ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 1-00323


Atto n. 1-00323

Pubblicato il 16 ottobre 2014, nella seduta n. 333

DE CRISTOFARO , PETRAGLIA , DE PETRIS , BAROZZINO , URAS , CERVELLINI , STEFANO , MUSSINI

Il Senato,

premesso che:

il giorno 3 ottobre 2014 il primo ministro svedese Stefan Loefven ha riconosciuto lo Stato di Palestina attraverso il seguente annuncio "Il conflitto tra Israele e Palestina può essere risolto solo con la soluzione a due Stati, negoziata secondo i dettami del diritto internazionale. Una soluzione a due Stati richiede il riconoscimento reciproco e la volontà di una convivenza pacifica. Per questo la Svezia riconosce lo Stato di Palestina";

il giorno 13 ottobre la Camera dei Comuni inglese ha approvato a larghissima maggioranza la seguente mozione per riconoscere lo Stato di Palestina: "Questa Camera crede che il Governo dovrebbe riconoscere lo Stato di Palestina oltre allo Stato di Israele, come contributo ad assicurare una soluzione negoziata dei due Stati";

il 14 ottobre il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale italiano, Federica Mogherini, ha incontrato il suo omologo israeliano, Avigor Lieberman, ed ha sottolineato che "La comunità internazionale si è impegnata domenica al Cairo per la ricostruzione di Gaza, ma solo il successo dei negoziati potrà far sì che la stabilizzazione sia definitiva e si possa scongiurare il rischio di nuove crisi. È indispensabile far ripartire il processo di pace e arrivare in tempi brevi alla nascita di uno Stato palestinese, con garanzie di sicurezza per Israele. Su questo l'Italia è pronta a dare il proprio contributo",

ritenendo il riconoscimento dello Stato di Palestina un elemento chiave per assicurare una soluzione negoziata "due popoli in due Stati" ad un conflitto che si trascina da troppo tempo,

impegna il Governo ad attivarsi con iniziative di competenza al fine di riconoscere lo Stato di Palestina oltre allo Stato di Israele, come contributo ad assicurare una soluzione negoziata dei due Stati.