Attività non legislative

Si tratta di un insieme variegato di attività e documenti non strettamente riconducibili all'ambito legislativo: attività consultive, conoscitive, di indirizzo, di controllo, di inchiesta, di gestione interna del Senato, ecc., documenti non legislativi.

I Documenti sono tutti gli atti di natura eterogenea, diversi dai disegni di legge e dagli atti di sindacato ispettivo, prodotti dal Senato (singoli senatori o organi del Senato) o pervenuti al Senato da organi esterni (Presidente della Repubblica, ministeri, organi comunitari, regioni, autorità giudiziaria, singoli cittadini, ecc.).

La maggior parte delle diverse tipologie di documento è identificata da un numero romano (la numerazione è sostanzialmente la stessa da una legislatura all'altra).

Ad esempio, il documento I si riferisce ai messaggi inviati alle Camere dal PdR, il II raccoglie le proposte di modifica al regolamento del Senato, il XXIII identifica le relazioni delle commissioni bicamerali d'inchiesta.

Tradizionalmente, alcune tipologie di documento non sono contraddistinte da un numero romano (cosiddetti documenti non numerati): tra queste, ad esempio, la categoria degli atti del Governo sottoposti a parere parlamentare.

All'interno di ciascuna categoria, numerata e non, ogni singolo atto o documento è identificato da un numero arabo progressivo.

Le Procedure non legislative, analogamente a quanto attiene ai documenti, comprendono sostanzialmente tutte le attività dell'Assemblea e delle Commissioni non riconducibili all'attività legislativa in senso stretto.

Si pensi ad esempio, all'attività consultiva delle commissioni sugli atti del Governo (pareri su schemi di decreto, pareri su nomine), oppure alle indagini conoscitive svolte dalle commissioni o al rapporto di fiducia con il Governo.

Si tratta, evidentemente, di "iter" eterogenei, raggruppati in diverse tipologie che fanno riferimento a precisi articoli del Regolamento del Senato.

Rapporto tra procedure e documenti

Molte procedure nascono da documenti, di cui costituiscono l'iter (ad esempio alla tipologia di documento "Atti del governo sottoposti a parere parlamentare" corrisponde la tipologia procedurale "parere su atti del governo"); · alcune procedure "generano" documenti (la procedura "indagini conoscitive" si conclude con un documento conclusivo, corrispondente al documento XVII); · altre tipologie di procedure, di solito attinenti al funzionamento degli organi parlamentari, non hanno alcun collegamento con documenti (calendario dei lavori, comunicazioni del Presidente, discorsi di circostanza, sui lavori del Senato o delle commissioni, ecc.)

Informazioni aggiuntive

FINE PAGINA

vai a inizio pagina