Senato della Repubblica

«
»
Attività non legislative

Atto del Governo sottoposto a parere parlamentare n. 15

XVIII Legislatura

Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2014/50, relativa ai requisiti minimi per accrescere la mobilità dei lavoratori tra Stati membri migliorando l'acquisizione e la salvaguardia di diritti pensionistici complementari

Titolo breve: Mobilità dei lavoratori tra Stati membri


Testi disponibili dall'Archivio Legislativo

  1. Atto del Governo sottoposto a parere parlamentare N. 15

Dossier di documentazione

Servizio del Bilancio

  1. Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2014/50, relativa ai requisiti minimi per accrescere la mobilità dei lavoratori tra Stati membri migliorando l'acquisizione e la salvaguardia di diritti pensionistici complementari (Atto del Governo n. 15)

Servizio Studi

  1. Attuazione della direttiva 2014/50/UE relativa ai requisiti minimi per accrescere la mobilità dei lavoratori tra Stati membri migliorando l'acquisizione e la salvaguardia di diritti pensionistici complementari (Atto n. 526 della XVII legislatura) - Atto del Governo 15

Riferimenti normativi documento

Regolamento SenatoReg. Senato, art. 139-bis

Legge OrdinariaL. 9 luglio 2015, n.114, art. 1

Iniziativa

Presentato da: Ministro per i rapporti con il Parlamento (Governo Gentiloni Silveri-I) , il 19 marzo 2018; annunciato nella seduta n. 2 del 24 marzo 2018

Assegnazioni

Assegnato alla Commissione speciale su atti urgenti del Governo in sede consultiva il 12 aprile 2018; annuncio nella seduta n. 5 del 17 aprile 2018


Esito finale del documento: favorevole condizionato il 16 maggio 2018

Trattazione

Dati di Gazzetta Ufficiale

Decreto legislativo n. 88 del 21 giugno 2018; pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 13 luglio 2018
Titolo di pubblicazione: 'Attuazione della direttiva 2014/50/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativa ai requisiti minimi per accrescere la mobilita' dei lavoratori tra Stati membri migliorando l'acquisizione e la salvaguardia di diritti pensionistici complementari'