Senato della Repubblica

«
»
Attività non legislative

Documento XIX n. 43

XVIII Legislatura

Sentenza della Corte (Seconda sezione) dell'8 maggio 2019, causa C-53/18, Antonio Pasquale Mastromartino contro Commissione nazionale per le società e la borsa. Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal tribunale amministrativo regionale per il Lazio. La Corte ha dichiarato che gli articoli 8, 23, 50 e 51 della direttiva 2004/39/CE, relativa ai mercati degli strumenti finanziari, e gli articoli 49 e 56 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE), nonché i princìpi di non discriminazione e di proporzionalità, devono essere interpretati nel senso che, in una situazione quale quella in esame nel procedimento principale, un divieto temporaneo di esercizio dell'attività di consulente finanziario abilitato all'offerta fuori sede non rientra né nell'ambito di applicazione di detta direttiva, né in quello degli articoli 49 e 56 del TFUE, e neppure in quello dei princìpi di non discriminazione e di proporzionalità, e che pertanto le predette norme e i predetti princìpi non ostano a un divieto siffatto

Titolo breve: Sentenza della Corte (Seconda sezione) dell'8 maggio 2019, causa C-53/18, Antonio Pasquale Mastromartino contro Commissione nazionale per le società e la borsa


Riferimenti normativi documento

Legge OrdinariaL., 24 dicembre 2012, n.234, art. 14, comma 1, punto a) e b)

Iniziativa

Presentato da: Presidenza del Consiglio dei ministri (Governo Conte-I) , il 4 giugno 2019; annunciato nella seduta n. 120 dell'11 giugno 2019

Assegnazioni

Assegnato alla 6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro) l'11 giugno 2019; annuncio nella seduta n. 120 dell'11 giugno 2019
Assegnato alla 14ª Commissione permanente (Politiche dell'Unione europea) l'11 giugno 2019; annuncio nella seduta n. 120 dell'11 giugno 2019