ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-02140


Atto n. 3-02140 (in Commissione)

Pubblicato il 5 agosto 2015, nella seduta n. 498

PETRAGLIA , CERVELLINI , DE PETRIS , URAS , DE CRISTOFARO , BAROZZINO , STEFANO - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. -

Premesso che,

il decreto del direttore generale del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca n. 767 del 17 luglio 2015 ha fornito le indicazioni per la presentazione della domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge n. 107 del 2015. Sulla Gazzetta Ufficiale IV serie speciale "Concorsi ed Esami" del 21 luglio 2015 è stato pubblicato il relativo avviso che ha valore di notifica a tutti gli effetti;

possono presentare la domanda tutti gli inclusi a pieno titolo nelle graduatorie dei concorsi ordinari 2012 e nelle graduatorie ad esaurimento che non siano già assunti in ruolo come docenti nella scuola statale;

le procedure di assunzione nelle fasi b) e c) saranno automatizzate e terranno conto di tutte le graduatorie di inclusione (e del relativo punteggio) secondo l'ordine delle province indicato da ogni docente aspirante al ruolo, e in ognuna delle due fasi avranno la priorità gli inclusi nelle graduatorie del concorso;

considerato che nella fase b) saranno attribuiti i posti che residueranno nelle fasi precedenti e avranno carattere nazionale e quelli che non troveranno posto nella fase b) verranno assegnati all'organico aggiuntivo delle varie province a livello nazionale (sempre in base alla stessa domanda) ed assunti nella fase c);

ritenuto che:

la fase b) dovrebbe essere completata entro il 15 settembre; per la fase c) bisognerà attendere le delibere dei collegi dei docenti, che si esprimeranno tra la fine di settembre e il mese di ottobre e poi i controlli degli Uffici scolastici regionali, che equilibreranno le richieste delle scuole con i docenti disponibili nelle graduatorie. Può quindi avvenire che un docente che, per minore punteggio, parteciperà alla fase c), sarà assunto nella propria provincia di inserimento, mentre il docente che lo precede, con maggiore punteggio, magari sarà stato destinato ad altra provincia;

la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge n. 107 non è obbligatoria: chi non la presenta resta nelle graduatorie ad esaurimento della sua provincia e partecipa, al 50 per cento con i vincitori del futuro concorso, alle operazioni di assunzione dei prossimi anni,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non ritenga di attivarsi al fine di unificare le fasi b) e c) e procedere secondo un'unica graduatoria in cui confluiscano sia i posti residui dell'organico di diritto che quelli dell'organico potenziato, per evitare iniquità tra gli aspiranti, in considerazione dell'elevato rischio di passaggio da una regione all'altra;

se non intenda chiarire le conseguenze della mancata presentazione della domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni, in quanto ad oggi non è possibile sapere quanti saranno i posti disponibili nei prossimi anni, né se futuri provvedimenti legislativi interverranno a modificare la situazione (anche con l'eventuale cancellazione delle graduatorie ad esaurimento) e considerato che, per quanto riguarda il concorso, le graduatorie saranno definitivamente cancellate al termine delle assunzioni per l'anno scolastico 2015/2016, essendo previsto un nuovo concorso per il prossimo anno e, di conseguenza, l'eventuale rinuncia non permette di permanere nelle stesse.