«
»

Giovedì 14 Gennaio 2021 - 292ª Seduta pubblica

(La seduta ha inizio alle ore 09:30)

La seduta è dedicata al sindacato ispettivo.

Il Sottosegretario di Stato per le politiche agricole L'Abbate ha risposto all'interrogazione 3-01165, del sen. Calandrini (FdI) ed altri, sulle politiche di contrasto alla contraffazione alimentare, anche in relazione al trattato Ceta con il Canada. Il Sottosegretario ha negato l'inefficacia del trattato rispetto alla tutela dei prodotti alimentari di eccellenza, il Ceta ha riconosciuto 41 indicazioni geografiche e non ha modificato il quadro normativo europeo, che vieta la contraffazione e l'uso di ormoni nell'allevamento animale. Il sen. Calandrini (FdI) si è dichiarato insoddisfatto, anche perché la risposta giunge con un anno di ritardo. Il Sottosegretario L'Abbate ha risposto a interrogazioni 3-01127, del sen. Comincini (IV) e altri, e 3-01563, della sen. Binetti (FI), sull'Associazione italiana alberghi per la gioventù. Il Sottosegretario di Stato per le politiche agricole L'Abbate ha risposto all'interrogazione 3-01825, della sen. Corrado (M5S) e altri, sulla demolizione di un bene architettonico di pregio a Giugliano in Campania (Napoli).

Il sen. Balboni (FdI) ha chiesto la sospensione dei lavori in attesa della soluzione della crisi di Governo, sottolineando che il Ministro dell'agricoltura si è dimesso ieri e il Parlamento è al momento privo di un interlocutore. Alla richiesta si sono associati i sen. Arrigoni (L-SP) e Malan (FI), che ha invitato il Presidente del Consiglio a presentarsi in Parlamento o a salire al Quirinale per rassegnare le dimissioni. Il Vice Presidente La Russa ha risposto che la decisione spetta al Presidente del Senato, che sarà informato della richiesta. Il sen. Balboni (FdI) ha chiesto allora che il Presidente del Consiglio venga a chiarire la crisi in Parlamento. Il sen. Perilli (M5S) ha precisato che il Governo è ancora in carica. Il Presidente del Senato ha convocato la Conferenza dei Capigruppo alle ore 10.30 e, successivamente, alle 17. Ai sensi dell'articolo 151-bis del Regolamento, le interrogazioni a risposta immediata, previste alle ore 15, non hanno avuto luogo. La Conferenza dei Capigruppo ha stabilito che martedì 19 gennaio alle ore 9.30 il Presidente del Consiglio renderà comunicazioni sulla situazione politica. L'opposizione ha criticato la decisione, richiamando l'appello del Presidente della Repubblica a risolvere presto la crisi di Governo. Secondo il sen. Romeo (L-SP) il Presidente del Consiglio avrebbe dovuto fornire oggi stesso le comunicazioni. Secondo la sen. Bernini (FI) sarebbe stato più ragionevole fissare le comunicazioni lunedì. Secondo la sen. Rauti (FdI) il Presidente del Consiglio avrebbe dovuto dimettersi anziché puntare sulla formazione di una maggioranza debole e risicata.

(La seduta è terminata alle ore 20:54 )

FINE PAGINA

vai a inizio pagina