«
»
Newsletter
a cura dell'Ufficio Stampa
e dell'Ufficio ricerche sulla legislazione
del Senato della Repubblica

La newsletter #ParlamentiWeb è una finestra aperta sull'attività di altri Parlamenti in Europa. Nasce per allargare lo sguardo oltre i confini nazionali e offrire a chi è interessato una selezione rapida e sintetica di alcuni argomenti discussi e affrontati a Strasburgo, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, così come riportati dai rispettivi siti web. Non è uno strumento di monitoraggio sistematico delle attività parlamentari dei Paesi presi in esame. Quindi non ha nessuna pretesa di completezza. E' aperta però al contributo diretto di chiunque sia interessato a segnalare notizie e novità utilizzando la piattaforma Twitter, con l'hashtag #ParlamentiWeb. La newsletter è curata dall'Ufficio stampa e internet e dall'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata del Senato.

02 Marzo 2018

  • --- In primo piano ---

    PARLAMENTO EUROPEO

    - Crimini finanziari: il PE istituisce una Commissione speciale
    - Stato di diritto in Polonia: attivare l'art. 7 del Trattato
    - Bloccare il flusso di denaro verso i terroristi
    - Strategia a lungo termine per proteggere le api
    - Il mercato del miele in Europa: infografica
    - Ericsson licenzia in Svezia: aiuto straordinario per 900 lavoratori

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    - Interrogazioni al Primo ministro: Brexit, Irlanda del Nord
    - Impatto della Brexit sul settore automobilistico
    - Molestie sessuali e atti di bullismo all'interno del Parlamento

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    - La Camera dei Lords esamina il progetto di ritiro dall'Unione europea
    - Prezzi alimentari dopo la Brexit
    - Diritti dei cittadini europei: risposte insufficienti dal Governo
    - Le tensioni sul confine irlandese in seguito alla Brexit "vanno risolte subito"
    - Revisione delle capacità della Sicurezza nazionale: un contesto in cambiamento

    FRANCIA - ASSEMBLÉE NATIONALE

    - Attività sospese fino al 2 marzo
    - Indagine conoscitiva sul programma di difesa nazionale 2019-2025

    FRANCIA - SÉNAT

    - Attività sospese fino al 2 marzo
    - Rapporto sul ruolo del Senato nella fase ascendente del diritto comunitario
    - Investimenti nelle reti di comunicazione ad alta velocità

    GERMANIA - BUNDESTAG

    - Dibattito di attualità (Aktuelle Stunde) sull'esportazioni di armamenti
    - Legge federale per la promozione della formazione
    - Accordo economico e commerciale globale UE-Canada (CETA)
    - Diritto d'asilo: Algeria, Marocco e Tunisia nella lista dei paesi d'origine sicuri
    - Composizione di sei organi con competenze specializzate

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    - La Commissione di Inchiesta sulla Crisi Finanziaria della Spagna e il Programma di Assistenza Finanziaria svolge audizioni
    - La Presidente del Congresso si reca in visita ufficiale a León e riafferma la condivisione dei valori costituzionali da parte delle istituzioni democratiche
    - Audito in Commissione il Presidente della Corte dei Conti
    - Audito il Commissario europeo per il bilancio e le risorse umane

    SPAGNA - SENADO

    - La Commissione Affari Esteri approva mozioni
    - La Commissione Lavoro e Sicurezza Sociale approva mozioni
    - La Commissione Economia, Industria e Competitività approva mozioni

    *****************************

    PARLAMENTO EUROPEO

    Crimini finanziari: il PE istituisce una Commissione speciale
    Giovedì 1° marzo, i deputati hanno istituito una nuova Commissione speciale sulla criminalità finanziaria, l'evasione e l'elusione fiscale. La decisione è in parte dovuta alle rivelazioni dei "Paradise Papers" dello scorso anno. La Commissione speciale avrà 45 membri e un mandato di 12 mesi. La composizione sarà decisa nel corso della sessione plenaria di marzo.
    [Link]

    Stato di diritto in Polonia: attivare l'art. 7 del Trattato
    Il Parlamento ha esortato giovedì i governi dell'Unione a stabilire rapidamente se la Polonia è a rischio di violare gravemente i valori dello stato di diritto e, in caso affermativo, a proporre soluzioni. Con 422 voti a favore, 147 contrari e 48 astensioni, la Plenaria ha approvato la proposta della Commissione europea di attivare l'articolo 7, paragrafo 1 del Trattato UE (evidente rischio di una grave violazione dei valori UE). L'articolo 7 del Trattato UE, che finora non è mai stato utilizzato, fornisce un meccanismo per prevenire le violazioni dei valori dell'Unione e decidere le sanzioni contro lo Stato membro interessato, qualora si verifichino.
    [Link] [Infografica: come funziona la procedura dell'Articolo 7]

    Bloccare il flusso di denaro verso i terroristi
    Per fermare il flusso di denaro verso i terroristi, i Paesi UE dovrebbero indagare a fondo le transazioni finanziarie e l'attività delle organizzazioni di beneficenza sospette, condividendo le attività di intelligence in modo più proattivo. E' quanto chiedono i deputati in una risoluzione approvata con 533 voti favorevoli, 24 contrari e 43 astensioni. In particolare, i deputati chiedono di intensificare il coordinamento tra le istituzioni finanziarie, le forze dell'ordine e le agenzie di indagini tramite una piattaforma europea di intelligence finanziaria antiterrorismo, che potrebbe essere gestita da Europol, dando vita ad una banca dati di transazioni sospette, individui ed entità che operano in regime opaco. Occorre inoltre obbligare le banche a monitorare i pagamenti attraverso carte di debito prepagate, in modo da garantire che possano essere ricaricate solo tramite bonifici bancari e conti identificabili.
    [Link]

    Strategia a lungo termine per proteggere le api
    L' UE ha bisogno di una strategia ad ampio raggio e a lungo termine per migliorare la salute delle api e ricostruire la popolazione apicola, afferma il Parlamento in una risoluzione non legislativa approvata giovedì 1° marzo con 560 voti a favore, 27 voti contrari e 28 astensioni. A questo fine, gli eurodeputati chiedono un piano d' azione europeo per combattere la mortalità delle api; programmi di allevamento per aumentare la resistenza a specie invasive come l'acaro distruttore di Varroa e il calabrone asiatico o a malattie come la peste americana; il rafforzamento della ricerca su farmaci innovativi per le api; il divieto di tutti i pesticidi che hanno effetti negativi scientificamente dimostrati sulla salute delle api, compresi i neonicotinoidi e la promozione di alternative sicure per gli agricoltori; la segnalazione preventiva dei periodi di irrorazione delle colture per evitare danni alle api. L'Unione dovrebbe inoltre istituire un regime di sostegno specifico per gli apicoltori nell'ambito della politica agricola comune per il periodo successivo al 2020, introducendo anche un indennizzo per la perdita di colonie di api.
    [Link]

    Il mercato del miele in Europa
    L'Unione europea è il secondo produttore di miele al mondo dopo la Cina. Ogni anno circa 600.000 apicoltori producono 250.000 tonnellate di miele usando 17 milioni di arnie. Tuttavia la produzione non riesce a soddisfare la domanda interna. L'UE ha importato circa 200.000 tonnellate di miele nel 2016, soprattutto dalla Cina. Rispetto ai concorrenti, gli apicoltori dell'UE affrontano costi di produzione molto alti. Nel 2016, ad esempio, in media un chilo di miele importato costava €2,23 mentre un chilo di miele europeo esportato verso paesi terzi costava €5,69. Tutti i dati in una infografica.
    [Link]

    Ericsson licenzia in Svezia: aiuto straordinario per 900 lavoratori
    Aiutare 900 lavoratori svedesi licenziati dalla Ericsson a trovare un nuovo lavoro. E' questo l'obiettivo di uno stanziamento di 2.130.400 euro deciso giovedì 1° marzo dal Parlamento con 557 voti favorevoli, 71 contrari e 4 astensioni. La maggior parte dei lavoratori licenziati sono uomini di età compresa tra i 30 e i 54 anni. L'aiuto dell'European Globalisation Adjustment Fund (EGF) copre il 60% del costo totale, con cinque tipi di misure: pianificazione della carriera, sussidi di avviamento, istruzione, ricerca di lavoro e indennità di mobilità. Dal 2014, Ericsson ha completamente chiuso in Svezia tre stabilimenti e diverse linee di produzione hardware. In totale sono stati licenziati 2.388 lavoratori, 900 dei quali beneficeranno delle misure decise giovedì. L'EGF fornisce sostegno alle persone che perdono il proprio posto di lavoro a seguito di importanti cambiamenti strutturali negli schemi commerciali mondiali dovuti alla globalizzazione, ad esempio nel caso in cui la produzione di una azienda venga spostata al di fuori dell'Unione o in seguito alla crisi economica e finanziaria globale.
    [Link]

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    Prime Minister's questions: Brexit, Northern Ireland
    Il 28 febbraio la premier Theresa May ha risposto, come ogni mercoledì, ad interrogazioni orali in aula. In questa seduta si è svolta una accesa discussione tra la May e il leader dell'opposizione, Jeremy Corbyn sui temi della Brexit, il futuro delle piccole e medie imprese dopo l'uscita dall'UE, le implicazioni per l'occupazione. Oggetto di una delle questioni poste alla Premier è stata la bozza di proposta comunitaria di mantenere l'Irlanda del Nord nell'unione doganale dopo l'uscita del Regno Unito dalla UE. Un deputato ha chiesto rassicurazioni sulla posizione del governo, ricevendo una netta risposta sul rifiuto di un simile compromesso da parte del governo. Nella stessa giornata del 28 febbraio il Ministro-ombra per gli affari esteri Emily Thornberry ha presentato una interrogazione urgente al governo sul problema del confine tra le due Irlande.
    [Link]

    Impact of Brexit on automotive sector
    Il 1° marzo la Commissione per le imprese, l'energia e la strategia industriale ha pubblicato un Rapporto in cui invita il Governo a non sottovalutare l'importanza per le imprese automobilistiche britanniche di poter operare in continuità con il quadro regolatorio europeo esistente anche dopo la Brexit, per mantenere competitività sul mercato. La Commissione sottolinea le caratteristiche dell'industria automobilistica, orientata all'export, e la sua importanza per gli equilibri occupazionali.
    [Link alla notizia] [Testo completo del Rapporto)

    Independent complaint and Grievance policy debate
    Mercoledi 28 la Camera dei Comuni ha discusso un delicato documento (link), prodotto da un Gruppo di lavoro istituito ad hoc nel novembre 2017 per occuparsi delle accuse, emerse in alcuni organi di stampa, relative a casi di asserite molestie sessuali e atti di bullismo all'interno del Parlamento. Il Gruppo di lavoro aveva ricevuto il mandato di elaborare un codice di condotta per i parlamentari e di elaborare uno schema di azione per attivare meccanismi di denuncia individuali e introdurre anche in Parlamento procedure di reclamo che già esistono nelle aziende private. Tramite la sua presidente Andrea Leadsom il gruppo di lavoro ha presentato una mozione - sottoscritta da tutti i suoi componenti - che sollecita il Parlamento a prendere misure per contrastare il fenomeno, istituendo un organo permanente di controllo e introducendo un codice di condotta.

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    Lords examines EU withdrawal Bill
    La Camera dei Lords ha proseguito nel corso della settimana l'esame dettagliato del progetto di legge sul ritiro della Gran Bretagna dall'Unione europea (EU Withdrawal Bill). I principali temi esaminati sono stati la trasposizione delle norme europee per mantenerle nell'ordinamento giuridico nazionale anche dopo l'uscita definitiva, distinguendo tra livelli di legislazione primaria e secondaria; la conservazione di alcuni aspetti conformi al diritto europeo, quali la protezione dei consumatori e la legislazione sul lavoro, che non vanno modificati o indeboliti. Alcuni membri del Parlamento sono intervenuti per sottolineare l'importanza di raggiungere certezza giuridica e chiarezza nel testo normativo. Altri partecipanti al dibattito hanno indicato l'importanza per le regioni di mantenere i livelli di finanziamento da parte dei fondi di coesione europei.
    [Link]

    Post Brexit food prices
    Il 28 febbraio la sotto-commissione energia e ambiente della Comissione affari europei ha tenuto un'audizione del Ministro dell'agricoltura, la pesca e l'alimentazione sul possibile impatto dell'uscita dall'Unione europea sulla disponibilità di determinate risorse alimentari e sul loro prezzo.
    [Link]

    Government avoids answering Lords Committee's questions on rights of EU citizens
    Il 28 febbraio la sotto-commissione per la Giustizia della Commissione affari europei ha indirizzato al Ministro per l'immigrazione una protesta scritta per manifestare disappunto sulle risposte fornite dal Governo in materia di diritti dei cittadini europei. La Commissione aveva sottoposto al governo una lista di dieci quesiti in tema di tutele dei diritti acquisiti dai cittadini europei presenti nel Regno unito prima di una specifica data. La Commissione ha ritenuto che le spiegazioni e le rassicurazioni fornite dal governo siano state lacunose e insufficienti ed ha elevato una formale protesta.
    [Link] [Lista delle domande e le risposte del governo]

    Tensions in UK positions on Brexit and Irish border need to be settled now
    Il 27 febbraio la Commissione affari europei ha scritto al Segretario di Stato per l'Irlanda del Nord manifestando preoccupazione per la mancanza di chiarezza da parte del Governo sul modo in cui intenda risolvere le tensioni sollevate dall'intenzione di lasciare l'Unione doganale, evitare l'instaurazione di confini tra le due Irlande e garantire che non si verifichi l'introduzione di ostacoli doganali tra il Regno Unito e l'Irlanda del Nord qualora questa rimanga in un'area doganale europea comune. La lettera è stata inviata a conclusione di un'inchiesta svolta dalla Commissione a partire dal Rapporto sulla Brexit di dicembre 2010.
    [Link]

    National Security Capability Review: A Changing Security Environment
    Il 26 febbraio si è tenuta una seduta del Joint Committee on the National Security Strategy, la Commissione che sta svolgendo una indagine sulla strategia del governo in tema di sicurezza nazionale e difesa. L'indagine è stata avviata nel giugno 2017, dopo gli attacchi terroristici a Londra e Manchester. Nella seduta del 28 febbraio la Commissione ha ascoltato, sul tema delle possibilità di una revisione della politica di sicurezza nazionale, alcuni ufficiali ed esperti. Essi si sono soffermati soprattutto sui temi della stabilità geopolitica in Medio Oriente e Africa, lo sviluppo della strategia di difesa nazionale negli ultimi anni, la sfida della cybersicurezza.
    [Link alla scheda completa dell'indagine]

    *****************************

    FRANCIA- ASSEMBLÉE NATIONALE

    Défense : programmation militaire pour les années 2019 à 2025
    Nella settimana 26 febbraio - 2 marzo l'Assemblea Nazionale francese ha sospeso i lavori e non ha tenuto sedute pubbliche. L'attività parlamentare si è concentrata sui lavori della Commissione per la difesa nazionale, che sta svolgendo l'indagine conoscitiva preparatoria per l'esame del progetto di legge di programmazione militare 2019 - 2025 (Dossier legislativo). Il progetto di legge, presentato dal Governo l'8 febbraio, ha per oggetto la politica di difesa nazionale sia per quanto riguarda il quadro giuridico, sia dal punto di vista degli impegni finanziari, sia per tutti gli aspetti del coordinamento in ambito comunitario e delle nuove sfide tecnologiche e strategiche. La Commissione ha proseguito la serie di audizioni programmate, tra le quali martedì 27 di rappresentanti di associazioni militari professionali (video), mercoledì 28 di rappresentanti dei sindacati del personale civile della difesa (video), ed esperti come il Gen. Oliver Bonnet de Paillerets, comandante della cyberdifesa (quest'ultima audizione non disponibile). L'esame del progetto di legge in Commissione difesa dovrebbe concludersi entro la prima metà di marzo.
    Il 23 febbraio la Commissione per gli affari europei ha pubblicato un Rapporto informativo sull'Europa della difesa e i rapporti con la NATO (Rapporto).

    *****************************

    FRANCIA - SÉNAT

    Le Sénat influent dans les négociations à Bruxelles
    Nella settimana 26 febbraio - 2 marzo il Senato francese ha sospeso i lavori e non ha tenuto sedute. Nel corso di questa settimana si segnala la pubblicazione di un Rapporto elaborato dalla Commissione Affari europei sulla funzione e sul ruolo del Senato nella fase ascendente del diritto comunitario. L'esame degli atti comunitari da parte della Commissione del Senato ha risultati che spesso influiscono sulla posizione della Francia nella fase negoziale presso le istituzioni a Bruxelles e 'nutrono' il dialogo tra Commissione europea e istituzioni nazionali. Il Rapporto vuole fare un bilancio di questo lavoro nell'arco dei dodici mesi che vanno dal 1° ottobre 2016 al 30 settembre 2017.

    Investissement dans les réseaux de communication à très haut débit
    Il Senato si prepara ad esaminare, a partire dalla prossima settimana, la proposta di legge (testo) volta a promuovere e garantire gli investimenti nelle reti di comunicazione elettronica ad alta velocità. Su questa proposta, all'ordine del giorno dal 6 marzo, è stata depositata una relazione (testo). La proposta intende regolamentare il quadro giuridico liberalizzando le reti di distribuzione della comunicazione digitale per garantire una migliore copertura del territorio e facilitare l'accesso a tutti i cittadini.

    *****************************

    BUNDESTAG

    Streit um Steigerung oder Rückgang bei Rüstungsexporten
    Dibattito su aumento o diminuzione delle esportazioni di armi

    Già a partire dal titolo, l'argomento era controverso nel dibattito di attualità ("Aktuelles Stunde") di mercoledì 28 febbraio, avviato su richiesta della Linke: "Incremento delle esportazioni di armi", perché i relatori della CDU, CSU e SPD non hanno visto alcun aumento, ma piuttosto un calo nelle esportazioni di armi, e la frazione FDP non ha voluto unirsi alle critiche avanzate dalla Linke, i Verdi e l'AfD.
    [Link alla notizia nella sezione "Documenti"]

    Grüne fordern eine BAföG-Novelle
    I Verdi propongono una revisione della legge federale per la promozione della formazione

    Giovedì 1° marzo il Bundestag ha esaminato in prima lettura la proposta di Alleanza 90/I Verdi di modifica della legge federale per il sostegno alla formazione, conosciuta con l'acronimo BAföG (Bundesausbildungsförderungsgesetz), in previsione dell'entrata in vigore nel semestre invernale 2018-19. Il sistema delle borse di studio pubbliche è entrato in vigore nel 1971 con lo scopo di assicurare a tutti i giovani, a prescindere dal loro status sociale, una possibilità di formazione che soddisfi i loro interessi e le loro competenze e che li renda autonomi. La proposta in esame (19/508), che mira a incrementare gli incentivi di sostegno allo studio, è stata successivamente deferita alla Commissione per l'istruzione, la ricerca e la valutazione per l'esame di competenza.
    [Link alla notizia e alla scheda del disegno di legge]

    EU-Kanada-Handelsabkommen Ceta Thema im Bundestag
    Il Ceta in discussione al Bundestag

    L'Accordo economico e commerciale tra l'UE e il Canada, approvato dal Parlamento Europeo il 15 febbraio 2017, con l'obiettivo di aumentare gli investimenti e il commercio in beni e servizi, entrerà pienamente in vigore soltanto a seguito della ratifica di tutti gli Stati Membri dell'UE. Sul Ceta venerdì 2 marzo il Bundestag ha avviato un dibattito a partire da un disegno di legge della frazione FDP (19/958), nonché su una mozione della Linke (19/97) in cui si esprime contrarietà a una Corte di giustizia europea separata per conflitti tra investitori, imprese e stati. Entrambe le proposte sono state quindi rinviate alla Commissione per l'economia e l'energia per l'esame di competenza
    [Link alla notizia]

    Einstufung Algeriens, Marokkos und Tunesiens als sichere Staaten
    Classificazione di Algeria, Marocco e Tunisia come paesi sicuri

    La frazione dell'FDP ha proposto che gli stati maghrebini Algeria, Marocco e Tunisia siano classificati come "paesi d'origine sicuri" e ha presentato un disegno di legge corrispondente per modificare la legge sul diritto di asilo (19/957), di cui il Bundestag ha discusso in prima lettura giovedì 1° marzo. L'FDP ha evidenziato che in Germania nel 2017 sono state presentate 222.683 domande di asilo, la cifra più alta dal 1993, ad eccezione degli anni 2015 e 2016. Tra queste erano compresi i richiedenti asilo provenienti da Algeria, Marocco e Tunisia. Secondo l'FDP i fondi disponibili dovrebbero essere concentrati sui richiedenti la cui domanda di protezione è giustificata. La classificazione di questi Stati come paesi di origine sicuri potrebbe accelerare la procedura di asilo. Il disegno di legge è stato successivamente deferito alla Commissione per gli affari interni.
    [Link alla notizia e al ddl]

    Mitglieder von sechs Gremien gewählt
    Elezione dei membri di sei Comitati

    Giovedì 1° marzo il Bundestag, senza dibattito, ha istituito tre Comitati (Gremien) e ha eletto i componenti di sei organi. Oltre alle Commissioni, infatti, i membri del Bundestag partecipano ad altri organismi la cui attività va oltre la consulenza su proposte legislative concrete. La Commissione comune (Gemeinsamer Ausschuss) non è una commissione classica, ma un Parlamento di emergenza per il caso della difesa. Secondo l'art.53 bis della Legge fondamentale, la Gemeinsamer Ausschuss è composta da 32 membri del Bundestag, che non possono far parte del governo federale, e da 16 membri del Bundesrat (un membro per Stato federale), che non sono vincolati da direttive. La composizione dei 32 membri del Bundestag dipende dal rapporto di forza dei gruppi parlamentari del Bundestag. La presiede il Presidente del Bundestag. Si riunisce se vi sono ostacoli insormontabili alla tempestiva riunione del Bundestag. Il governo federale è tenuto a informare la Commissione delle misure previste per lo stato di difesa. L'articolo-53 bis è stato inserito nella legge fondamentale nel 1968 in connessione con l'adozione delle cosiddette leggi di emergenza. La Gemeinsamer Ausschuss non si è ancora mai riunita.
    [Link]

    *****************************

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    Comisión de Investigación de la Crisis Financiera de España y el Programa de Asistencia Financiera. Sesión 25
    Il 28 febbraio, la Commissione di Inchiesta relativa alla Crisi Finanziaria della Spagna e al Programma di Assistenza Finanziaria, ha svolto le seguenti audizioni: dell'ex Presidente di Caixa Catalunya ed ex Vicepresidente del Governo, Narcís Serra i Serra; dell'ex Presidente della Cassa di Risparmio del Mediterraneo, Modesto Crespo; dell'ex Presidente di Caja Castilla-La Mancha, Juan Pedro Hernández.
    [Fotonotizia]
    [Ulteriore fotonotizia]

    La presidenta del Congreso defiende en León el compromiso constitucional de todas las instituciones
    Il 27 febbraio, la Presidente del Congresso dei deputati, Ana Pastor, si è recata in visita ufficiale a León, dove ha riaffermato l'assoluta condivisione dei valori costituzionali da parte di tutte le istituzioni democratiche. Con l'occasione, la Presidente ha visitato il Museo Reino de León, dove ha ricevuto una copia di 'Los Decreta' di Alfonso IX come ricordo delle origini del parlamentarismo europeo risalenti al 1188; in tale circostanza, la Pastor ha ricordato l'importanza che la Costituzione del 1978 ha avuto nello sviluppo della Spagna negli ultimi 40 anni e ha invitato i leonesi a partecipare agli eventi commemorativi coordinati dalle Cortes Generali e previsti per tutto il 2018. 'La storia dei nostri ultimi 40 anni non si comprende senza il patto costituzionale che permise a tutti gli spagnoli di lavorare per un futuro comune', ha sottolineato la Pastor chiudendo la visita con l'incontro di una delegazione municipale, nonché di deputati della provincia e rappresentanti della società civile leonese nel Municipio.
    [Fotonotizia]

    Comisión Mixta para las Relaciones con el Tribunal de Cuentas. Sesión 19
    Il 27 febbraio, il Presidente della Corte dei Conti, Ramón María Álvarez de Miranda García, è stato audito dalla competente Commissione Mista del Congresso per presentare le relazioni concernenti la revisione contabile.
    [Fotonotizia]

    Comisión Mixta para la Unión Europea. Sesión 24
    Il 26 febbraio, il Commissario europeo per il bilancio e le risorse umane, Günther Oettinger, è stato audito dalla Commissione Mista per l'Unione europea in merito al Quadro Finanziario Pluriennale (QFP), che stabilisce i limiti dei bilanci generali annuali dell'Unione europea, determinando gli importi complessivi e quelli relativi a vari settori di attività che l'UE potrebbe utilizzare in ogni esercizio quando assume obblighi giuridicamente vincolanti in un periodo non inferiore a 5 anni.
    [Fotonotizia]

    *****************************

    SPAGNA - SENADO

    Acuerdos adoptados por las Comisiones del 1 de marzo
    Il 1° marzo, la Commissione Affari Esteri ha approvato le seguenti mozioni:

    • una mozione che impegna il Governo all'adozione di specifiche misure in relazione alla repressione contro le persone lesbiche, gay, transessuali, bisessuali e intersessuali in Cecenia, presentata dal Gruppo Esquerra Republicana e approvata con modificazioni all'unanimità;
    • una mozione che impegna il Governo a reclamare allo Stato di Israele la liberazione di Ahed Tamimi e degli altri minori palestinesi, nonché la ratifica e l'attuazione delle Convenzioni di Diritto Internazionale, presentata dal Gruppo Unidos Podemos-En Comú Podem-En Marea, approvata con modificazioni all'unanimità;
    • una mozione che impegna il Governo a sostenere la rapida conclusione dell'Accordo commerciale dell'Unione europea con il Mercato Comune del Sud (MERCOSUR), presentata dal Gruppo Popolare e approvata con 16 voti favorevoli, 2 contrari e 9 astenuti;
    • una mozione che impegna il Governo a collaborare al finanziamento dell'Agenzia delle Nazioni Unite di soccorso e lavori per i profughi della Palestina nel Vicino Oriente (UNRWA), presentata dal Gruppo Basco e approvata all'unanimità;
    • una mozione che impegna il Governo a contribuire, in seno al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (ACNUDH), al rispetto pratico di tali diritti nei paesi membri dell'Organizzazione e alla somministrazione di informazione parlamentare periodica sulla relativa gestione, presentata dal Gruppo Popolare e approvata con 21 voti favorevoli, 1 contrario e 4 astenuti.

    In pari data, la Commissione Lavoro e Sicurezza Sociale ha approvato 2 mozioni, entrambe presentate dal Gruppo Popolare: la prima, approvata con 17 voti favorevoli e 8 astenuti, impegna il Governo a realizzare una campagna informativa tra le piccole e medie imprese che dia maggiore visibilità allo strumento Prevención10.es; la seconda, approvata all'unanimità, dispone l'istituzione di un Comitato di Studio, in seno alla medesima Commissione, sull'Accordo per l'impulso dell'industria in Spagna come motore della creazione di nuovi posti di lavoro.
    [Comunicato stampa]

    Acuerdos adoptados por la Comisión de Economía, Industria y Competitividad
    Il 26 febbraio, la Commissione Economia, Industria e Competitività ha approvato all'unanimità le seguenti mozioni:
    - una mozione, presentata dal Gruppo Socialista, che impegna il Governo ad adottare specifiche misure di sostegno al settore delle olive da tavola in Spagna e nella Comunità Autonoma di Andalusia;
    - una mozione, presentata dal Gruppo Popolare, che impegna il Governo ad affrontare, in seno al Comitato di Esperti sul futuro del lavoro, lo studio delle sfide recate dalle nuove tecnologie, dalla digitalizzazione e i nuovi settori produttivi per il miglioramento della competitività dell'economia spagnola.
    [Comunicato stampa]

    *****************************

Abbonarsi alla newsletter

* Campo obbligatorio

FINE PAGINA

vai a inizio pagina