«
»
Il Presidente: Discorsi

Senato&Cultura, "Omaggio a Napoli"

Il discorso di apertura del Presidente del Senato Elisabetta Casellati

14 Settembre 2019

Il settimo appuntamento di Senato&Cultura è un omaggio a Napoli, alla sua creatività, alla sua unicità. Se è vero infatti che già nell'antichità Polibio sottolineava come "per la sua bellezza e per la sua fecondità gli Dei si contendono il possesso della città", Napoli ha saputo nei secoli conservare intatta la sua magia, il suo fascino senza tempo.
Per celebrarla ci sarà quindi spazio per la musica, il canto, la recitazione, l'arte; ma anche impegno sociale e solidarietà, due aspetti che diventano fondamentali per una narrazione efficace e realistica.
Tanti ingredienti diversi per portare in scena un evento speciale che ci accompagnerà alla scoperta delle eccellenze e dei tesori partenopei.

Avremo quindi la possibilità di ascoltare e conoscere Don Antonio Loffredo, parroco della Basilica di Santa Maria della Sanità e Rosario Esposito La Rossa, fondatore de "La Scugnizzeria Sognare il possibile", due esempi di come la cultura possa essere uno strumento di riscatto e di aiuto ai giovani.
Racconteranno inoltre le loro esperienze due artisti unici nel loro genere: Marco Ferrigno esporrà nelle Sale adiacenti all'Aula del Senato alcune sue creazioni rappresentative della tradizione del presepe napoletano; Lello Esposito offrirà al pubblico la possibilità di ammirare la creazione "Pulcicorno", opera simbolica della cultura partenopea, realizzata appositamente per Senato&Cultura.

Tra questi due momenti daremo spazio al canto e alla recitazione con l'esibizione di Serena Autieri che interpreterà brani della tradizione partenopea.

Il finale sarà affidato ad uno dei più grandi artisti italiani: Massimo Ranieri. Attore, cantante, "istrione del palcoscenico", ci delizierà con i capolavori assoluti del repertorio musicale napoletano.

Ricordo che Senato&Cultura è un progetto realizzato in collaborazione con la Rai e con Rai Cultura - che ringrazio sempre - per valorizzare il nostro patrimonio storico e culturale, e metterlo a disposizione dei cittadini grazie a proposte artistiche che coinvolgono le eccellenze italiane.
Grazie a tutti.

Archivio dei discorsi

FINE PAGINA

vai a inizio pagina