ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n░ 3-00723


Atto n. 3-00723 (in Commissione)

Pubblicato il 12 febbraio 2014, nella seduta n. 189
Svolto nella seduta n. 95 della 8¬ Commissione (23/07/2014)

TOMASELLI , FILIPPI , FINOCCHIARO , AMORUSO , STEFANO , BRUNI , CASSANO , D'ONGHIA , LIUZZI , IURLARO , TARQUINIO , D'AMBROSIO LETTIERI , ZIZZA - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. -

Premesso che:

il collegamento ferroviario Napoli-Bari Ŕ una prioritÓ strategica per il Paese, sia sul versante del trasporto passeggeri, sia per il trasporto merci, in quanto tramite la realizzazione di questa infrastruttura si assicurerebbe il collegamento in tempi ridotti tra "l'asse ferroviario 1" della rete ferroviaria convenzionale trans-europea TEN-T e il Corridoio paneuropeo VIII;

nel piano nazionale per il Sud, approvato con delibera CIPE n. 62 del 2011, sono confluite le principali opere localizzate nel Mezzogiorno con caratteristiche di preminente interesse nazionale tra cui la direttrice ferroviaria Napoli-Bari-Lecce-Taranto;

nel 2012 Ŕ stato sottoscritto, dai Ministri delle infrastrutture e dei trasporti e per la coesione territoriale pro tempore, dai presidenti di Regioni Campania e Puglia, da Ferrovie dello Stato e da Rete ferroviaria italiana (Rfi), il contratto istituzionale di sviluppo per la realizzazione della direttrice ferroviaria Bari-Napoli;

la Commissione europea ha inserito l'opera nella proposta di regolamento dei progetti prioritari nel quadro delle grandi reti transeuropee per il periodo 2014-2020;

il 5 febbraio 2014 l'Italferr, la societÓ di ingegneria del gruppo Ferrovie dello Stato, ha risolto il contratto di appalto intercorrente con la societÓ Rabbiosi SpA per l'esecuzione dei lavori riguardanti la realizzazione del doppio binario della linea ferroviaria Foggia-Caserta nell'ambito del progetto dell'alta capacitÓ ferroviaria Bari-Napoli;

nell'anno 2013 i lavori sul primo tratto di binari (Cervaro-Bovino), lungo complessivamente 23 chilometri, sono stati sospesi per lunghi periodi a causa della crisi finanziaria in cui versava la Rabbiosi;

rispetto alle previsioni iniziali di durata dei lavori si Ŕ giÓ accumulato un notevole ritardo;

dei 150 milioni di euro di finanziamento per il tratto Foggia-Caserta, 90 dei quali giÓ impegnati nelle opere finora realizzate, rimangono 60 milioni non utilizzati,

si chiede di sapere:

quali azioni il Ministro in indirizzo intenda adottare per la riassegnazione, in tempi brevi, dell'appalto per il completamento dei lavori relativi al tratto Foggia-Caserta;

come intenda intervenire a tutela delle opere giÓ realizzate, anche in virt¨ della loro importanza strategica per il Paese.