«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

Visita il Senato e Senato TV

visita virtualeIl Senato, in quanto organo fondamentale della vita democratica del paese, è istituzionalmente aperto alla fruizione dei cittadini; in tale ottica si inquadra, oltre alle iniziative di pubblicità dei suoi lavori, consultabili on line, la possibilità di visitare Palazzo Madama in un percorso che ne attraversa i luoghi più significativi.

A questo proposito, dalla home page del sito Internet del Senato, selezionando il link "Relazioni con i cittadini" e di seguito "Visita il Senato" nel menù di sinistra, si può accedere a tutte le informazioni necessarie a singoli cittadini e gruppi (scolaresche e associazioni) per effettuare una visita a Palazzo Madama, incluse modalità di prenotazione e indicazioni per assistere alle sedute dell'Assemblea. È anche possibile, cliccando sul link "Visita virtuale", muoversi dal proprio computer nelle sale e nei palazzi del Senato visitandone gli ambienti e ascoltando la descrizione offerta per ciascuno di essi. Sono inoltre presenti schede illustrative dettagliate dei Palazzi Madama, Giustiniani e della Minerva, corredate da foto esplicative. Un'ultima sezione riguarda la stenografia in Senato, e in particolare il sistema "Michela" per la resocontazione d'aula, in uso presso il Senato, a proposito del quale vengono forniti ragguagli tecnici e notizie storiche.

La pubblicità dei lavori del Senato è assicurata, oltre che dalla consultazione degli atti legislativi e dei testi relativi alle sedute, dalla possibilità di assistere, in diretta televisiva e in modalità videostreaming, alle sedute stesse, selezionando il link "Senato TV" dalla sezione "Lavori del Senato" sul sito Internet. È inoltre presente un archivio delle registrazioni disponibili a partire dal 2005, nonché il testo del disciplinare sulle procedure di trasmissione radiotelevisiva dei lavori del Senato, con cui si regolamenta la specifica materia, emanato con decreto del Presidente del Senato dell'8 luglio 2005.

Si tratta di un ulteriore passo nella direzione di garantire quella fruibilità delle informazioni necessaria in un sistema democratico in cui il rapporto fra cittadino e istituzioni deve essere improntato alla massima trasparenza.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina