«
»

Martedì 3 Agosto 2021 - 354ª Seduta pubblica

(La seduta ha inizio alle ore 16:32)

L'Assemblea ha approvato definitivamente il ddl 2336, conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 giugno 2021, n. 82, recante disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell'architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale.

La relatrice, sen. Mantovani (M5S), ha riferito sul contenuto del decreto: l'articolo 1 reca definizioni, l'articolo 2 riguarda le competenze del Presidente del Consiglio, l'articolo 3 l'Autorità delegata, l'articolo 4 il Comitato interministeriale, l'articolo 5 istituisce l'Agenzia di cui gli articoli 6 e 7 definiscono l'organizzazione e le funzioni, gli articoli 8 e 9 riguardano struttura e compiti del Nucleo per la cybersicurezza, l'articolo 10 riguarda la gestione delle crisi. L'articolo 14 prevede relazioni annuali al Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir).

Alla discussione hanno partecipato i sen. Paola Binettti, Anna Carmela Minuto, Maria Virginia Tiraboschi, Aimi, Mallegni (FIBP), Grimani (IV-PSI), Malan (FdI) e Augussori (L-SP). I senatori intervenuti hanno ricordato l'attacco informatico alla Regione Lazio e hanno sottolineato l'importanza del provvedimento per dare attuazione a processo di digitalizzazione previsto dal piano nazionale di ripresa.

Nelle dichiarazioni di voto finale la sen. Garavini (IV-PSI) ha parlato di sovranità tecnologica europea; la sen. Rauti (FdI) ha accusato le forze di Governo di ritardo imperdonabile nell'istituire l'Agenzia, richiesta da una direttiva europea fin dal 2016; la sen. Pinotti (PD) ha posto l'accento sull'importanza di un'autorità unica; il sen. Ruotolo (Misto-LeU) ha inquadrato gli attacchi informatici nel contesto delle guerre asimmetriche; il sen. Gasparri (FIBP-UDC) ha posto l'accento sulla difesa delle frontiere fisiche e digitali e ha espresso qualche dubbio sull'autorità unica; il sen. Arrigoni (L-SP) ha ricordato le modifiche approvate dalla Camera che hanno definito meglio le funzioni dell'Agenzia e hanno rafforzato il controllo parlamentare; il sen. Garruti (M5S) ha posto l'accento sull'autonomia tecnologica del Paese e sulla necessità di personale specializzato.

La Conferenza dei Capigruppo ha ridefinito il calendario dei lavori: domani a partire dalle ore 11 saranno esaminati rendiconto e assestamento e, nel pomeriggio, le risoluzioni sulla partecipazione dell'Italia a missioni internazionali; giovedì sarà esaminato il decreto sulla salvaguardia di Venezia. I lavori delle Commissioni riprenderanno, salve diverse esigenze, dal 30 agosto; l'Assemblea tornerà a riunirsi martedì 7 settembre alle ore 16.30 per le comunicazioni del Presidente.

In apertura di seduta il Presidente del Senato ha ricordato che domenica 11 agosto ricorrerà il centenario della promulgazione della legge sulla traslazione della salma del Milite Ignoto all'altare della Patria.

Sugli incendi che hanno colpito diverse regioni italiane, in particolare l'Abruzzo, hanno preso la parola i sen. D'Alfonso (PD), Pagano (FIBP), Bagnai (L-SP), Di Nicola (M5S), De Carlo (FdI) e Loredana De Petris (Misto-LeU). Il Presidente Casellati ha espresso sentimenti di vicinanza alle popolazioni colpite dagli incendi.

(La seduta è terminata alle ore 19:28 )

FINE PAGINA

vai a inizio pagina