ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-01221


Atto n. 3-01221 (in Commissione)

Pubblicato il 18 settembre 2014, nella seduta n. 314
Svolto nella seduta n. 241 della 12ª Commissione (11/06/2015)

DIRINDIN , AMATI , BORIOLI , BROGLIA , CASSON , CORSINI , FASIOLO , FORNARO , GUERRA , D'ADDA , DALLA ZUANNA , DI GIORGI , GIACOBBE , GINETTI , GRANAIOLA , LAI , LANIECE , MATTESINI , MOSCARDELLI , ORRU' , PADUA , PEGORER , PETRAGLIA , PEZZOPANE , RICCHIUTI , ROMANO , ROSSI Gianluca , RUSSO , SANGALLI , SCALIA , SILVESTRO , SPILABOTTE , ZANONI , GATTI , LO GIUDICE - Al Ministro della salute. -

Premesso che:

al 1° gennaio 2013 l'AIFA ha adottato un nuovo sistema informativo progettato per rendere possibile la totale integrazione di tutti i sistemi a livello nazionale e l'automazione di tutti i flussi di tipo amministrativo-contabile e tecnico-sanitario, con l'obiettivo di semplificare le procedure, ottimizzare le risorse e consentire una maggiore trasparenza amministrativa;

alla nuova infrastruttura avrebbero dovuto confluire tutti i servizi informatici in uso presso l'Agenzia, compresa la gestione dei registri dei farmaci sottoposti a monitoraggio e schemi di pagamento condizionato (CS, RS, PbR o una loro combinazione), con l'obiettivo di gestire l'incertezza legata alla performance clinica di alcuni particolari farmaci, incrementarne l'appropriatezza prescrittiva e governarne la relativa spesa;

il passaggio dal vecchio al nuovo sistema informativo ha incontrato importanti criticità che hanno gravemente pregiudicato, fra l'altro, la disponibilità e la completezza delle informazioni necessarie per il Governo dell'appropriatezza descrittiva e della spesa dei farmaci iscritti nei registri,

si chiede di sapere:

se e in che modo sia stata completata l'operazione di recupero di tutti i dati inseriti prima e durante il difficile passaggio dal vecchio al nuovo sistema di gestione dei registri e quali iniziative l'Agenzia intenda adottare per ripristinare in tempi rapidi le procedure di rimborso a fronte dei vuoti informativi prodottisi durante la lunga fase di transizione;

considerata la complessità dell'intero sistema e l'eterogeneità dei meccanismi in atto, se sia prevista un'azione di semplificazione e razionalizzazione degli strumenti per la raccolta e la trasmissione delle informazioni e per il rimborso delle aziende sanitarie;

quali iniziative il Ministro in indirizzo intenda adottare per superare le numerose criticità che, ancora oggi, gli operatori della sanità devono affrontare quotidianamente nella compilazione dei registri a causa della continua "manutenzione" a cui gli stessi registri vengono sottoposti, che compromette la tracciabilità dei dati relativi alle prescrizioni effettuate per i pazienti in cura;

in che modo l'Agenzia intenda superare i problemi di lentezza delle risposte del servizio di help desk, servizio che dovrebbe risolvere con rapidità ed efficienza le difficoltà segnalate e che invece invia un feedback in tempi ritenuti da molti operatori non compatibili con lo svolgimento della normale attività clinica;

se, nel rispetto della privacy, l'Agenzia preveda di adottare, e in quali tempi, un sistema che garantisca trasparenza e accessibilità ai dati anche in relazione alla rilevanza dei farmaci monitorati, in termini sia clinici sia economici;

inoltre, se preveda di adottare un sistema di indicatori di processo e di risultato dei meccanismi adottati nonché un sistema di reportistica periodica da rendere disponibile a Regioni e aziende sanitarie che non hanno ad oggi alcun ritorno delle informazioni, alcuna possibilità di accedere ai dati complessivi o di estrarre informazioni utili;

se sia a conoscenza dei numerosi problemi che la molteplicità degli schemi attualmente utilizzati stanno arrecando agli operatori che giudicano tali schemi di difficile comprensione e gestione; difficoltà si riscontrano, ad esempio, nelle modalità di attestazione dei risultati (procedure di calcolo della dose erogata, rispetto dei tempi di erogazione delle dosi terapeutiche, eccetera), tanto da non incentivare gli operatori a concludere tempestivamente le procedure stesse;

relativamente ai meccanismi di rimborso, se corrisponda al vero che, in particolare per quanto concerne gli ultimi anni, la percentuale di schede chiuse e di procedure di rimborso completate è molto bassa, anche in relazione alle criticità dei dati contenuti nei registri Aifa a causa del passaggio tra piattaforme tecnologiche differenti;

più in generale, quale sia l'impatto economico, ovvero l'entità del rimborso, che hanno avuto, dalla loro introduzione ad oggi, gli schemi di pagamento condizionato sulla spesa dei farmaci interessati e quali siano le ricadute in termini di appropriatezza prescrittiva;

quali siano i costi annuali di gestione dei registri e quale sia il risparmio di spesa che il Servizio sanitario nazionale ha ottenuto con il passaggio al nuovo sistema informativo.