«
»
Newsletter
a cura dell'Ufficio Stampa
e dell'Ufficio ricerche sulla legislazione
del Senato della Repubblica

La newsletter #ParlamentiWeb è una finestra aperta sull'attività di altri Parlamenti in Europa. Nasce per allargare lo sguardo oltre i confini nazionali e offrire a chi è interessato una selezione rapida e sintetica di alcuni argomenti discussi e affrontati a Strasburgo, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, così come riportati dai rispettivi siti web. Non è uno strumento di monitoraggio sistematico delle attività parlamentari dei Paesi presi in esame. Quindi non ha nessuna pretesa di completezza. E' aperta però al contributo diretto di chiunque sia interessato a segnalare notizie e novità utilizzando la piattaforma Twitter, con l'hashtag #ParlamentiWeb. La newsletter è curata dall'Ufficio stampa e internet e dall'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata del Senato.

22 Febbraio 2019

  • --- In primo piano ---

    PARLAMENTO EUROPEO

    - Clima: obiettivi più ambiziosi per la riduzione delle emissioni
    - Dispositivi avanzati di sicurezza obbligatori in tutti i nuovi autoveicoli
    - Erasmus+: maggiore attenzione ai giovani svantaggiati
    - Il futuro del pianeta blu: il 19 marzo conferenza del Parlamento sugli oceani

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    - Brexit e backstop al centro del question time con il Primo Ministro
    - Negozi e catene commerciali messi in crisi dallo shopping online: rapporto sugli effetti per i centri urbani
    - La Commissione difesa esamina l'operato dell'Ombudsman delle Forze Armate
    - Rafforzare i legami con i territori d'oltremare: rapporto della Commissione esteri
    - Dossier sulla crisi dell'industria automobilistica

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    - Accordi di assistenza sanitaria con i paesi Ue dopo la Brexit
    - Diritti degli animali: maggiore protezione per cani e cavalli utilizzati dalle forze di sicurezza
    - Rapporto sui lavori della House of Lords

    FRANCIA - ASSEMBLÉE NATIONALE

    - Riforma della giustizia
    - Progetto di legge sulla scuola
    - Iniziative contro le morti improvvise
    - Intelligenza artificiale e gestione dei dati sanitari

    FRANCIA - SÉNAT

    - Nazionalizzazione delle società concessionarie delle autostrade
    - Affaire Benalla
    - Facilitare l'apertura dei territori
    - Sollecitazioni telefoniche e chiamate fraudolente

    GERMANIA - BUNDESTAG

    - Federalismo fiscale: approvata la raccomandazione della Commissione di conciliazione
    - Missione tedesca Nato in Afghanistan
    - Parità di genere in materia elettorale e nei partiti
    - Aktuelle Stunde sulla conferenza sulla sicurezza di Monaco
    - Intervista al capo delegazione del Bundestag presso l'Assemblea parlamentare dell'Osce

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    - Il Congresso approva l'avvio dell'esame della proposta di riforma dello Statuto di Autonomia delle Isole Baleari finalizzata all'eliminazione della giurisdizione speciale per deputati e membri del Governo della Comunità Autonoma
    - Il Congresso respinge l'avvio dell'esame della Proposta di Legge Organica di modifica del Codice Penale al fine di "rafforzare lo Stato di Diritto e le istituzioni dello Stato"
    - Il Congresso approva una mozione per il riconoscimento di Juan Guaidó quale legittimo Presidente del Venezuela
    - Il Congresso approva una mozione per l'eradicazione della prostituzione e della tratta di donne e bambine ai fini dello sfruttamento sessuale
    - Il Congresso approva una mozione per impedire l'importazione di agrumi dagli Stati dell'Africa del Sud in assenza di garanzie di adeguata ispezione
    - Audito in Commissione il Capo negoziatore dell'Unione Europea sulla Brexit
    - Auditi in Commissione la Ministra dell'Economia e Impresa e il Ministro dell'Interno

    SPAGNA - SENADO

    - Il Senato rende una dichiarazione istituzionale a sostegno della candidatura della città di Zamora quale Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'Unesco
    - Si svolge al Senato una campagna collettiva per la donazione del sangue, in collaborazione con la Croce Rossa Spagnola

    *****************************

    PARLAMENTO EUROPEO

    MEPs urge the EU to lead the way to net-zero emissions by 2050
    Per raggiungere entro il 2050 l'obiettivo di riduzione dei gas serra contenuto nell'accordo di Parigi sul clima, occorre ridurre le emissioni per il 2030 al 55% rispetto ai livelli del 1990. E' quanto affermano i membri della Commissione ambiente del Parlamento che mercoledì hanno invitato l'Unione a porsi obiettivi più ambiziosi rispetto alla comunicazione di novembre. Il giorno prima, martedì 19, la Commissione per l'industria aveva approvato un testo sulle energie rinnovabili e l'efficienza energetica, definite fondamentali per realizzare la transizione verso un'economia a zero emissioni di gas serra. La leadership dell'UE in questi settori dimostrerebbe al mondo che la transizione verso l'energia pulita è possibile e vantaggiosa.
    (Link)

    Safer roads: More life-saving technology to be mandatory in vehicles
    I dispositivi avanzati di sicurezza, per ora presenti solo in alcuni autoveicoli di recente immatricolazione, in futuro dovranno diventare obbligatori per tutte le nuove autovetture. La Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori ha approvato giovedì una serie di regole per rendere standard diversi dispositivi avanzati di sicurezza. Si parla ad esempio di rilevamento dei cali di attenzione e di sonnolenza del guidatore, segnale di arresto di emergenza, rilevamento dell'inversione di marcia, frenata di emergenza, avviso di deviazione dalla corsia etc. La proposta è stata approvata in Commissione con 33 voti favorevoli, 2 voti contrari e nessuna astensione. Il mandato per l'avvio dei negoziati con il Consiglio deve ottenere il via libera dell'Assemblea nella sessione plenaria dell'11-14 marzo.
    (Link)

    New Erasmus: more opportunities for disadvantaged youth
    La Commissione per la cultura e l'istruzione ha approvato mercoledì il programma Erasmus+ di prossima generazione, proponendo una serie di misure dettagliate per eliminare le barriere economiche, sociali e culturali e consentire a un maggior numero di persone di partecipare ai programmi di mobilità per l'apprendimento. I deputati chiedono alla Commissione europea e alle agenzie nazionali Erasmus di sviluppare strategie nazionali di inclusione, in particolare per la mobilità delle persone con minori opportunità.
    (Link)

    Il futuro del pianeta blu: la conferenza del Parlamento sugli oceani
    Il 19 marzo il Parlamento europeo ospita una Conferenza sul futuro degli oceani. All'ordine del giorno: governance oceanica globale; economia blu sostenibile;
    mari e oceani sani e puliti entro il 2030. Chi vuole partecipare alla conferenza può registrarsi nel sito del Parlamento europeo.
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    Prime Minister's Questions: 20 February 2019
    Il "backstop", ovvero la garanzia che tra Irlanda e Irlanda del Nord non torni ad innalzarsi un confine rigido come conseguenza della Brexit, si conferma come il principale problema nelle trattative tra Londra e Bruxelles. Lo ha confermato Theresa May, rispondendo alle domande dei deputati nel Prime Minister's Question di mercoledì 20 febbraio (resoconto). La questione che sto portando a Bruxelles, ha detto il Primo Ministro, è quella di cui ho parlato ai leader dell'Unione europea negli ultimi giorni, ossia la preoccupazione - che è stata espressa in quest'Aula - di non poterci ritrovare nella configurazione di backstop a tempo indeterminato. Molto duro il leader dell'opposizione laburista, Jeremy Corbyn: i posti di lavoro e i mezzi di sostentamento del popolo sono nelle mani del Primo Ministro, ha detto, aggiungendo: smetterà di giocare con il lavoro della gente e renderà chiaro che l'ipotesi di nessun accordo (no deal) è assolutamente esclusa? I posti di lavoro e il futuro dei cittadini - ha risposto Theresa May - sono nelle mani di ogni deputato di questo Parlamento; ci sono solo due modi per escludere l'ipotesi di no deal: uno è quello di sostenere un accordo, l'altro è quello di revocare l'articolo 50 e rimanere nell'UE. Può alzarsi ora - ha detto la Premier rivolta a Corbyn - e dirci qual è la sua politica: sostenere l'accordo o rimanere nell'Unione europea?
    (Link)

    Wide reforms needed to secure future for high streets and town centres
    I centri urbani devono adattarsi alle trasformazioni e trovare nuove prospettive per riuscire a sopravvivere all'evoluzione dei modelli commerciali ed economici. E il governo deve avviare una riforma nei settori chiave della pianificazione urbana e della tassazione, per consentire alle imprese commerciali che operano nelle vie centrali delle città di adattarsi all'evoluzione della domanda e di competere con i rivenditori online come Amazon su un piano di parità. E' quanto afferma un rapporto pubblicato dalla Commissione per gli alloggi, le comunità e gli enti locali. Negli ultimi anni, le strade principali e i centri storici hanno dovuto affrontare tempi estremamente difficili, come dimostra il crollo di alcune grandi catene commerciali, ha ricordato il Presidente della Commissione, Clive Betts, aggiungendo: la crescita dello shopping online ha cambiato profondamente il retail nel Regno Unito e l'impatto sulle strade principali è stato molto forte. Per realizzare cambiamenti strutturali su larga scala sarà necessario un intervento guidato dall'autorità locale, in collaborazione con le imprese e le comunità locali, sostenuto dal governo centrale con finanziamenti e nuovi poteri. I piani locali, in particolare, devono considerare lo spazio verde, il tempo libero, l'arte e la cultura, i servizi sanitari e di assistenza sociale per creare uno spazio che sia "l'intersezione della vita e delle attività umane". I rivenditori devono accettare la sfida dell'online e fare di più per offrire ciò che la Rete non è in grado di offrire, concentrandosi maggiormente sulle interazioni personali e sulla convenienza. I proprietari, a loro volta, devono riconoscere che il mercato immobiliare al dettaglio è cambiato ed essere più ricettivi alla negoziazione delle condizioni di locazione con i dettaglianti in difficoltà finanziarie.
    (Link)

    Defence Committee examine the work of the Service Complaints Ombudsman
    "Sono qui per assicurare che il tuo reclamo sia gestito correttamente e tu sia trattato equamente". Così si presenta Nicola Williams, Ombudsman (mediatore/difensore) delle Forze Armate (Service Complaints Ombudsman for the Armed Forces, scoaf.org.uk). L'Ombudsman ha sostituito il 1° gennaio 2016 l'ufficio del Commissario per i reclami delle Forze Armate, in seguito ad una riforma voluta dal governo. La Commissione difesa della Camera dei Comuni ha deciso ora di avviare una indagine per un primo bilancio di questi tre anni di operatività e verificare l'efficacia del sistema di reclamo. La Commissione ascolterà il 26 febbraio Nicola Williams e, in seguito, esperti e soggetti interessati. La Commissione cercherà di indagare ruolo bilancio e risorse umane dell'Ombudsman, livello e tipologia dei reclami, sovrarappresentazione del personale femminile e BAME (Black, Asian and Minority Ethnic) nel sistema dei reclami, esperienza dei riservisti.
    (Link)

    One family: rethinking Britain's relationship with the Overseas Territories
    Le relazioni tra il Regno Unito e i territori d'oltremare (OT, Overseas Territories) sono state messe a dura prova negli ultimi anni. Soprattutto a causa delle leggi antiriciclaggio del maggio 2018, che impongono ai paesi d'oltremare la pubblicazione di registri con l'indicazione dei beneficiari effettivi di fiduciarie e conti bancari. E' necessario ora adottare misure per rafforzare i legami, afferma la Commissione per gli affari esteri in un rapporto. La Commissione indica anche alcune misure concrete a questo fine: assicurare ad esempio che i cittadini degli OT possano accedere alle cure sanitarie nel Regno Unito quando necessario; garantire il diritto di voto e la possibilità di ricoprire cariche elettive ai cittadini britannici residenti negli OT; inoltre, gli OT che non hanno ancora legalizzato il matrimonio omosessuale dovrebbero procedere in questa direzione. Questi passi possono garantire che il concetto di "Global Britain" possa essere sostenuto da valori e impegni condivisi. I territori di oltremare costituiscono ciò che resta dell'impero britannico: ne fanno parte territori come Gibilterra e isole come le Falklands, le Cayman, Sant'Elena, Turks and Caicos, Bermuda. Vedi la pagina web del governo British overseas territories citizen.
    (Link)

    What's driving the UK car industry 'crisis'?
    Il 19 febbraio la Honda ha annunciato la decisione di chiudere lo stabilimento di Swindon nel 2021. Ciò fa seguito a diversi annunci analoghi da parte dei produttori di automobili nel Regno Unito, compresa la decisione di Nissan di produrre il suo nuovo X-Trail in Giappone e non a Sunderland. Un dossier della House of Commons Library fornisce una panoramica della produzione automobilistica del Regno Unito ed esamina i fattori che sono alla base dei recenti annunci dei principali operatori del settore. Il dossier ricorda che nel 2017 Rachel Reeves, presidente della Commissione per la strategia industriale, descriveva il settore automobilistico come "una storia di successo nel Regno Unito". Nel 2018, il governo dichiarava: "Le aziende automobilistiche di tutto il mondo scelgono di aprire un centro di produzione nel nostro paese, citando la nostra storia di eccellenza, la nostra forza lavoro qualificata e le catene di fornitura leader a livello mondiale". In brevissimo tempo la situazione si è però ribaltata. Nel 2018 la produzione di auto è scesa del 9% rispetto all'anno precedente e diverse case automobilistiche hanno annunciato licenziamenti e chiusure di impianti. Sul banco degli imputati c'è la Brexit. La Society of Motor Manufacturers and Technicians (SMMT) descrive l'uscita del Regno Unito dall'UE come un "chiaro e presente pericolo" per il settore. E l'incertezza sulla natura delle future relazioni tra Londra e Bruxelles "ha già causato enormi danni alla produzione, agli investimenti e all'occupazione. L'accordo commerciale tra UE e Giappone, entrato in vigore il 1° febbraio 2019, è un altro problema per le case automobilistiche giapponesi che hanno stabilimenti nel Regno Unito, come Nissan, Honda e Toyota. L'accordo commerciale riduce gli ostacoli economici alla produzione di automobili in Giappone e alla loro importazione nell'UE: ciò significa che vi è un minore incentivo a basare gli stabilimenti di produzione nel Regno Unito o nell'UE per accedere ai mercati dell'UE.
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    Lords examines Healthcare (International Arrangements) Bill
    Il disegno di legge sull'assistenza sanitaria "Healthcare (International Arrangements) Bill" è all'esame dei Lords. Nel dibattito del 21 febbraio è stato ribadito il dovere del governo di consultare le amministrazioni decentrate di Scozia, Galles e Irlanda del Nord, e di garantire che le nuove norme non incidano negativamente sulla legislazione di comunitaria mantenuta dopo la Brexit. Scopo del disegno di legge è consentire al Regno Unito di mantenere accordi di assistenza sanitaria reciproca con l'UE e i suoi Stati membri e di rafforzare o attuare nuovi accordi con altri paesi al di fuori dell'UE. La proposta attribuisce al Segretario di Stato per la sanità e l'assistenza sociale il potere di emanare regolamenti per finanziare e attuare accordi di assistenza sanitaria reciproca al di fuori del Regno Unito e di condividere le informazioni necessarie.
    (Link)

    Animal Welfare (Service Animals) Bill: Briefing for Lords Stages
    Infliggere sofferenze inutili a un animale è un reato, ai sensi dell'articolo 4 della legge sulla protezione degli animali del 2006. Nel determinare se è stato commesso un reato, occorre considerare se la sofferenza è stata determinata per uno "scopo legittimo", come la protezione di una persona o di una proprietà. Il disegno di legge "Animal Welfare (Service Animals) Bill", all'esame dei Lords, è la proposta presentata da Sir Oliver Heald, Visconte Trenchard, che esclude lo scopo legittimo per i casi relativi a cani e cavalli di polizia, facilitando il perseguimento penale. L'esenzione proposta dal disegno di legge si applicherebbe solo se l'animale è sotto il controllo di un ufficiale competente ed era utilizzato in modo appropriato al momento dell'incidente; non si applicherebbe se l'imputato è l'ufficiale competente.
    (Link)

    Work of the House of Lords
    Il numero di membri effettivi e il numero totale dei membri della House of Lords è passato da 690 e 693 alla fine della sessione 1999-2000, a 802 e 835 alla fine della sessione 2016-17. Al 14 febbraio 2019, le dimensioni effettive dell'Assemblea sono di 785 membri effettivi e 807 totali. La proporzione di donne è aumentata nel corso del tempo: ora rappresentano il 26 per cento del totale. Un rapporto della House of Lords Library sui lavori della Camera Alta registra anche un generale aumento della frequenza media giornaliera. Nel 1999-2000, si registrava una frequenza media giornaliera ai lavori della Camera di 352 persone; nel 2016-17 questo numero è salito a 484. Nella sessione 2016-17 la Camera dei Lord ha introdotto un totale di 2.234 modifiche ai disegni di legge, in media 89 per ddl (68 nel periodo 1997-2016-17).
    (Link)

    *****************************

    FRANCIA- ASSEMBLÉE NATIONALE

    Réforme de la justice et renforcement de l'organisation des juridictions : adoption en lecture définitive du projet de loi de programmation
    Lunedì 19 febbraio l'Assemblea nazionale ha adottato definitivamente il progetto di legge di programmazione (2018-2022) e di riforma della giustizia ed ha concluso l'esame del progetto di legge organica di rafforzamento dell'organizzazione dei tribunali. L'Assemblea, nel corso della seduta di lunedì ha respinto tutte le mozioni presentate per il rinviare in Commissione le proposte di legge o per respingerle. Il progetto di programmazione è stato adottato a maggioranza semplice nella serata di lunedì, (testo adottato) (dossier). L'adozione definitiva del progetto di riorganizzazione dei tribunali, invece, è avvenuta nella serata di mercoledì 20 febbraio, con 333 voti a favore e 210 contrari (testo adottato). Per l'approvazione di questa seconda proposta era necessaria la maggioranza assoluta dei componenti dell'assemblea trattandosi di una legge organica (video).

    Education: école de la confiance
    Martedì 19 febbraio l'Assemblea nazionale ha concluso l'esame degli articoli del progetto di legge per una "scuola di fiducia" con le dichiarazioni di voto e la votazione a scrutinio palese. Il progetto di legge è stato adottato in prima lettura con 353 voti a favore, 171 voti contrari e 31 astensioni (video) (link).

    Lutte contre la mort subite
    Nella serata di martedì 19 febbraio l'Assemblea nazionale ha adottato all'unanimità, in prima lettura, la proposta di legge che mira a introdurre la figura del "cittadino soccorritore", cioè a sensibilizzare tutti i cittadini sull'importanza di saper prestare i primi soccorsi alle persone vittime di arresto cardiaco, affrontando autonomamente alcune situazioni di emergenza. Il gruppo République en marche ha presentato all'Assemblea nazionale una proposta di legge in tal senso e l'Assemblea l'ha votata nella notte di martedì 19. La proposta - tra l'altro - esonera da ogni responsabilità civile le persone che prestano soccorso in emergenza vidéo (dossier). Per sensibilizzare i cittadini alla importanza degli interventi di primo soccorso - e in particolare il massaggio cardiaco - è stata organizzata, nella giornata di mercoledì, una dimostrazione nella sede dell'Assemblea nazionale, cui ha preso parte il presidente Ferrand. L'iniziativa ha lo scopo di promuovere la diffusione di questa competenza nell'80% della popolazione francese entro dieci anni: un obiettivo che potrebbe portare al salvataggio di migliaia di vite.

    Intelligence artificielle et données de santé: collecte, accès aux données, améliorations diagnostiques et thérapeutiques
    Giovedì 21 febbraio l'Ufficio parlamentare di valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche ha organizzato un'audizione pubblica sul tema dell'intelligenza artificiale applicata ai dati sanitari (video). L'attuazione di una strategia nazionale per l'intelligenza artificiale nel campo sanitario passa attraverso la raccolta dei dati, la loro organizzazione, la regolazione delle modalità di accesso e di utilizzazione. La produzione, la condivisione e la protezione di questi dati rappresentano un fattore essenziale per garantirne il corretto utilizzo a fini diagnostici e terapeutici, in un rapporto di tra sistema sanitario e pazienti. Questi aspetti - assieme a molti altri - vengono affrontati in un complessivo progetto governativo di riorganizzazione e di trasformazione del sistema sanitario (progetto di legge n. 1681) presentato in Parlamento il 13 febbraio scorso che verrà presto sottoposto all'esame dell'Assemblea nazionale.

    *****************************

    FRANCIA - SÉNAT

    Nationalisation des sociétés concessionaires d'autoroutes
    Mercoledì 20 febbraio la Commissione gestione del territorio e sviluppo sostenibile ha esaminato la relazione del senatore Guillaume Gontard sulla proposta di legge (di iniziativa di parlamentari dell'opposizione) relativa alla nazionalizzazione delle società concessionarie delle autostrade e all'assegnazione dei profitti all'Agenzia per il finanziamento delle infrastrutture (AFITF). La rete autostradale francese è di proprietà dello Stato per la sua utilità pubblica e gestita da società concessionarie il cui capitale è stato progressivamente aperto al settore privato, per poi essere completamente privatizzate nel 2005. L'Agenzia per il finanziamento delle infrastrutture, creata pochi mesi prima di questa privatizzazione e la cui principale risorsa era costituita dai dividendi delle società concessionarie, soffre, secondo gli autori del disegno di legge, di un deficit di finanziamento che penalizza la creazione di nuove infrastrutture. Oltre alla perdita per le finanze pubbliche, la gestione delle autostrade da parte dei privati configura una situazione di eccessivo vantaggio per le concessionarie che lucrano sugli aumenti tariffari, stigmatizzata anche dalla Corte dei conti e dall'Autorità garante per la concorrenza e il mercato. Per questo il disegno di legge propone il riacquisto da parte dello Stato delle concessioni: un'operazione costosa che sarebbe ripagata dai proventi dei pedaggi versati direttamente all'agenzia pubblica. La proposta di legge è stata depositata il 16 gennaio e la sua discussione in assemblea è stata calendarizzata per il 7 marzo. Nella seduta del 20 febbraio la Commissione non ha adottato un testo e quindi la discussione in aula si svolgerà su quello depositato dai proponenti.
    (Link)

    Affaire Benalla
    Mercoledì 20 febbraio, Jean-Pierre Sueur e Muriel Jourda, relatori, hanno presentato alla stampa il loro rapporto elaborato per conto della commissione d'inchiesta sull'affaire Benalla'. Nella relazione sul caso, i senatori indicano "gravi disfunzioni" al vertice dello Stato e formulano una serie di raccomandazioni per garantire la migliore organizzazione della sicurezza del Presidente, nonché una maggiore trasparenza all'interno dell'esecutivo, in particolare per quanto riguarda gli obblighi di rendicontazione dei dipendenti, il loro numero, le loro missioni e la loro retribuzione. Il premier francese Edouard Philippe, commentando il rapporto, ha definito "incomprensibili e sovente ingiuste" le raccomandazioni ("o formulazioni") della Commissione d'inchiesta del Senato sul caso Benalla. Il capo del governo francese si è detto "deluso" da alcune raccomandazioni della Commissione perché non hanno rispettato - a suo dire - la separazione dei poteri. Queste esternazioni hanno suscitato una pronta reazione da parte dei senatori della Commissione, che, pur astenendosi dal commentare direttamente le parole del primo ministro, hanno affermato di essersi attenuti scupolosamente ai principi costituzionali, sostenendo che il ruolo di controllo svolto dal Parlamento è essenziale per la maturità della democrazia.

    Faciliter le désenclavement des territoires
    Mercoledì 20 febbraio, il Senato ha adottato il disegno di legge per facilitare l'apertura dei territori, presentato da Jacques Mézard, Jean-Claude Réquier, Yvon Collin e altri, nell'ambito dell'ordine del giorno riservato al gruppo RDSE (Rassemblement démocratique et social européen). Gli autori della proposta di legge ritengono che la coesione dei territori debba essere una delle priorità dell'azione pubblica e che la legislazione dovrebbe tenere conto delle differenze economiche, geografiche e sociali tra le regioni. I firmatari deplorano infatti la forte centralità decisionale e l'approccio "discendente" delle politiche di gestione del territorio, che "provocano declino demografico, fratture sociali e riduzione dei servizi". La proposta di legge vuole intervenire direttamente sulle cause dell'isolamento territoriale migliorando la qualità e l'accessibilità dei trasporti, istituendo competenze condivise tra enti territoriali e un maggiore controllo sulle imprese di trasporto.
    (Link)

    Démarchage télephonique et lutte contre les appels frauduleux
    Giovedì 19 febbraio - nell'ambito del calendario dedicato ai gruppi (ed in questo caso al Gruppo dell'Unione di centro) - il Senato ha esaminato ed adottato una proposta di legge volta a regolamentare le telefonate commerciali e contrastare le frodi telefoniche. Il disegno di legge, presentato lo scorso ottobre all'Assemblea nazionale, affronta due grandi problemi di protezione dei consumatori: la pubblicità telefonica - con le sollecitazioni abusive - e le chiamate fraudolente verso numeri a tariffa maggiorata. Il disegno di legge, già approvato in dicembre dall'Assemblea nazionale - arriva nell'aula del Senato in una versione emendata dalla Commissione leggi (relazione), che ha tra i suoi obiettivi quello di "proteggere il consumatore, preservando nel contempo i posti di lavoro nelle imprese francesi e nei call center con sede in Francia" (dossier).

    *****************************

    GERMANIA - BUNDESTAG

    Vermittlungsergebnis zu Grundgesetz-Änderungen angenommen
    Accolto il risultato della Commissione di conciliazione sugli emendamenti alla Legge fondamentale

    Giovedì 21 febbraio il Bundestag ha approvato la raccomandazione della Commissione di conciliazione (Vermittlungsausschuss) del Bundestag e del Bundesrat (19/7940) per modificare la Costituzione finanziaria della Legge fondamentale. In una votazione per appello nominale, 574 deputati hanno votato a favore della proposta, 74 deputati l'hanno respinta. Prima della votazione per appello nominale, sono state votate le cinque singole proposte di emendamento, che sono state approvate con la maggioranza di Cdu/Csu, Spd, Fdp, Linke e Alleanza90/I Verdi contro il voto del gruppo parlamentare AfD. Nella votazione finale per appello nominale era richiesta una maggioranza di due terzi di 473 voti nel Bundestag, come sempre accade per le modifiche alla Legge fondamentale. Nella seduta di mercoledì 20 febbraio, la Commissione di conciliazione aveva raggiunto un accordo sul disegno di legge del governo federale (19/3440) che modifica gli articoli 104c, 104d, 125c e 143e della Legge fondamentale. La Commissione di conciliazione (Vermittlungsausschuss) è un organo congiunto del Bundestag e del Bundestag. Costituita in base all'art.77 comma 2 della Legge fondamentale (GG-Grundgesetz), è composta da un uguale numero di membri di ciascuna Camera. Dopo l'approvazione del Bundestag, le leggi federali devono essere immediatamente trasmesse al Bundesrat. Se la legge non incontra il consenso della maggioranza del Bundesrat, questo può richiedere, entro tre settimane dal ricevimento del provvedimento, la convocazione della Commissione di conciliazione.
    (Link alla notizia)
    (Raccomandazione della Commissione di conciliazione)
    (Disegno di legge del governo)

    Bundeswehreinsatz in Afghanistan soll verlängert werden
    Proseguimento della missione della Bundeswehr in Afghanistan

    Giovedì 21 febbraio il Bundestag ha discusso sul proseguimento della missione dell'esercito federale in Afghanistan fino alla fine di marzo 2020. La mozione presentata dal governo (19/7726) è stata rinviata alla Commissione per gli affari esteri dopo un dibattito di 45 minuti. La stessa procedura è stata seguita con le mozioni del gruppo parlamentare dell'AfD dal titolo "Porre fine all'impegno tedesco in Afghanistan" (19/7937) e del gruppo parlamentare della Linke dal titolo "Ritirare immediatamente la Bundeswehr dall'Afghanistan" (19/7908), sulle quali i deputati si sono confrontati in plenaria. L'attuale mandato per la missione di sostegno e addestramento guidata dalla Nato "Resolute Support", alla quale la Germania partecipa dal 2015, scade alla fine di marzo 2019.
    (Link alla notizia)
    (Mozione del Governo)
    (Mozione della Linke)
    (Mozione dell'AfD)

    Kontroverse Debatte über Quoten und Gleichberechtigung im Wahlrecht
    Dibattito controverso sulle quote e l'uguaglianza nella legge elettorale

    Giovedì 21 febbraio il Bundestag ha aperto il dibattito su un disegno di legge proposto dal gruppo parlamentare AfD per ripristinare l'uguaglianza nella legge elettorale e nei partiti politici (19/7936). Il progetto di legge è stato quindi rinviato alle commissioni per un ulteriore esame. La maggioranza dei voti dell'Assemblea, mentre l'AfD ha espresso voto contrario, sono stati a favore del rinvio del provvedimento alla Commissione per gli affari interni. Il progetto di legge vorrebbe che fosse introdotta nella normativa la precisazione che i partiti politici e i gruppi parlamentari sono vincolati dai principi di democrazia, in particolare la libertà e l'uguaglianza in materia elettorale, nonché dai divieti di discriminazione di cui all'articolo 3, paragrafo 3 della Legge fondamentale (Grundgesetz). Essa afferma: "Nessuno può essere svantaggiato o favorito a causa del suo sesso, della sua discendenza, razza, lingua, patria, origine, credo, convinzioni religiose o politiche. Nessuno può essere discriminato a causa della sua disabilità".
    (Link alla notizia)
    (Link al ddl)

    Bundestag setzt sich breit für Multilateralismus ein
    Il Bundestag sostiene ampiamente il multilateralismo

    Dopo la Conferenza sulla sicurezza che si è svolta a Monaco dal 15 al 17 febbraio, su richiesta dei gruppi parlamentari della CDU/CSU e della SPD, mercoledì 20 febbraio si è svolto nell'aula del Bundestag un dibattito (Aktuelle Stunde) sul tema "Dopo la Conferenza sulla sicurezza di Monaco: conservazione e rafforzamento dell'ordine internazionale basato sulle regole". Il Bundestag si è espresso a larga maggioranza a favore del rafforzamento dell'ordine internazionale basato sulle regole e di una maggiore cooperazione nell'Unione europea. La Conferenza ha rivelato le fratture tra Stati Uniti e Germania e le tensioni con la Russia. Nel suo discorso, la cancelliera tedesca Angela Merkel aveva anche espresso critiche alle iniziative unilaterali del presidente americano Donald Trump in politica estera e commerciale e aveva assunto una posizione nettamente a favore della cooperazione multilaterale.
    (Link alla notizia)

    Barnett: Beim Ausnahmezustand "rote Linie" nicht überschreiten
    Barnett: non superare la "linea rossa" in stato di emergenza

    Secondo Doris Barnett, la proclamazione dello stato di emergenza è consentita in linea di principio in caso di minacce all'esistenza di uno stato, ma "una restrizione delle libertà civili può essere tollerata solo in casi assolutamente eccezionali e per un periodo di tempo limitato". La comunità internazionale deve garantire che questa "linea rossa" non venga attraversata, avverte il rappresentante della SPD in un'intervista. Il problema dell'imposizione dello stato di emergenza è uno dei temi centrali dell'Assemblea parlamentare dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), che si riunisce a Vienna il 21 e 22 febbraio 2019. Barnett guida la delegazione del Bundestag.
    (Link all'intervista)

    *****************************

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    El Pleno da el primer paso para la eliminación del aforamiento de diputados y miembros del Gobierno de Illes Balears
    Con voto unanime, il 19 febbraio l'Assemblea del Congresso ha approvato l'avvio dell'esame della proposta di riforma dello Statuto di Autonomia delle Isole Baleari, presentata dal Parlamento di tale Comunità Autonoma al fine di cassare la speciale giurisdizione del Tribunale Superiore per le ipotesi di reato a carico di deputati e membri del Governo della predetta Comunità. Grazie a tale voto, il disegno di legge potrà ora proseguire l'esame parlamentare come Legge Organica. A tal fine, la proposta verrà assegnata alla Commissione Affari Costituzionali, che designerà un Comitato ristretto incaricato di valutarla, eventualmente proponendo emendamenti, e di redigere un parere da sottoporre al vaglio della Commissione. A sua volta, la Commissione Affari Costituzionali voterà una relazione da sottoporre all'Assemblea, chiamata ad approvare la proposta a maggioranza assoluta. Se la proposta verrà sostenuta da almeno 176 deputati, essa passerà al vaglio del Senato. Occorre ricordare che le iniziative legislative delle Comunità Autonome non decadono in caso di scioglimento anticipato delle Camere, quindi l'esame della proposta potrà proseguire il suo iter secondo le decisioni rese dall'Ufficio di Presidenza del futuro Congresso dei Deputati.
    [Comunicato stampa]
    [Fotonotizia]

    Pleno de 19 de febrero
    Il 19 febbraio, l'Assemblea del Congresso ha respinto l'avvio dell'esame parlamentare della Proposta di Legge Organica, presentata dal Gruppo Popolare, per la modifica del Codice Penale al fine di "rafforzare lo Stato di Diritto e le istituzioni dello Stato". Successivamente, il Congresso ha approvato due mozioni: la prima, presentata dal Gruppo Popolare, finalizzata al riconoscimento di Juan Guaidó quale legittimo Presidente del Venezuela; la seconda, presentata dal Gruppo Socialista, finalizzata all'eradicazione della prostituzione e della tratta di donne e bambine per lo sfruttamento sessuale. La seduta plenaria è terminata con l'approvazione della mozione conseguenza di interpellanza urgente, presentata dal deputato del Gruppo Misto Joan Baldoví, concernente l'applicazione della clausola di salvaguardia di cui all'articolo 34 dell'Accordo di Associazione Economica dell'Unione Europea con la Comunità degli Stati dell'Africa del Sud, al fine di vietare evitare l'importazione di agrumi da tale area geografica in assenza di garanzie di adeguata ispezione.
    [Fotonotizia]
    [Comunicato stampa]

    Comparecencia de Michel Barnier, negociador jefe de la Unión Europea
    Il 19 febbraio, la Commissione Mista per l'Unione Europea ha audito il Capo negoziatore per la preparazione e lo svolgimento dei negoziati della Commissione Europea con il Regno Unito, Michel Barnier, che ha informato i commissari in ordine ai negoziati per la Brexit e al dibattito sulla prosecuzione dei programmi di cooperazione territoriale PEACE IV (Irlanda - Regno Unito).
    [Fotonotizia]
    [Comunicato stampa]

    Los ministros de Economía e Interior comparecen en comisión esta semana
    Il 20 febbraio, la Commissione Economia e Impresa del Congresso, ha audito la Ministra dell'Economia e Impresa, Nadia Calviño, che ha informato i deputati, su propria richiesta, in merito all'evoluzione della situazione economica in Spagna. L'indomani 21 febbraio, la Commissione Affari Interni ha audito il Ministro dell'Interno, Fernando Grande-Marlaska, che ha riferito, sempre su propria richiesta, in ordine all'autorizzazione rilasciata dal Governo alla Generalitat nell'aprile 2018 all'acquisto di armi da guerra, nonché sulle detenzioni effettuate in Catalogna il 16 gennaio nell'ambito di un'attività di investigazione giudiziaria, oltre che sulla politica del Governo in relazione al trasferimento di detenuti dell'ETA nei Paesi Baschi.
    [Comunicato stampa]

    *****************************

    SPAGNA - SENADO

    El pleno del Senado realiza una declaración institucional en apoyo
    Il 20 febbraio, l'Assemblea del Senato ha reso una dichiarazione istituzionale a sostegno dell'inclusione della città di Zamora nella Lista dei Beni Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'Unesco. Attualmente la Spagna conta 47 beni dichiarati Patrimonio dell'Umanità, ai quali si aggiungono 4 beni in condivisione con altri paesi e ulteriori 16 beni immateriali, circostanza che fanno della Spagna il terzo Stato al mondo per numero di dichiarazioni di beni Patrimonio Mondiale, dietro soltanto all'Italia e alla Cina. La città di Zamora, si legge nella dichiarazione, "ha vissuto un periodo di splendore tra i secoli X e XIII, epoca alla quale risale il suo copioso e importante patrimonio romanico". Patrimonio rinvenibile in oltre venti edifici come la Cattedrale del Salvatore, il Castello e la Chiesa di Santa Maria Maddalena, circostanza che ne fanno la città europea e mondiale con il maggior numero di edifici realizzati in stile romanico. Rilevante a Zamora, si legge sempre nella dichiarazione, è anche il patrimonio che è valso alla città l'inclusione nella "Via Europea del Modernismo", insieme a Barcellona, Parigi e Bruxelles, ma anche punto nevralgico per 6 delle 7 "Rutas Jacobeas", per i tradizionali pellegrinaggi della provincia. Per la città passano: il Camino de Levante, il Camino de Poniente, il Camino de Fonseca, il Camino Portugués, il Camino Sanabres e il Camino o Ruta de la Plata, itinerario - quest'ultimo - attraente per diversità paesaggistica e importanza storica, che affonda le radici nella preistoria come corridoio naturale tra Cadice e la Costa Cantabrica, in passato itinerario commerciale e rotta militare per i Cartaginesi. Ciò premesso, nella sua dichiarazione istituzionale, il Senato chiede a tutte le amministrazioni competenti, di sostenere e dare impulso a ogni iniziativa utile a far conseguire alla città il riconoscimento dell'Unesco.
    [Comunicato stampa]

    Senadores y personal de la Cámara Alta podrán durante el día de hoy colaborar en la campaña de donación de sangre
    Nella giornata del 20 febbraio, il Senato, in collaborazione con la Croce Rossa Spagnola, ha organizzato una campagna collettiva per la donazione del sangue, alla quale hanno partecipato i senatori e il personale della Camera Alta. L'avvio della campagna è stato effettuato dal Presidente del Senato, Pío García-Escudero, che si è intrattenuto per un colloquio con l'équipe della Croce Rossa impegnata nella speciale iniziativa.
    [Comunicato stampa]

    *****************************

Abbonarsi alla newsletter

* Campo obbligatorio

FINE PAGINA

vai a inizio pagina