ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-03841


Atto n. 4-03841

Pubblicato il 23 aprile 2015, nella seduta n. 436

MUCCHETTI - Al Ministro della difesa. -

Premesso che:

il reggimento artiglieria a cavallo "Voloire" ha sede presso la caserma "Santa Barbara" di Milano e, dal 2008, fa parte dell'unità di supporto di fuoco della capacità nazionale di proiezione del mare (Cnpm), uno dei progetti prioritari del sistema di difesa nazionale;

il reggimento artiglieria a cavallo rappresenta un elemento di eccellenza per la città di Milano, ricco di storia, al punto da aver ricevuto la cittadinanza onoraria;

nella caserma Santa Barbara è basata una parte del 1° reggimento trasmissioni, di supporto al comando Nato di Solbiate Olona, che occupa attualmente anche la caserma "Montello", sita in piazzale Firenze, a Milano;

nel quadro dei provvedimenti di riordino della forza armata, lo Stato maggiore dell'Esercito ha previsto lo spostamento del reggimento artiglieria a cavallo nella sede di Vercelli, allo scopo di trasferire il personale del reggimento trasmissioni dalla caserma Montello nella caserma Santa Barbara, in vista di una successiva dismissione e vendita dell'infrastruttura pubblica;

la caserma Santa Barbara potrebbe ospitare in maniera comoda, razionale ed efficace entrambi i reggimenti;

lo spostamento del reggimento artiglieria a cavallo da Milano appare quindi un errore e uno spreco;

il reggimento Voloire è presente a Milano dal 1887 e rappresenta un riferimento istituzionale e militare di storica importanza. Presso il reggimento viene svolta attività di ippoterapia a favore di circa 200 famiglie per la riabilitazione di persone diversamente abili, un'attività iniziata 35 anni fa, grazie all'intuizione di Manuela Setti Carraro, moglie del generale Dalla Chiesa. Il reggimento, infine, si segnala per numerose attività di beneficenza a favore di onlus quali l'Unicef e il Banco alimentare;

sotto il profilo operativo dei presidi militari e della sicurezza pubblica, non si comprendono né l'utilità né l'economicità dello spostamento di sede prospettato, anche in considerazione del fatto che, presso la caserma Santa Barbara e l'idroscalo di Milano, si possono effettuare senza spese tutte le attività per l'acquisizione ed il mantenimento delle qualifiche anfibie da parte del personale destinato al bacino Cnpm. Al contrario, nel territorio di Vercelli non esistono analoghe strutture attrezzate per effettuare le medesime attività;

al momento, il reggimento artiglieria a cavallo assicura anche il dispositivo di sicurezza per Expo 2015;

la presenza del reggimento artiglieria a cavallo potrebbe assicurare altresì il comando dell'operazione "Strade sicure", senza gli oneri logistici che deriverebbero dal trasferimento a Vercelli;

infine, Milano è il cuore di un'area vasta metropolitana di 8 milioni di abitanti e non può non avere al proprio interno un'unità militare di pronto intervento dalle dimensioni e dalla qualità professionale del reggimento "Voloire", come, del resto, accade in tutte le altre aree vaste metropolitane d'Europa,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non intenda mantenere presso la caserma Santa Barbara il reggimento artiglieria a cavallo e tutto il 1° reggimento trasmissioni, inclusa la parte dislocata attualmente presso la caserma Montello;

quali siano le ragioni e i tempi effettivi del trasferimento del reggimento;

al fine di garantire la copertura delle esigenze di sicurezza dell'area metropolitana di Milano e l'impiego di assetti destinati agli interventi in caso di pubbliche calamità nell'ambito del territorio dei comuni di Milano, Lecco, Como, Pavia e Monza, quali iniziative intenda avviare per impedire il depotenziamento degli assetti ospitati nella caserma Santa Barbara di Milano.