SENATO DELLA REPUBBLICA

DELIBERAZIONE 21 luglio 1999

Modificazione degli articoli 76-bis, 126 e 126-bis del regolamento del Senato


Art. 1.

1. All' art. 76-bis, al comma 1 , dopo la parola:
"CNEL"
sono inserite le seguenti:
", nonch gli schemi di decreto legislativo"
;
conseguentemente la rubrica sostituita dalla seguente:
"Relazione tecnica sui disegni di legge, sugli schemi di decreto legislativo e sugli emendamenti"
.

Art. 2.

1. All' art. 126, il comma 2 abrogato.

Art. 3.

1. All' art. 126-bis sono aggiunti, in fine, i seguenti commi:

"
2-bis. Quando i disegni di legge di cui al comma 1 sono presentati dal Governo al Senato, il Presidente del Senato, sentito il parere della 5 Commissione permanente e del Governo, prima dell'assegnazione, accerta se ciascuno di essi rechi disposizioni estranee al proprio oggetto come definito dalla legislazione vigente nonch dal documento di programmazione economico-finanziaria come approvato dalla risoluzione parlamentare. In tal caso il Presidente comunica all'Assemblea lo stralcio delle predette disposizioni.
2-ter. Sono inammissibili gli emendamenti, d'iniziativa sia parlamentare che governativa, ai disegni di legge di cui al comma 1 , che rechino disposizioni contrastanti con le regole di copertura stabilite dalla legislazione vigente o estranee all'oggetto dei disegni di legge stessi, come definito dalla legislazione vigente nonch dal documento di programmazione economico- finanziaria come approvato dalla risoluzione parlamentare.
2-quater. Ricorrendo le condizioni di cui al comma 2-ter , il Presidente del Senato, sentito il parere della 5 Commissione permanente e del Governo, pu dichiarare inammissibili disposizioni del testo proposto dalla Commissione all'Assemblea.
2-quinquies. Possono essere presentati in Assemblea, anche dal solo proponente, i soli emendamenti respinti nella Commissione competente per materia, salva la facolt del Presidente di ammettere nuovi emendamenti che si trovino in correlazione con modificazioni proposte dalla Commissione stessa o gi approvate dall'Assemblea.
"
.
Il Presidente: Mancino



Versioni disponibili



Informazioni aggiuntive

FINE PAGINA

vai a inizio pagina