«
»
Newsletter
a cura dell'Ufficio Stampa
e dell'Ufficio ricerche sulla legislazione
del Senato della Repubblica

La newsletter #ParlamentiWeb è una finestra aperta sull'attività di altri Parlamenti in Europa. Nasce per allargare lo sguardo oltre i confini nazionali e offrire a chi è interessato una selezione rapida e sintetica di alcuni argomenti discussi e affrontati a Strasburgo, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, così come riportati dai rispettivi siti web. Non è uno strumento di monitoraggio sistematico delle attività parlamentari dei Paesi presi in esame. Quindi non ha nessuna pretesa di completezza. E' aperta però al contributo diretto di chiunque sia interessato a segnalare notizie e novità utilizzando la piattaforma Twitter, con l'hashtag #ParlamentiWeb. La newsletter è curata dall'Ufficio stampa e internet e dall'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata del Senato.

17 Maggio 2019

  • --- In primo piano ---

    PARLAMENTO EUROPEO

    - Come lavora il Parlamento europeo

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    - "Il sistema non funziona": il governo fa marcia indietro sulla parziale privatizzazione dei servizi di gestione della libertà vigilata
    - Interrogazione sull'alto tasso di mortalità tra le persone con disabilità di apprendimento
    - Veterani di guerra, il governo propone: stop alle indagini se trascorsi 10 anni dalle azioni intraprese in battaglia
    - La sessione parlamentare più lunga dopo quella della guerra civile del 1642

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    - Il 21 maggio dibattito in Aula sulla politica estera del Regno Unito
    - Alta velocità: rapporto sul progetto "High Speed 2"

    FRANCIA - ASSEMBLÉE NATIONALE

    - Riforma della funzione pubblica
    - Referendum contro la privatizzazione di Aéroports de Paris
    - Riforma del regolamento dell'Assemblea

    FRANCIA - SÉNAT

    - Riforma della scuola
    - Adeguamento della Francia ai cambiamenti climatici verso il 2050
    - Valutazione dei rischi sanitari e ambientali. Rapporto presentato in Senato

    GERMANIA - BUNDESTAG

    - Question time con il Governo
    - Impiego delle forze armate tedesche nella missione Eunavfor Somalia ("Atalanta)
    - 70esimo anniversario della Legge Fondamentale
    - Unione europea: incontro della Commissione per gli affari europei del Bundestag con membri dei Parlamenti di Francia e Polonia
    - Secondo scrutinio per l'elezione del Vicepresidente del Bundestag
    - Relazione per l'anno 2018 della Commissione per le petizioni

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    - I rappresentanti delle massime cariche dello Stato rendono omaggio alla salma di Alfredo Pérez Rubalcaba, già Vice Presidente del Governo, Ministro, Deputato dalla V alla X Legislatura, Portavoce del Gruppo Socialista e Segretario Generale del Partito
    - Il Congresso celebra le figure di Josefina Carabias, pioniera del giornalismo politico spagnolo, e della cronista parlamentare Montse Oliva
    - Le Cortes Generali rendono omaggio alla Guardia Civil nel 175° anniversario della sua istituzione

    SPAGNA - SENADO

    - Prosegue il ciclo di conferenze organizzate dal Senato con l'Associazione di Scrittori con la Storia, i cui membri illustrano episodi della storia spagnola prendendo spunto dai dipinti posseduti dalla Camera Alta

    *****************************

    PARLAMENTO EUROPEO

    Benvenuti al Parlamento europeo
    Il Parlamento europeo agisce in qualità di colegislatore e condivide con il Consiglio il potere di adottare e modificare le proposte legislative e di decidere sul bilancio dell'UE. Vigila inoltre sull'operato della Commissione e degli altri organi dell'UE e coopera con i parlamenti nazionali degli Stati membri, che apportano il loro contributo. Tutto sul Parlamento europeo - poteri e procedure, organizzazione e funzionamento - in questa pagina.

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    "The system isn't working", statement on renationalisation of probation
    Nel 2014 era stato introdotta una parziale privatizzazione dei servizi che si occupano della gestione della libertà vigilata. Oggi il Governo ammette che il sistema non ha funzionato come ci si aspettava. Parlando alla Camera dei Comuni, il segretario alla giustizia, David Gauke, ha annunciato un ritorno nell'ambito del National Probation Service (NPS) della responsabilità dell'intera gestione dei detenuti che tornano nella società civile. Parlando a nome dell'opposizione, Richard Burgon, segretario della giustizia ombra, ha sottolineato: il governo è stato costretto ad affrontare la realtà e ad ammettere che il modello di libertà vigilata è irrimediabilmente fallito; sfortunatamente, però, questa inversione di marcia viene solo dopo aver messo a rischio la sicurezza pubblica e aver sperperato centinaia di milioni di sterline cercando di sostenere le imprese private inadempienti per la libertà vigilata.
    (Link)

    Urgent question on Learning Disabilities Mortality Review
    Il programma "The Learning Disability Mortality Review Programme" è stato istituito per migliorare la qualità dei servizi sanitari e di assistenza sociale per le persone con disabilità di apprendimento. In particolare, analizza le cause per cui le persone con disabilità di apprendimento hanno una durata della vita di gran lunga inferiore alla media nazionale. Il servizio sanitario nazionale - in collaborazione con l'Università di Bristol - mette a disposizione dei cittadini una pagina web (Mortality Review) attraverso la quale possono essere segnalati decessi di persone con disabilità di apprendimento. Interrogato sugli ultimi dati disponibili, il ministro di Stato per l'assistenza, Caroline Dinenage, ha dichiarato: "Ogni morte che avrebbe potuto essere prevenuta è una tragedia assoluta e non dobbiamo aggravare questa tragedia non imparando nessuna delle lezioni possibili che potrebbero migliorare l'assistenza fornita in futuro ed è per questo che il governo, in primo luogo, ha chiesto al NHS England di commissionare la Learning Disabilities Mortality Review". Dall'opposizione, Barbara Keeley ha risposto segnalando che sono almeno 3.000 famiglie in attesa di una risposta per le morti premature segnalate, sulle quali evidentemente non è stata fatta alcuna indagine.
    (Link)

    Government questioned on investigation of veterans who served during Troubles
    Dibattito in Aula il 16 maggio sull'annuncio del Ministero della Difesa di una proposta di legge per proteggere i veterani di guerra dal perseguimento delle azioni intraprese nella battaglia. Annunciando che le proposte saranno sottoposte a consultazione pubblica, il Segretario della Difesa Penny Mordaunt ha dichiarato che la legge, se approvata, impedirà di indagare sui veterani per le azioni intraprese in battaglia nel caso in cui siano trascorsi dieci anni dai fatti, a meno di "circostanze eccezionali". La legislazione proposta non si applicherebbe all'Irlanda del Nord, dove l'Accordo Stormont House del 2015 ha escluso l'amnistia o un termine di prescrizione per le uccisioni avvenute durante i "Troubles".
    (Link)

    Is this the longest parliamentary session ever?
    Il 7 maggio 2019 la sessione parlamentare in corso è diventata ufficialmente la più lunga sessione per giorni di seduta dopo la guerra civile inglese (1642-51): 298 giorni di seduta, 2.657 ore e 56 minuti. Ma che cos'è una sessione parlamentare? Una sessione parlamentare può essere paragonata all'anno accademico di un'università, o, se si vuole, ad una stagione sportiva. La sessione inizia quando la Regina apre il Parlamento e si conclude quando i rappresentanti della Regina visitano il Parlamento per annunciarne la fine. Per tutto il ventesimo secolo, il modello generale era che le sessioni iniziassero e terminassero in ottobre o novembre. Nel 2010, con l'introduzione del "Fixed-Term Parliaments Act", si decise fissare a maggio l'inizio della sessione parlamentare. All'argomento è dedicato un approfondimento della Biblioteca della Camera dei Comuni, con interessanti cenni storici sul Long Parliament: la sessione iniziata il 3 novembre 1640 e protrattasi, senza proroghe, per 3.322 giorni.
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    UK foreign policy report febated by Lords
    Martedì 21 maggio la Camera dei Lord discuterà la relazione della Commissione per le relazioni internazionali, sulla politica estera del Regno Unito. La Commissione sottolinea gli affari internazionali sono in una fase di sconvolgimento e, per affrontare le sfide e rafforzare l'influenza del Regno Unito, occorre sviluppare un approccio più agile, attivo e flessibile nella politica estera. Nella sua relazione, la Commissione pone l'accento, ad esempio, sulle profonde modifiche nelle relazioni tra Regno Unito e Stati Uniti: l'amministrazione statunitense ha preso una serie di decisioni su questioni di politica estera di alto profilo, come l'accordo nucleare e la politica commerciale con l'Iran, che minano gli interessi del Regno Unito. E' quindi probabile che il governo britannico dovrà fare meno affidamento sul raggiungimento di un approccio comune USA/Regno Unito alle principali sfide di politica estera.
    (Link)

    HS2 needs rethinking, says Lords Committee
    La Commissione per gli affari economici ha pubblicato la relazione "Ripensare l'alta velocità 2". La Commissione ritiene che il governo abbia compiuto scarsi progressi nel rispondere alle questioni sollevate nell'indagine del 2015, in particolare rispetto alla necessità di scegliere se concentrare gli investimenti sul programma "High Speed 2" (HS2) o sul miglioramento dei collegamenti ferroviari regionali nel nord del paese. La Commissione raccomanda che la parte settentrionale dell'HS2 - la seconda fase del progetto - dovrebbe essere combinata con Northern Powerhouse Rail e trattata come un unico programma, consentendo di dare la priorità agli investimenti laddove è più necessario. La Commissione esprime anche la propria preoccupazione sul fatto che i costi dell'HS2 sembrano essere fuori controllo. Sir Terry Morgan, ex presidente di HS2 e Crossrail, ha dichiarato alla Commissione che "nessuno sa" quale sarà il costo finale.
    (Link)

    *****************************

    FRANCIA- ASSEMBLÉE NATIONALE

    Transformation de la fonction publique
    A partire da lunedì 13 maggio l'Assemblea nazionale esamina il progetto di legge del Governo di riforma della funzione pubblica (n. 1802), presentato in marzo. Il progetto di legge è stato licenziato dalla Commissione leggi il 3 maggio scorso. Esso è frutto di una lunga concertazione durata più di un anno tra il Governo e le associazioni sindacali e presenta cinque 'assi' principali sui quali sviluppare il processo di riforma. Il primo mira a rafforzare le sedi di consultazione tra gli organi amministrativi a tutti i livelli; il secondo intende sviluppare strumenti gestionali di cui possano usufruire i funzionari pubblici, con garanzie di maggiore trasparenza ed equità; il terzo vuole semplificare la gestione del personale pubblico; il quarto mira ad offrire maggiori prospettive professionali ai dipendenti pubblici e a favorirne la mobilità; il quinto vuole realizzare una piena parità di opportunità all'interno della funzione pubblica. La Commissione ha apportato alcuni emendamenti al testo presentato dal Governo, illustrati in una Relazione pubblicata il 10 maggio (Relazione). L'opposizione di sinistra considera la proposta del Governo una 'battuta d'arresto sociale' o un modo per 'demolire lo statuto della funzione pubblica'. L'opposizione da destra invece accusa il Governo di avere poco coraggio (link).

    Référendum contre la privatisation de ADP
    Nei giorni scorsi, precisamente il 9 maggio, il Conseil constitutionnel ha dato il via libera al disegno di legge presentato da circa 250 parlamentari dell'opposizione per contrastare la privatizzazione, voluta dal governo, degli aeroporti Paris-Charles de Gaulle e Paris-Orly. La proposta si configura come 'referendum di iniziativa comune', istituto previsto dall'articolo 11 della Costituzione e mai finora utilizzato.
    I giudici costituzionali hanno ritenuto che la coalizione di 248 parlamentari di tutti i gruppi politici che hanno presentato questo testo all'Assemblea nazionale lo scorso 9 aprile abbia rispettato le disposizioni costituzionali circa le condizioni per organizzare un referendum su un'iniziativa comune tra parlamentari e cittadini, dopo una procedura lunga e complessa.
    È la prima volta che questa possibilità, entrata in vigore nel 2009, è stata utilizzata, quindi ogni passo compiuto è senza precedenti. Secondo la procedura, dopo aver raccolto il sostegno di almeno un quinto dei parlamentari (185 su 925), il testo doveva superare il vaglio del Consiglio costituzionale. La prossima fase prevede la raccolta delle firme popolari, che si potrà effettuare su un sito internet appositamente messo a disposizione dal Ministero dell'Interno nell'arco dei prossimi nove mesi per consentire la consultazione online degli elettori. Se verrà superata la soglia di 4.717.396 firme (un decimo dell'elettorato) e se il disegno di legge non sarà esaminato dall'Assemblea nazionale e dal Senato entro i successivi sei mesi, il Presidente della Repubblica dovrà sottoporre il testo a un referendum confermativo.
    Questa decisione costituisce una battuta d'arresto per la previsione del Governo contenuta nella 'legge Pacte' che apre alla possibilità di privatizzare il gruppo ADP di cui lo Stato detiene il 50,6% del capitale. La legge è stata definitivamente adottata dal Parlamento ma non ancora promulgata: la Costituzione prevede che l'istituto del referendum non possa essere applicato ad una norma in vigore da meno di un anno, motivo per cui l'opposizione ha accelerato lanciando questa iniziativa prima dell'entrata in vigore della legge.

    Réforme du reglèment de l'Assemblée
    Mercoledì 15 la Commissione leggi ha approvato l'articolo 8 della proposta di risoluzione volta a modificare il Regolamento. L'articolo in questione riduce i tempi di intervento di ciascun deputato nella discussione generale ed è considerato dalle opposizioni sia di destra che di sinistra come un grave, inammissibile indebolimento delle prerogative e del ruolo dei parlamentari.
    La discussione generale si svolge prima dell'esame degli articoli di una legge: consente ai gruppi politici e ai deputati di esprimere la loro posizione generale sul testo. La sua durata è stabilita dalla Conferenza dei presidenti in funzione dell'importanza dell'argomento. Il tempo viene quindi assegnato ai gruppi politici in base alle loro dimensioni. Ma il presidente dell'Assemblea nazionale, Richard Ferrand, che ha elaborato questa proposta di modifica del regolamento dell'Assemblea, vuole abbreviare questo momento del dibattito parlamentare a volte considerato ripetitivo e ridondante e propone di dare la parola a un solo membro per gruppo (e a un membro non iscritto), per una durata di cinque minuti ciascuno. Il PCF denuncia 'una riduzione degli interventi e del dibattito che risulta contraria al ruolo e alle funzioni del Parlamento'. Il gruppo del partito Repubblicano mette in guardia contro l'eccessiva contrazione del tempo dedicato agli interventi, che se fossero limitati ad uno solo per gruppo potrebbe portare anche alla moltiplicazione fittizia dei gruppi parlamentari (dossier).

    *****************************

    FRANCIA - SÉNAT

    Pour une école de la confiance
    In Senato è proseguito per tutta la settimana l'esame del progetto di legge, adottato dall'Assemblea Nazionale il 19 febbraio scorso, di riforma della scuola ('Pour une école de la confiance')
    Il progetto è stato presentato in dicembre dal governo e comprende tra le altre disposizioni l'obbligo a partire dai tre anni di età, la trasformazione delle istituzioni di formazione e abilitazione all'insegnamento per una riforma della gestione delle risorse umane, e un maggiore accentramento delle decisioni tramite la facoltà del governo di agire per via di ordinanza. Lo scorso 2 maggio la relatrice del progetto di legge in Commissione istruzione del Senato ha pubblicato la sua relazione sul testo, illustrando le modifiche apportate nella prima fase di esame. L'adozione definitiva del disegno di legge è prevista nella seduta del 21 maggio. Durante l'esame in aula il Senato ha approvato alcuni emendamenti che riguardano: la lotta contro l'assenteismo scolastico; la lotta contro atteggiamenti discriminatori e contro abusi che mettano in pericolo la dignità o la salute fisica e mentale degli alunni; l'introduzione dell'obbligo di attività fisica nelle scuole primarie; l'introduzione di una visita medica obbligatoria per gli alunni più piccoli per prevenire rischi sanitari; il rafforzamento della rete degli insegnanti di sostegno e l'impegno per tutelare gli alunni con handicap. (dossier)

    Adaptation de la France aux changements climatiques à l'horizon 2050
    Giovedì 16, a conclusione di sei mesi di lavori e 36 audizioni di scienziati, amministratori ed esperti economici, i senatori Ronan Dantec e Jean-Yves Roux hanno presentato alla stampa le conclusioni del Rapporto d'informazione sull'adattamento della Francia ai cambiamenti climatici all'orizzonte del 2050. (Sintesi del rapporto).
    Il rapporto è stato adottato con un voto unanime dai senatori membri della 'delegazione alle prospettive' (délégation aux prospectives, organo creato in Senato nel 2009 con l'incarico di approfondire i temi delle trasformazioni economiche e sociali in vista di informarne l'istituzione parlamentare. E' una delle cinque 'delegazioni' permanenti del Senato). I relatori hanno illustrato una serie di proposte per 'amplificare lo sforzo del paese a fronte della sfida del cambiamento climatico'. Due sono i temi principali emersi in relazione a questo problema: l'agricoltura e il turismo.
    A proposito dell'agricoltura i senatori propongono un 'Piano nazionale di adattamento dell'agricoltura', che prevede "l'integrazione della sfida dell'irrigazione in modo responsabile sviluppando lo stoccaggio in superficie dove necessario", e una mobilitazione di fondi sul secondo pilastro della PAC per accelerare il passaggio all'agroecologia. Per quanto riguarda il turismo i senatori hanno sottolineato, nella relazione, quanto esso dipenda dalla gestione delle risorse naturali, soprattutto l'acqua, e quanto l'economia del turismo sia rilevante per molte comunità locali. Il rapporto è accompagnato da una lista di proposte ritenute utili per affrontare con prospettive positive il problema dei cambiamenti climatici (lista)

    Evaluation des risques sanitaires et environnementaux
    Giovedì 16 maggio sono stati presentati in Senato due importanti rapporti: il primo dall'Ufficio parlamentare di valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche (OPECST), relativo alla "Valutazione dei rischi sanitari ed ambientali da parte delle Agenzie". Sottotitolo: 'Trovare il cammino della fiducia'. (testo) Il secondo dall'Authority per la sicurezza nucleare sullo stato della sicurezza nucleare e la radioprotezione in Francia nel 2018.
    Il rapporto dell'OPECST analizza l'attività delle istituzioni preposte alla valutazione dei rischi sanitari e ambientali; indica la necessità di migliorare la comunicazione verso i cittadini tramite una maggiore trasparenza e autorevolezza scientifica. Il rapporto mette in luce la sfida rappresentata dalla regolamentazione delle tecniche e dei metodi di valutazione scientifica anche a livello europeo e sottolinea i timori che l'opinione pubblica nutre verso le agenzie di valutazione, nel sospetto che esse siano viziate da interessi di settori produttivi o singole grandi aziende. E' necessario che tali agenzie godano di reputazione scientifica, mostrino trasparenza nella ricerca e dispongano in modo pluralista e oggettivo di tutti i dati necessari per una corretta informazione, tanto più che dalle conclusioni dei loro lavori dipendono anche importanti scelte politiche. (sintesi del rapporto)

    *****************************

    GERMANIA - BUNDESTAG

    Bundestag berät über geplante Erhöhung des BAföGs
    Bundestag discute l'aumento previsto di BAföG

    Il BAföG è la legge federale tedesca per l'incentivazione all'istruzione, introdotta per la prima volta nel 1957 e poi rivista e modificata. Il Bundestag ha esaminato in prima lettura la proposta di modifica della legge conosciuta con l'acronimo BAföG (Bundesausbildungsförderungsgesetz), in previsione dell'entrata in vigore nel semestre invernale 2018-19. Il sistema delle borse di studio pubbliche è entrato in vigore nel 1971 con lo scopo di assicurare a tutti i giovani, a prescindere dal loro status sociale, una possibilità di formazione che soddisfi i loro interessi e le loro competenze e che li renda autonomi. La proposta in esame, che mira a incrementare gli incentivi di sostegno allo studio, è stata successivamente deferita alla Commissione per l'istruzione, la ricerca e la valutazione per l'esame di competenza.

    Karliczek: Leben der Menschen durch Bildung und Forschung verbessern
    Karliczek: Migliorare la vita delle persone attraverso l'istruzione e la ricerca

    "Migliorare la vita delle persone attraverso l'istruzione e la ricerca", Anja Karliczek ministro dell'istruzione e della ricerca, mercoledì 15 maggio ha usato queste parole per delineare le linee e gli obiettivi della politica di istruzione e ricerca del governo federale, durante il consueto Question Time del mercoledì. Prima dell'ora dedicata a rispondere alle domande dei parlamentari sul suo dicastero, il ministro ha delineato importanti punti chiave della sua attività: in particolare, ha sottolineato il miglioramento delle condizioni di partenza per studenti e tirocinanti. Con l'accordo tra il governo federale e i Länder su tre patti scientifici all'inizio di maggio - il Patto per l'istruzione superiore, il Patto per la ricerca e l'innovazione e il Patto per la qualità dell'insegnamento - il governo federale sosterrà le università e gli istituti di ricerca con 160 miliardi di euro nei prossimi dieci anni. "Mai prima d'ora c'è stata una tale sicurezza di pianificazione e una tale prospettiva finanziaria a lungo termine", ha sottolineato Karliczek.
    (notizia)

    Bundeswehr kann Piratenbekämpfung vor Somalia fortsetzen
    Le forze armate tedesche possono continuare la lotta contro i pirati al largo della Somalia

    Il Bundestag ha accettato la richiesta del governo federale (19/8970) di estendere la partecipazione delle forze armate tedesche all'operazione UE-NAVFOR-Somalia "Atalanta" (Forza navale dell'Unione europea) guidata dall'Unione europea per combattere la pirateria al largo delle coste somale. L'operazione, che era limitata al 31 maggio 2019, può ora essere proseguita fino alla fine di maggio 2020. La proposta è stata approvata dal Parlamento giovedì 9 maggio, quando ha adottato la raccomandazione della commissione per gli affari esteri (19/9934) sulla mozione del governo, con 527 voti a favore e 82 contrari. Ci sono state 35 astensioni. Con il prolungamento della missione antipirateria avviata dall'Ue al largo del Corno d'Africa nel 2008, il parlamento tedesco ha votato anche il rinnovo delle missioni che vedono la Bundeswehr impegnata in Mali:
    (notizia)
    (Infografica risultati votazioni)
    (Proposta del Governo)

    Fraktionen würdigen Grundgesetz im Rahmen von Vereinbarter Debatte
    I gruppi politici concordano sull'apprezzamento della Legge fondamentale

    I gruppi parlamentari del Bundestag hanno riconosciuto la Legge fondamentale, promulgata 70 anni fa, come base giuridica innovativa per lo sviluppo di una democrazia stabile. Giovedì 16 maggio durante un Vereinbarte Debatte, i presidenti dei gruppi parlamentari hanno ricordato che la promulgazione della Legge fondamentale il 23 maggio 1949, pochi anni dopo la fine della guerra, era associata alla speranza che la tirannia disumana dei nazisti e una guerra mondiale non sarebbe mai più stata permessa. Questa speranza si è realizzata, così come quella della prosperità e della sicurezza sociale. Allo stesso tempo, gli oratori hanno chiarito che la costituzione è viva e deve essere ulteriormente sviluppata per far fronte alle nuove sfide.
    (Notizia)
    (Grundgesetz- Costituzione della Repubblica federale)

    Schäuble: Überwindung der Teilung Europas nicht gefährden
    Schäuble: superare la divisione dell'Europa non dovrebbe essere una minaccia

    Il Presidente del Bundestag Wolfgang Schäuble ha esortato a non mettere a repentaglio il superamento della divisione dell'Europa alla luce delle attuali sfide tra Est e Ovest. All'inizio dei colloqui di lunedì 13 maggio tra i membri della commissione per gli Affari europei del Bundestag e dei parlamenti francese e polacco, Schäuble ha sottolineato l'importanza del "triangolo di Weimar", in cui si svolgerà l'incontro. Con l'espressione Triangolo di Weimar si intende un'alleanza non vincolante tra Polonia, Germania e Francia, istituita allo scopo di promuovere la cooperazione tra le tre nazioni. Il "Triangolo di Weimar" è uno schema di organizzazione per. Il quadro informale degli incontri dei governi e dei parlamenti dei tre paesi consente uno scambio aperto e talvolta controverso, approfondisce la comprensione delle rispettive posizioni e dovrebbe aprire la strada a soluzioni comuni europee.
    (notizia)

    Otten auch im zweiten Wahlgang nicht zum Vizepräsidenten gewählt
    Otten non risulta eletto Vicepresidente neanche al secondo scrutinio

    Il Bundestag non ha eletto Gerold Otten (AfD) a Vicepresidente del Bundestag giovedì 16 maggio, nel secondo scrutinio con voto segreto. La proposta del gruppo parlamentare AfD di eleggere un proprio deputato (19/10116) non ha ottenuto la maggioranza richiesta di 355 voti. I voti contrari sono stati 399, i favorevoli 205, 26 gli astenuti e un voto è risultato nullo.
    (notizia)
    (proposta Afd)

    Wendt: Petitionsausschuss verzeichnet mehr Eingaben im Jahr 2018
    Wendt: la commissione per le petizioni registra un aumento di petizioni nel 2018

    La commissione per le petizioni è il punto di contatto diretto per le richieste dei cittadini e i reclami al Parlamento. "Nell'anno di riferimento 2018 abbiamo ricevuto più di 13.000 petizioni", ha dichiarato il presidente della commissione Marian Wendt (CDU/CSU) mercoledì 15 maggio, in un'intervista alla televisione parlamentare in occasione della presentazione del rapporto delle petizioni per l'anno 2018 (19/9900) al presidente del Bundestag, Wolfgang Schäuble. Ciò comporterebbe un aumento di oltre il 15 per cento rispetto all'anno precedente. "L'interesse per la commissione per le petizioni sta crescendo", osserva con soddisfazione Wendt. L'interesse della società per il coinvolgimento politico è in crescita.
    (Notizia)
    (Relazione 2018 della Commissione per le petizioni)
    (Commissione per le petizioni)

    *****************************

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    SS.MM. los Reyes, el presidente del Gobierno y los representantes de las altas instituciones del Estado han despedido en el Congreso a Alfredo Pérez Rubalcaba
    El Congreso de los Diputados acoge la capilla ardiente de Alfredo Pérez Rubalcaba
    Il 10 e l'11 maggio, i Sovrani spagnoli, il Presidente del Governo, Pedro Sánchez e i Presidenti delle Cortes Generali della XII Legislatura, Ana Pastor e Pío García-Escudero, hanno reso omaggio alla salma di Alfredo Pérez Rubalcaba, nella cappella ardente allestita nel Salone dei Passi Perduti del Congresso dei Deputati. Pérez Rubalcaba, già Vice Presidente del Governo, Ministro, Deputato per 21 anni, dalla V alla X Legislatura (1993-2014), Portavoce del Gruppo Socialista e Segretario Generale del Partito, è scomparso il 10 maggio scorso all'età di 67 anni. Tra gli altri rappresentanti delle alte istituzioni dello Stato che hanno reso omaggio al politico scomparso, la Vice Presidente del Governo, Carmen Calvo, il Presidente del Partito Popolare, Pablo Casado, il leader di Unidos Podemos, Pablo Iglesias, la sindaca di Madrid, Manuela Carmena, il Primo Ministro del Portogallo, António Costa, gli ex Presidenti del Governo, José Luis Rodríguez Zapatero, Felipe González e Mariano Rajoy, ex Ministri, il Presidente del Congresso nell'XI Legislatura, Patxi López, compagni di partito, dirigenti e parlamentari di tutte le formazioni politiche.
    [Comunicato stampa]
    [Fotonotizia 1]
    [Fotonotizia 2]

    El Congreso presenta la escultura de Josefina Carabias y la placa a Montse Oliva
    El Congreso recuerda a Josefina Carabias con una escultura en el Escritorio de Prensa del Palacio
    Nell'ambito delle celebrazioni per il quarantennale della Costituzione spagnola, il 14 maggio si è svolta al Congresso una cerimonia per la presentazione della scultura realizzata da Adolfo Barnatán in ricordo di Josefina Carabias, pioniera del giornalismo politico spagnolo. Il busto, realizzato in marmo di Carrara, è stato posizionato nel cd. 'Scrittoio di Clara Campoamor', noto anche come 'Scrittoio della Stampa', sala situata di fronte all'Emiciclo, nella quale i cronisti parlamentari seguono abitualmente le sedute dell'Assemblea del Congresso e i deputati rilasciano dichiarazioni ufficiali agli organi di comunicazione. Nella stessa occasione, è stata presentata la targa commemorativa posta nel Patio di Floridablanca in memoria della cronista parlamentare Montse Oliva.
    [Comunicato stampa]
    [Fotonotizia]

    La Guardia Civil recibe el reconocimiento de Las Cortes Generales en el 175 Aniversario de su Fundación
    Las Cortes Generales rinden homenaje a la Guardia Civil por el 175 aniversario de su fundación
    Il 13 maggio, la Presidente del Congresso dei Deputati, Ana Pastor, e il Presidente del Senato, Pío García Escudero, hanno presieduto una cerimonia solenne, svoltasi al Senato, per rendere omaggio alla Guardia Civil nel 175° anniversario della sua istituzione. In tal modo, le Cortes Generali hanno voluto sottolineare l'importante lavoro svolto da tale Corpo speciale dello Stato al servizio dei cittadini, mettendone in evidenza l'efficienza e la capacità di adeguarsi al cambiamento dei tempi. Nel suo intervento, la Presidente Pastor ha affermato che il Corpo è 'un essere grande, efficace e di vita robusta', sottolineandone anche i profondi valori che lo animano, sin dalla sua fondazione per opera del Duca di Ahumada: 'onore, abnegazione, austerità, disciplina e sacrificio'. La Pastor ha ricordato il lavoro della Guardia Civil per garantire la sicurezza adattandosi 'in modo esemplare alle sfide e alle minacce del XXI Secolo', come il terrorismo internazionale, il narcotraffico, i reati contro l'ambiente, con i suoi 85.000 membri, impegnati anche in missioni di pace internazionali. Tutto ciò, ha precisato la Pastor, ha contribuito a rendere la Spagna uno dei paesi più sicuri al mondo. La Presidente ha infine enfatizzato l'apertura del Corpo alle donne avvenuto nel 1988; dalle197 donne che allora entrarono in questa Accademia, si è passati alle oltre 5.500 attualmente in servizio presso l'istituzione armata. Dal canto suo, Pío García-Escudero ha precisato come 'la storia della Guardia Civil sia legata alla modernizzazione della Spagna, posto che la costruzione della libertà è effettiva se è accompagnata dalla sicurezza'. 'Grazie al grado di eccellenza della Guardia Civil - ha proseguito il Presidente - la Spagna ha sperimentato un salto di qualità nelle quattro decadi di democrazia, garantendo la convivenza sociale in pace, libertà e sicurezza'. I Presidenti delle Cortes hanno, infine, ricordato le guardie che hanno perso la vita per causa di servizio, rivolgendo un pensiero speciale alle vittime del terrorismo, verso le quali la Spagna avrà 'un debito imperituro', ha precisato il Presidente del Senato. All'evento hanno preso parte, tra gli altri, il Ministro dell'Interno, Fernando Grande-Marlaska, la Segretaria di Stato alla Sicurezza, Ana María Botella, il Direttore Generale della Guardia Civil, Félix Azón, e il Direttore aggiunto operativo, Laurentino Ceña.
    [Comunicato stampa del Congresso]
    [Comunicato stampa del Senato]

    *****************************

    SPAGNA - SENADO

    La escritora María Vila San José imparte su conferencia sobre "El cardenal Jiménez Cisneros liberando a los cautivos de Orán"
    Nell'ambito del ciclo di conferenze organizzate dal Senato in collaborazione con l'Associazione di Scrittori con la Storia, i cui membri sono chiamati a prendere spunto dalle opere pittoriche possedute dalla Camera Alta per illustrare episodi della storia spagnola (Cfr. la Newsletter del 15 febbraio u.s.), il 14 maggio la scrittrice María Vila San José ha tenuto una conferenza sul dipinto di Francisco Jover dal titolo 'El cardenal Jiménez de Cisneros liberando a los cautivos de Orán', previa introduzione del senatore della XII Legislatura Miguel Ángel Cortés. Le giornate culturali volute dal Senato sono state inaugurate dal Presidente Pío García-Escudero, lo scorso 26 febbraio con la conferenza tenuta dallo scrittore José Calvo Poyato sul dipinto 'La conversione di Recaredo' del pittore Antonio Muñoz Degrain. L'ultimo appuntamento si svolgerà il 20 maggio alle ore 12, quando Emilio Lara terrà una conferenza sul dipinto di Joaquín Sorolla dal titolo 'Jura de la Constitución por S.M. la Reina Regente María Cristina'. Gli incontri si svolgono nella cornice del Salone dei Passi Perduti, sono aperti al pubblico sino a completa capienza della sala e si svolgono secondo un preciso calendario. Per raggiungere il maggior numero di cittadini, le conferenze sono trasmesse in diretta streaming sul web della Camera e sono disponibili sul canale Youtube del Senato.
    [Comunicato stampa]
    [Comunicato stampa relativo alla conferenza del 20 maggio p.v.]

    *****************************

Abbonarsi alla newsletter

* Campo obbligatorio

FINE PAGINA

vai a inizio pagina