«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

A Firenze convegno "Cultural Heritage on line", sull'uso delle tecnologie digitali

heritageIl 15 e il 16 dicembre si è svolto a Firenze un Convegno sull'uso delle tecnologie digitali per la conservazione del patrimonio culturale, organizzato dalla Fondazione Rinascimento Digitale, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Library of Congress, dal titolo "Cultural Heritage on line, empowering users: an active role for user communities".

Sono state affrontate le tematiche relative alla gestione su supporto digitale del materiale di pregio e alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie per rendere disponibile on line il patrimonio culturale di istituzioni quali biblioteche, archivi, musei.

La possibilità di mettere a confronto realtà fra loro anche molto diverse ha offerto numerosi spunti di riflessione sulla situazione attuale e sulle linee di sviluppo future.

I numerosi contributi di relatori italiani e stranieri hanno analizzato le tematiche di maggiore interesse, quali i progetti di censimento delle collezioni digitali e la creazione di collegamenti fra archivi, la conservazione del materiale digitale, l'armonizzazione degli standard in un quadro di maggiore collaborazione fra istituti culturali, e la necessità di maggiori finanziamenti.

Tra i progetti descritti si segnalano:

- Europeana, il network fondato dalla Commissione europea, database multilingue che permette di consultare materiale di formato diverso (immagini, testi, file audio e video)

- i progetti attuati e in corso di realizzazione in Italia, come ad es. Michael (Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe), censimento delle collezioni digitali italiane e CulturaItalia, illustrati da Rossella Caffo (Istituto Centrale per il Catalogo Unico)

- le politiche seguite della Regione Toscana per la digitalizzazione del patrimonio culturale, come ad es. l'Emeroteca Virtuale Toscana, Codex, inventario dei manoscritti medievali della Toscana, o la rete delle biblioteche pubbliche toscane.

Il convegno è stato preceduto e seguito da due giornate di approfondimento. La giornata del 14 dicembre, intitolata "Long term preservation of digital assets: basic concepts and practice", è stata dedicata alla conservazione del materiale digitale. Il 17 dicembre, invece, la giornata di studio è stata dedicata a "Dublin core", sistema di metadati che consente di descrivere qualsiasi tipo di materiale digitale accessibile in rete.

Per ulteriori approfondimenti i testi sono disponibili sul sito della Fondazione Rinascimento Digitale.

La Biblioteca del Senato ha già da tempo avviato progetti di digitalizzazione che rendono disponibili on line i testi statutari più significativi, il catalogo degli statuti ed una raccolta di immagini tratte dal Fondo antico di storia locale; era quindi presente ai lavori del convegno motivata da un forte interesse a conoscere lo stato attuale delle politiche di conservazione digitale e di diffusione on line del materiale sia a livello europeo che nazionale.

Nel quadro di un progetto volto a favorire una più ampia fruizione del proprio patrimonio, la Biblioteca partecipa anche ai progetti di alcuni importanti MetaOPAC: il catalogo è consultabile sul sito di Urbs - Unione Romana Biblioteche Scientifiche - portale che riunisce le risorse di biblioteche di alta specializzazione nelle discipline umanistiche, appartenenti ad Istituti e Accademie di ricerca di 11 paesi e con sede a Roma, e sul MetaOPAC Azalai Italiano (MAI), progetto realizzato in collaborazione tra l'Associazione Italiana Biblioteche e il CILEA (Consorzio Interuniversitario Lombardo per l'elaborazione Automatica) che consente di interrogare oltre 150 cataloghi informatizzati di biblioteche italiane.

Al portale Culturaitalia, invece, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Senato fornisce i dati relativi a decine di migliaia di immagini digitali presenti nelle proprie raccolte.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina