Open menu Close menu
Salta al contenuto principale
Archivio delle notizie

Emergenza rifiuti in Campania: si del Senato al decreto-legge

L'Assemblea ieri ha approvato il ddl n. 3669 di "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 novembre 2005, n. 245, recante misure straordinarie per fronteggiare l'emergenza nel settore dei rifiuti nella regione Campania". L'iter del provvedimento prosegue alla Camera.

Premi di laurea "Carlo Leuzzi"

Anche per il 2006 il "Fondo Carlo Leuzzi" del Senato della Repubblica ha indetto un concorso per l'assegnazione di due premi di laurea, per laureati delle facolta di Scienze Politiche, Giurisprudenza, Lettere, Economia, Economia e Commercio o Sociologia, delle Universita "La Sapienza", "Tor Vergata" e "Roma Tre" di Roma, che abbiano svolto una tesi in una disciplina di indirizzo storico su argomenti relativi alla realta contemporanea, o di indirizzo giuridico su argomenti relativi al diritto costituzionale o al diritto parlamentare.

Ratifiche approvate

Nella seduta pomeridiana l'Aula ha dato il via libera definitivo a due ddl di ratifica: il n. 3661 di "Ratifica ed esecuzione dell'Accordo fra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo del Regno hascemita di Giordania di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica, fatto ad Amman il 23 settembre 1999, con annesso Scambio di Note integrativo, effettuato ad Amman il 12 novembre 2002 ed il 4 febbraio 2003" ed il n. 3662 di "Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di cooperazione culturale e scientifica tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Guatemala, fatto a Roma il 27 ottobre 2003".

Riforma del risparmio: si definitivo

Con 142 voti favorevoli e 24 contrari

L'Aula Con 142 voti favorevoli, 24 contrari e nessun astenuto, l'Assemblea ha approvato in via definitiva il disegno di legge n. 3328-B per la tutela del risparmio.
Nel corso della seduta antimeridiana, l'Assemblea ha votato la questione di fiducia che il ministro Tremonti aveva posto - a nome del Governo - sui due articoli modificati dalla Camera: l'articolo 19 (153 voti favorevoli e 65 contrari) e l'articolo 30 (152 favorevoli e 55 contrari).

Le norme relative all'articolo 19 incidono in modo particolare sull'organizzazione e sull'attivita della Banca d'Italia. In particolare, si prevede che il Governatore duri in carica sei anni e il mandato sia rinnovabile una sola volta. Gli atti emessi dagli organi della Banca d'Italia devono avere forma scritta e devono essere motivati. Vengono inoltre trasferiti al direttorio - costituito dal Governatore, dal Direttore generale e da due Vice direttori generali - la competenza sui provvedimenti con rilevanza esterna. Per quanto riguarda la nomina del Governatore, quest'ultimo viene nominato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d'Italia. Lo stesso procedimento viene previsto anche per il caso di revoca del Governatore. Infine, il testo prevede che per le operazioni di acquisizione e di concentrazione societaria bancaria sono necessarie sia l'autorizzazione della Banca d'Italia, sia l'autorizzazione dell'Autorita garante della concorrenza e del mercato.

L'articolo 30, invece, modifica gli articoli 2621 e 2622 del codice civile, in materia di false comunicazioni sociali (cosiddetto "falso in bilancio"). Innanzitutto e stato rivisto il trattamento sanzionatorio: si passa dalla pena della reclusione da uno a cinque anni inizialmente prevista alla pena dell'arresto fino a due anni. Quanto al regime di procedibilita, torna ad essere necessaria la querela della persona offesa.

Disciplina per l'accesso in magistratura

Nulla osta della 2a Commissione su schema di dlgs

Sullo schema di decreto legislativo recante modifica della disciplina per l'accesso in magistratura e della disciplina della progressione economica e delle funzioni dei magistrati (n. 559) la Commissione Giustizia ha formulato un parere favorevole con osservazioni.

Inappellabilita delle sentenze di proscioglimento

Con la relazione del sen. Centaro (FI), l'Assemblea ha avviato la discussione del ddl n. 3600, che modifica il codice di procedura penale sancendo l'inappellabilita delle sentenze di proscioglimento, gia approvato dalla Camera. La discussione generale avra luogo a partire dalla seduta antimeridiana di mercoledi 11 gennaio.

Riordino del CUN e ddl contro infibulazione: approvati definitivamente

L'Assemblea nella seduta pomeridiana ha approvato in via definitiva il ddl n. 3008-B, di riordino del Consiglio universitario nazionale, respingendo tutti gli emendamenti presentati al testo licenziato dalla Camera dei deputati.

Disco verde della Commissione Giustizia in sede deliberante poi per le disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile (Atto Senato 414-D).

Finanziaria: si definitivo

L'Assemblea ha approvato in via definitiva, la manovra finanziaria (ddl 3613-B) con 164 si, 105 no e nessun astenuto e il bilancio dello Stato (ddl 3614-B) con 163 voti favorevolie e 103 contrari.

Ddl contro infibulazione: via libera definitivo

Le disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile, proposte dal ddl 414-D, sono state approvate definitivamente dalla Commissione Giustizia in sede deliberante.

Schema di decisione di assegnazione delle quote di CO2 per il periodo 2005-2007

Le Commissioni riunite Industria e Ambiente, in sede consultiva su atti del Governo, hanno espresso parere favorevole allo Schema di decisione di assegnazione delle quote di CO2 per il periodo 2005-2007 (Atto n. 576).

Incidente ferroviario: Elio Catania in 8a Commissione

Il presidente delle Ferrovie, Elio Catania, e stato ascoltato oggi dall'ufficio di presidenza allargato della Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni a proposito dell'incidente sulla linea ferorviaria Roma-Cassino.

Decentramento Ministero della giustizia

Parere della 2a Commissione su schema di dlgs

La Commissione Giustizia ha espresso parere favorevole con osservazioni sullo schema di decreto legislativo recante "Individuazione delle competenze dei magistrati capi e dei dirigenti amministrativi degli uffici giudiziari nonche decentramento del Ministero della giustizia, in attuazione degli articoli 1, comma 1, lettera a) e 2, commi 1, lettere s) e t), e 12, della legge 25 luglio 2005, n.150" (n. 568).



Informazioni aggiuntive