ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-02497


Atto n. 3-02497

Pubblicato il 14 gennaio 2016, nella seduta n. 561

STEFANO - Ai Ministri dell'interno e della giustizia. -

Premesso che, per quanto risulta all'interrogante:

il 16 dicembre 2015 è stato arrestato, nell'ambito dell'operazione "Coltura" della Direzione distrettuale antimafia, l'ex vicesindaco di Parabita (Lecce), Giuseppe Provenzano, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa insieme ad altre 21 persone;

domenica 10 gennaio 2016, presso lo stadio di Castrignano dei greci, i tifosi della squadra "Gioventù Calcio Parabita" hanno alzato numerosi cori a favore di Provenzano come "Provenzano sempre presente" e contro i loro concittadini, impegnati lo stesso giorno in una marcia contro le mafie, apostrofati con gli epiteti di "pagliacci" e "malelingue";

questi fatti sono stati pubblicati in un video, girato con un cellulare, e postato sulla pagina del social network "Facebook" dal nome di "Ultras Parabita", con l'aggiunta di un'ulteriore frase dal senso inequivocabile: «anche noi facciamo la nostra marcia contro le malelingue e i pagliacci»;

prontamente, il prefetto di Lecce, dottor Claudio Palomba, oltre a censurare il fatto come «un dato sconfortante e preoccupante», ha provveduto a segnalare al Ministro dell'interno gli accadimenti, annunciando inoltre l'iniziativa di recuperare e completare un protocollo di legalità dedicato alle società sportive con la collaborazione della FICG e del CONI;

il 12 gennaio, l'assoluzione in Corte d'appello del boss del rione Japigia di Bari, Savino Parisi, è stata salutata in mattinata da un consistente carosello di automobili nel quartiere di appartenenza di Parisi e, in serata, da un vero e proprio spettacolo pirotecnico, nei pressi della casa circondariale di Bari, tra via Giovanni XXIII e l'ingresso del mercato di Santa Scolastica, durato circa mezz'ora e, per giunta, in netta violazione dell'ordinanza di divieto emessa dal sindaco;

la notizia della scarcerazione di Parisi, pubblicata sulla testata digitale "BariToday", è stata commentata con assoluto favore da diversi utenti, con frasi del genere: "grande uomo", "Parisi libero!", "sono contento per lui, auguri Savinuccio. Goditi la tua libertà", tanto da portare la redazione di "BariToday" a dissociarsi dal contenuto di tali commenti,

si chiede di sapere:

quali iniziative i Ministri in indirizzo, ciascuno per la propria materia, intendono assumere per contrastare i gravi fatti denunciati;

se non ritengano necessario avviare con estrema urgenza un tavolo sinergico per la realizzazione di un piano che sviluppi e innesti percorsi virtuosi per la cultura della legalità;

se il Ministro della giustizia, nell'opera di revisione della geografia giudiziaria, non ritenga necessario ritenere questi deprecabili quanto purtroppo reiterati accadimenti quali elementi validi per non procedere di fatto ad una riduzione della presenza e del presidio dello Stato in contrasto alla criminalità e alla diffusione del sentimento di illegalità.