ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-05524


Atto n. 4-05524

Pubblicato il 22 marzo 2016, nella seduta n. 597

URAS , CERVELLINI , PETRAGLIA , VACCIANO , BENCINI , MOLINARI , CAMPANELLA , BOCCHINO , ROMANI Maurizio , FUCKSIA , MUSSINI , STEFANO , DE PETRIS - Ai Ministri dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali. -

Premesso che, a quanto risulta agli interroganti:

ancora oggi i 3 segretari dei metalmeccanici del Sulcis-Iglesiente, Roberto Forresu della Fiom CGIL, Rinaldo Barca della Fim CISL e Daniela Piras della Uilm, occupando un silos a 60 metri di altezza all'interno dello stabilimento Alcoa di Portovesme, manifestano la preoccupazione e il disagio dei lavoratori Alcoa e sostengono con forza la battaglia a difesa della possibilità di rilancio delle attività industriali nel territorio;

tale iniziativa è mirata a sollecitare, ancora una volta, il Governo al "rispetto degli impegni già presi per il riavvio della fabbrica di alluminio";

la nuova clamorosa protesta arriva a distanza di quasi 2 settimane dall'ultimo incontro al Ministero dello sviluppo economico, durante il quale la multinazionale Glencore, interessata ad acquisire lo smelter sulcitano, ha chiesto ulteriore tempo per valutare la proposta, in ragione della necessità di porre in essere soluzioni che assicurino la piena competitività della fabbrica nel mercato delle produzioni siderurgiche e che il nodo da sciogliere rimane quello del costo dell'energia;

la manifestazione ha l'obiettivo di richiamare il Governo, e l'attenzione delle forze politiche e sociali, delle istituzioni parlamentari, della Regione e degli enti locali sardi sull'assoluto rilievo di una definitiva soluzione della vertenza Alcoa, soprattutto in questo momento, in cui si pensava di aver trovato la giusta via, dopo la riunione di 10 giorni fa tra Governo e società Glencore;

premesso inoltre che:

il Governo ha offerto un significativo pacchetto di soluzioni dopo oltre 15, lunghi, mesi di trattativa iniziati dopo la firma del memorandum;

tale pacchetto rappresenta uno strumento importante in un'utile trattativa finale, e potrebbe essere ulteriormente precisato e integrato, ai fini di una positiva conclusione;

allo stato non si ha notizia di risposte negative da parte della multinazionale, che chiede di avere rassicurazioni da parte del Governo sugli strumenti che riducono il costo nell'arco temporale nei 10 anni;

è fondatamente auspicabile un positivo sviluppo della vertenza finalizzata alla ripresa produttiva,

si chiede di sapere quale sia lo stato della trattativa e le disponibilità che il Governo intenda rendere utilizzabili, anche ad integrazione delle proposte in discussione, con riguardo alla positiva e celere conclusione della vertenza Alcoa e al rilancio dell'economia industriale del Sulcis-Iglesiente.