«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 56 (Nuova Serie), aprile 2020

La Biblioteca diventa membro del CERL

La Biblioteca del Senato è entrata a far parte del CERL (http://www.cerl.org/), un Consorzio delle biblioteche europee di ricerca cui aderiscono i più importanti istituti bibliografici europei, quali la British Library, la National Library of Scotland, la Biblioteca Nacional de España, e per l'Italia, tra gli altri, le Biblioteche Nazionali Centrali, la Nazionale di Napoli, la Marciana e l'Istituto Centrale per il Catalogo Unico.

Il Consorzio si pone l'obiettivo di condividere risorse ed esperienze, con lo scopo di valorizzare e preservare il patrimonio bibliografico europeo edito dall'invenzione della stampa al 1830 e di renderne più semplice l'accesso e l'informazione.

Principale progetto del CERL è quello di censire tutti i volumi stampati in Europa durante il periodo della stampa manuale in un catalogo unico ed aperto, l'HPB (Heritage of the Printed Book Database, già HPBD, Hand Press Book Database), la cui consultazione è riservata ai membri del Consorzio, e che conta attualmente un milione e mezzo di record, tra incunaboli, cinquecentine ed edizioni dei secoli XVII-XIX.

Importante strumento di sussidio alla ricerca è poi il CERL Thesaurus (CT), un database pubblico che contiene schede dei luoghi di stampa e dei tipografi/editori attivi dalla metà del XV secolo al 1830, comprensivo dei rinvii dalle varianti grafiche, dalle forme latine e dalle denominazioni fittizie.

E' consultabile sul sito del CERL anche il progetto pilota del CERL Manuscripts Portal (CMP), un portale per la ricerca delle risorse in linea del materiale manoscritto europeo.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina