Assemblea - Comunicato di seduta (Resoconto sommario)

Giovedì 15 Aprile 2021 - 316ª Seduta pubblica

(La seduta ha inizio alle ore 15:09)

La seduta è dedicata allo svolgimento di interrogazioni a risposta immediata.

Il Ministro per il Sud e la coesione territoriale Mara Carfagna ha risposto all'interrogazione (3-02431), illustrata dal sen. Magorno (IV-PSI), sugli investimenti in opere e risorse umane in favore del Mezzogiorno: nella nuova versione del PNRR è stato introdotto un capitolo specifico per il Mezzogiorno ed è previsto un pacchetto di 600 milioni di euro per le zone speciali; il Ministero sta inoltre concentrando i suoi interventi sui cosiddetti ecosistemi dell'innovazione, per i quali sono previsti 300 milioni. Il piano di assunzioni nella pubblica amministrazione è solo un primo passo per irrobustire la capacità progettuale e gestionale nel Mezzogiorno.

Il Ministro per il Sud ha risposto all'interrogazione (3-02430), illustrata dal sen. Pittella (PD), sulla realizzazione di asili per l'infanzia al Sud: la legge di bilancio del 2020 ha costituito un fondo per finanziare la realizzazione di asili nido. Il Ministro ha assicurato che alle aree territoriali svantaggiate sarà riservata una percentuale non inferiore al 60 per cento delle risorse; chiederà inoltre una modifica normativa che assicuri la presenza del Ministro per il Sud nella cabina di regia.

Il Ministro Carfagna ha poi risposto all'interrogazione (3-02428), illustrata dalla sen. Giammanco (FI), su iniziative al Sud Italia da finanziare attraverso il programma europeo "REACT-EU": 17 miliardi del programma europeo aggiuntivo sono stati destinati all'Italia, 8,5 miliardi al Mezzogiorno per finanziare decontribuzione, interventi sulla dispersione delle acque, politiche attive del lavoro, potenziamento della connettività.

Il Ministro per il Sud e la coesione territoriale ha risposto all'interrogazione (3-02429), illustrata dalla sen. Ricciardi (M5S), sulla quota di investimenti spettante al Mezzogiorno anche con riferimento al PNRR: la quota di investimenti per il Sud nel PNRR è passata dal 34 per cento iniziale al 40 per cento. La missione mobilità sostenibile e infrastrutture raggiunge la quota del 50 per cento, ma le risorse potranno aumentare. Il Ministro ha assicurato la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni (LEP), a partire dal sociale e dall'infanzia.

Il Ministro dell'interno Luciana Lamorgese ha risposto all'interrogazione (3-02424), illustrata dal sen. Balboni (FdI), sulle attuali criticità nella gestione del fenomeno migratorio: il contenimento dei flussi migratori dipende da un approccio condiviso con i paesi di transito e da un rilancio del coordinamento europeo. Il principale strumento operativo è il pattugliamento marittimo di Frontex. Il Ministro ha assicurato che i migranti sono sottoposti ai protocolli sanitari, che prevedono quarantena e tamponi. L'interrogante si è dichiarato insoddisfatto: i flussi sono aumentati dopo lo smantellamento dei decreti sicurezza. L'Italia dovrebbe assumere una misura analoga a quella adottata dalla Spagna, e approvata dalla Corte dei diritti europea, che prevede l'esclusiva presentazione della richiesta di asilo presso le ambasciate.

Il Ministro dell'interno ha poi risposto all'interrogazione (3-02427), illustrata dal sen. Durnwalder (Aut), sull'indennità di bilinguismo spettante al personale della Polizia di Stato operante nella provincia di Bolzano.

Il Ministro Lamorgese ha risposto all'interrogazione (3-02425), illustrata dal sen. Ruotolo (Misto-LeU), sull'ingerenza della criminalità organizzata nell'area di Castellammare di Stabia e Torre del Greco a Napoli: il contesto di Castellammare di Stabia è monitorato, il prefetto invierà al Ministro una relazione per valutare l'esercizio dei poteri di accesso previsti dal testo unico sull'ordinamento degli enti locali. Anche per Torre del Greco sono in corso analoghi approfondimenti.

Il Ministro dell'interno ha risposto infine all'interrogazione (3-02426), illustrata dal sen. Vescovi (L-SP), sull'aumento dei flussi migratori irregolari dalla Libia: è in corso a livello europeo una discussione per definire un nuovo patto su migrazione e asilo, che risponda a principi di responsabilità e solidarietà. Il Governo è impegnato anche sul fronte dei ricollocamenti, che sono stati bloccati dalla pandemia. La stabilizzazione della Libia e lo svolgimento di elezioni a dicembre aprono nuove prospettive di collaborazione.

(La seduta è terminata alle ore 16:19 )

FINE PAGINA

vai a inizio pagina