Lettera del Presidente del Senato all'Ambasciatore del Regno Unito in Italia

Signor Ambasciatore,
con profonda commozione desidero rivolgere per suo tramite alla Famiglia Reale, alle Istituzioni e al Popolo britannico l’espressione del più sentito cordoglio per la scomparsa di Sua Maestà la Regina Elisabetta II del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri Reami e Territori.

La Regina Elisabetta è stata una delle più significative protagoniste della storia contemporanea, una figura che ha segnato profondamente il cammino britannico e del mondo intero tra i drammi e le ricostruzioni di quello che è stato definito il “secolo breve”, tra gli equilibri e le fratture geopolitiche del nuovo millennio.

Carattere, determinazione, acuto senso politico, pensiero illuminato, Elisabetta II ha accompagnato il suo popolo per oltre 70 anni, guidandolo attraverso i cambiamenti istituzionali e le evoluzioni sociali verso una modernità che non ha mai tralasciato il valore profondo della tradizione.

La ricorderemo come la "Regina", la sovrana di tutti, ammirata e amata per le sue caratteristiche uniche, per il suo stile inconfondibile e per quel senso di devozione al Paese che la ha accompagnata fino all'ultimo.

Sono certa che il suo esempio e la sua testimonianza sapranno guidare la monarchia britannica in questa delicata fase di transizione, garantendone la capacità di vegliare sulle sorti di una Nazione che appoggia le proprie radici su una tradizione costituzionale secolare e che oggi, al pari di molte democrazie europee, è chiamata ad affrontare sul piano interno, come su quello internazionale, sfide di portata epocale.

Con i sensi della mia partecipazione a questo momento di lutto nazionale.