palazzo Giustiniani il Re Filippo e la Regina Mathilde dei Belgi in visita ufficiale in Italia. Erano presenti all'incontro il Primo Ministro del Belgio, Elio Di Rupo, e il Ministro degli Affari Esteri, Didier Reynders.

    • Lunedì 17 Febbraio 2014

      Il Presidente Grasso riceve Matteo Renzi

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto a Palazzo Madama Matteo Renzi. Il Segretario del Partito Democratico ha informato il Presidente Grasso di aver ricevuto dal Capo dello Stato l'incarico di formare il nuovo Governo.
      Il colloquio è durato circa 35 minuti.

    • Mercoledì 12 Febbraio 2014

      Il Presidente Grasso riceve il Segretario di Stato Parolin

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi pomeriggio nel suo ufficio a Palazzo Madama il Segretario di Stato di Sua Santità, S.E. Mons. Pietro Parolin. Al termine dell'incontro, il Presidente Grasso e Mons. Parolin si sono recati insieme all'incontro che era in corso in Sala Zuccari, a Palazzo Giustiniani, sul tema "A trent'anni dal nuovo Concordato. 1984-2014".

    • Sabato 8 Febbraio 2014

      Il Presidente Grasso a Trieste per le cerimonie del Giorno del Ricordo

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, sarà a Trieste nel pomeriggio di lunedì 10 febbraio per le cerimonie in occasione del Giorno del Ricordo.

      Alle ore 14,45 circa, il Presidente Grasso deporrà una corona al Monumento Nazionale della Foiba di Basovizza, alla presenza delle autorità locali: il Prefetto di Trieste, Francesca Adelaide Garufi, il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, il Sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, e la Presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat.

      Alle 15,10 il Presidente del Senato sarà in Piazza della Libertà per la deposizione di una corona al Monumento all'Esodo in ricordo dei trecentocinquantamila esuli italiani dall'Istria, da Fiume e dalla Dalmazia. Subito dopo, il Presidente interverrà alla cerimonia prevista a Palazzo del Governo, con le autorità locali.

      Successivamente, al Palazzo del Comune, il Presidente Grasso prenderà la parola nella sala del Consiglio Comunale durante la seduta solenne convocata in occasione del Giorno del Ricordo.

      Infine, alle 16,45 circa, presso l'Hotel Savoia Excelsior Palace, il Presidente del Senato incontrerà i giovani che partecipano al Laboratorio di informazione politica "20Lab" e interverrà all'incontro sul tema "Lo Stato siamo noi. Legalità e cittadinanza attiva nella società e nelle Istituzioni". L'incontro è aperto al pubblico.

    • Giovedì 6 Febbraio 2014

      Il Presidente Grasso a Tunisi: rappresenterà Napolitano alla sessione straordinaria dell'Assemblea Costituente per l'entrata in vigore della nuova Costituzione

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, rappresenterà il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, alla Sessione straordinaria dell'Assemblea Nazionale Costituente della Repubblica di Tunisia in occasione dell'entrata in vigore della nuova Costituzione.

      Il Presidente Grasso sarà accolto dal Presidente della Repubblica Tunisina, Moncef Marzouki, al suo arrivo all'aeroporto di Tunisi, alle ore 17 di oggi, giovedì 6 febbraio e gli consegnerà un messaggio del Presidente Napolitano. Alle 18, a Palazzo del Bardo, è previsto l'incontro con il Presidente dell'Assemblea Nazionale Costituente, Mustapha Ben Jaafar.

      Domani, venerdì 7 febbraio, alle ore 10 avrà inizio la Sessione straordinaria dell'Assemblea Nazionale Costituente. Dopo i discorsi di benvenuto delle Autorità tunisine, prenderanno la parola gli invitati: il Presidente Grasso, i Capi di Stato e i Capi delle numerose delegazioni nazionali. Tra gli altri, è prevista la presenza del Presidente francese François Hollande e del Presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy.

      Al termine della cerimonia, intorno alle 14,30 circa si terrà un pranzo ufficiale al palazzo presidenziale e successivamente un incontro tra il Presidente Grasso e il Presidente della Repubblica Marzouki.

    • Mercoledì 5 Febbraio 2014

      Senato parte civile nel processo "compravendita di senatori"

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, dopo aver ascoltato i diversi orientamenti espressi dai componenti del Consiglio di Presidenza, ha dato incarico all'Avvocatura dello Stato di rappresentare il Senato della Repubblica quale parte civile nel processo sulla c.d. "compravendita di senatori" che inizierà il prossimo 11 febbraio presso il Tribunale di Napoli.

      Il Presidente ha ritenuto che l'identificazione, prima da parte del Pubblico Ministero poi del Giudice, del Senato della Repubblica italiana quale "persona offesa" di fatti asseritamente avvenuti all'interno del Senato, e comunque relativi alla dignità dell'Istituzione, ponga un ineludibile dovere morale di partecipazione all'accertamento della verità, in base alle regole processuali e seguendo il naturale andamento del dibattimento.

    • Giovedì 30 Gennaio 2014

      Caso Marò: Presidente Grasso incontra parlamentari della missione in India

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi, nel suo ufficio a Palazzo Madama, la delegazione di senatori e deputati delle Commissioni Esteri e Difesa dei due rami del Parlamento che si sono recati in India, lunedì e martedì scorso, per incontrare i due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti nel Paese asiatico. I parlamentari hanno esposto al Presidente Grasso i dettagli della missione e dell'incontro con i due militari.

    • Martedì 28 Gennaio 2014

      Le felicitazioni del Presidente Grasso alle Autorità e al popolo tunisino per l'adozione della nuova Costituzione

      "A nome mio personale e del Senato della Repubblica Italiana, vorrei trasmettere le più vive felicitazioni alle Autorità e al popolo tunisino per l'avvenuta adozione della nuova Costituzione da parte dell'Assemblea Nazionale Costituente". Così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in un messaggio rivolto al Presidente dell'Assemblea Nazionale Costituente della Repubblica tunisina Mustapha Ben Jaafar.

      "L'approvazione di questo documento rappresenta un passaggio fondamentale per il consolidamento della transizione democratica. La nuova Costituzione non solo contribuirà a rafforzare la legittimazione democratica delle istituzioni, ma offrirà una più solida cornice normativa a garanzia dei diritti fondamentali dei cittadini e delle cittadine tunisini. Sono questi - prosegue il Presidente Grasso - i risultati per i quali il popolo tunisino si è battuto coraggiosamente, liberandosi dal giogo della dittatura".

      "Questo storico successo testimonia l'impegno che ha contraddistinto l'azione delle forze politiche tunisine che, con encomiabile maturità, non hanno mai abbandonato la via del dialogo e del confronto costruttivo, credendo fino in fondo nella forza nella mediazione".

      "Mi rallegro - conclude il Presidente Grasso - anche per la formazione del nuovo Governo guidato dal Premier Mehdi Jomaa, altra tappa fondamentale del processo di transizione. A questo percorso verso il consolidamento delle istituzioni democratiche l'Italia non ha fatto mancare, e non farà mancare in futuro, il proprio sostegno. Sono certo che il successo del processo di transizione della Tunisia sarà d'esempio e di stimolo anche per gli altri Paesi della regione".

    • Giovedì 23 Gennaio 2014

      Elicottero caduto. Il cordoglio del Presidente Grasso

      "È con profondo dolore che ho appreso la notizia del gravissimo incidente, avvenuto nella tarda mattinata di oggi nel viterbese nel quale, durante un volo di addestramento, hanno perso la vita il Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris, Comandante dell'Aviazione dell'Esercito, e il Tenente Paolo Lozzi". E' quanto scrive il Presidente del Senato, Pietro Grasso, nel messaggio inviato all'Amm. Luigi Binelli Mantelli, Capo di Stato Maggiore della Difesa con il quale esprime le sue più sentite condoglianze e il suo affetto ai familiari delle vittime e all'intera Aviazione dell'Esercito.

      "L'Italia - prosegue il Presidente del Senato - perde oggi due valorosi servitori dello Stato. Un uomo di grande esperienza e di profondo coraggio, il Generale Calligaris fino a settembre 2012 aveva svolto l'incarico di Capo del Reparto Operazioni presso il Comando Operativo di vertice interforze, distinguendosi nelle più importanti operazioni dell'Esercito italiano in Libano, Kosovo, Afghanistan e Haiti. Una vita dedicata fin da giovanissimo a servire il suo Paese con abnegazione e devozione. Insieme a lui perdiamo il Tenente allievo pilota Paolo Lozzi, un giovane militare all'inizio della sua carriera".

    • Lunedì 20 Gennaio 2014

      Scomparsa Claudio Abbado: il cordoglio del Presidente Grasso

      E' con profondo dolore che ho appreso la notizia della scomparsa di Claudio Abbado. Oggi perdiamo uno dei maggior protagonisti della vita artistica e culturale degli ultimi decenni. Nella sua vita, dedicata costantemente con straordinaria passione alla musica, ha avuto la responsabilità della direzione stabile e musicale delle più prestigiose istituzioni musicali del mondo, dalla Scala di Milano, alla Berliner Philharmoniker, alla London Symphony Orchestra. Instancabile fondatore di orchestre giovanili, profuse tutto il suo impegno per la divulgazione e la conoscenza della musica anche a favore dei giovani e delle categorie sociali tradizionalmente più emarginate, inaugurando alla Scala di Milano i concerti per studenti e lavoratori. Il suo soggiorno in Venezuela, dove la musica ha una profonda valenza sociale, lo convinse che la musica potesse essere lo strumento in grado di salvare i giovani da un futuro di povertà e criminalità. Per questo, tornato in Italia, lanciò il progetto del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili in Italia, che quest'anno si è esibito in Senato in occasione del tradizionale concerto di Natale. La sua nomina a senatore a vita ha rappresentato il dovuto riconoscimento di un lungo e tenace impegno nel mondo della cultura e del sociale. L'Italia perde un grande uomo, ma la sua figura e la sua testimonianza civile continueranno a costituire un motivo di ammirazione e orgoglio per il nostro paese.

    • Giovedì 9 Gennaio 2014

      Il Presidente Grasso riceve il Commissario per la spending review: illustrate le misure di riduzione delle spese del Senato

      Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto oggi nel suo ufficio di Palazzo Madama il Commissario straordinario alla revisione della spesa Carlo Cottarelli.

      Durante l'incontro il Presidente ha illustrato i risultati raggiunti in termini di riduzione di spese di Palazzo Madama, le iniziative di razionalizzazione dei costi in corso e le linee di indirizzo per gli ulteriori risparmi previsti per il 2014.

Archivio dei comunicati



Informazioni aggiuntive

FINE PAGINA

vai a inizio pagina