ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-00426


Atto n. 3-00426 (con carattere d'urgenza)

Pubblicato il 10 ottobre 2013, nella seduta n. 123

FILIPPI , LAI , GINETTI , CUCCA , ALBANO , ANGIONI , CASSON , PEZZOPANE , BORIOLI , MATTESINI , BROGLIA , CALEO , GOTOR , MIGLIAVACCA , IDEM , ZANONI , MARGIOTTA , AMATI , FISSORE , FILIPPIN , SANGALLI , SAGGESE , PIZZETTI , PUGLISI , SPILABOTTE , SOLLO , TOCCI , TONINI , VATTUONE , VACCARI , RANUCCI , ROSSI Gianluca , SPOSETTI , VERDUCCI , CUOMO , DE MONTE , COLLINA , SONEGO , PARENTE , PIGNEDOLI , FEDELI , RICCHIUTI , ASTORRE , PEGORER - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. -

Premesso che:

la Regione Sardegna, in ottemperanza alla normativa nazionale sulla continuità territoriale ai sensi dell'art. 36 della legge n. 144 del 1999, su delega del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ha indetto all'inizio del 2013 una gara europea per la copertura di tratte aeree tra i tre aeroporti sardi di Cagliari, Olbia e Alghero e gli aeroporti di Roma e Milano, in regime di continuità territoriale;

tale gara è stata preceduta da numerosi tentativi andati a vuoto, tali da richiedere una lunga proroga del precedente regime, a partire da una conferenza di servizi convocata nei mesi di marzo-giugno 2010 ed arrivando ad un provvedimento di indizione, del gennaio 2011, di una gara che avrebbe dovuto far partire la nuova continuità territoriale il 27 marzo successivo, seguita, su richiesta della Presidenza della Regione, il 15 febbraio 2011, da una revoca dei decreti precedenti da parte del Ministro pro tempore Matteoli, seguita, nel febbraio 2012, dall'indizione di una nuova gara europea contenente la nuova disciplina degli oneri di servizio, con tariffa unica per tutti i passeggeri di 45 euro per Roma e 55 per Milano, tasse escluse, andata deserta nei due mesi successivi, sino a quella conclusasi con l'affidamento nel settembre 2013;

prima della gara le compagnie Alitalia e Meridiana (escludendo per quest'ultima la tratta Alghero-Roma) garantivano le tratte Cagliari-Roma e Cagliari-Milano, Alghero-Roma e Alghero-Milano, Olbia-Roma e Olbia-Milano, con voli in regime di continuità territoriale scontati per i residenti in Sardegna, i giovani sotto i 18 anni, gli ultra 65enni e gli studenti universitari sino ai 25 anni;

la gara esperita nel mese di luglio 2013 prevedeva l'individuazione di una tariffa agevolata per i residenti in Sardegna e per i cittadini italiani (limitatamente a 9 mesi all'anno tranne nel periodo estivo). A tale gara hanno partecipato le compagnie Alitalia, Meridiana e New Livingstone, che hanno aderito ad una tariffa di 45 euro per Roma e 55 euro per Milano, escluse le tasse. La tariffa massima che le compagnie potranno imporre ai non residenti in estate su Roma è di 135 euro; 165 euro quella su Milano;

per il nuovo regime di continuità la Regione Sardegna investirà circa 50 milioni di euro all'anno;

l'Alitalia ha ottenuto le rotte da Cagliari a Roma e Milano e da Alghero a Milano, la Meridiana da Olbia a Roma e Milano e la New Livingstone da Alghero a Roma. Il bando di gara prevedeva, a fronte dell'adesione alla tariffa stabilita, l'esclusività degli slot e il vincolo, al momento dell'avvio dei voli previsti dal 27 ottobre 2013, di accordi di code sharing per garantire le coincidenze con un certo numero di connessioni da Roma e Milano verso altre città e il trasporto bagagli in caso di più tratte senza sbarco da un aeroporto all'altro;

considerato che:

l'affidamento alla New Livingstone sta creando diversi problemi in quanto la compagnia sinora si è occupata solo di voli charter e non risulta essere tra quelle che hanno garantito voli di linea. Il primo problema è dato dal fatto che ad oggi l'aeroporto di Alghero sarà isolato a partire dal 27 ottobre 2013, data della partenza della nuova continuità territoriale, perché Alitalia ha cancellato tutte le prenotazioni e i biglietti acquistati, annullando anche tratte internazionali connesse ad un eventuale biglietto Roma-Alghero, o Alghero Roma;

ci sono persone che hanno prenotato il viaggio ma non hanno ancora la certezza di poter atterrare da Roma ad Alghero nel periodo di novembre e dicembre. In secondo luogo la New Livingstone non ha ancora messo in vendita i biglietti sulla tratta Roma-Alghero perché non ha ancora soddisfatto i vincoli previsti dalla gara sulle connessioni per passeggeri e bagagli;

la New Livingstone è una Srl di proprietà di Riccardo Toto, figlio del fondatore di Airone e socio di Alitalia Carlo Toto. La compagnia nasce sulle ceneri della Lauda Air Italia, trasformatasi in Livingstone, fallita nel 2008 e rilevata per la somma di un euro oltre ai debiti. In questi anni la New Livingstone ha effettuato collegamenti per le Canarie, per l'Africa e per l'est europeo prevalentemente in forma di voli charter. La sua sede operativa è a Malpensa, dispone di 4 o 5 aerei e a tutt'oggi non esiste la possibilità di accesso ai voli della New Livingstone tramite le biglietterie aeroportuali o sul sito internet;

valutato che:

a soli 15 giorni dall'inizio della nuova continuità a quanto risulta agli interroganti non è certo l'avvio dei voli della nuova compagnia e non è possibile garantire che vi sia una compagnia che si sostituisca immediatamente; in questo momento perciò il nord ovest della Sardegna è isolato da Roma e sono impedite le attività istituzionali del territorio. Esiste il serio rischio di un'interruzione del pubblico servizio che può condizionare non solo le attività economiche e istituzionali ma anche quelle sanitarie o giudiziarie;

se entro il 26 ottobre la compagnia New Livingstone non fosse in grado di rispettare gli impegni previsto nel capitolato, ci si troverebbe nella necessità di affidare la tratta al secondo arrivato, l'Alitalia, che però non potrebbe da un giorno all'altro garantire la continuità né peraltro sarebbe obbligata a farlo;

la gestione apparentemente approssimativa della gara, che ha portato all'accettazione di una compagnia come la New Livingstone, probabilmente non adeguata a svolgere voli stabili con accordi tra compagnie, ha generato già ora danni economici per lo spostamento di traffici da Alghero ad altri aeroporti dell'isola o per annullamento di attività in quanto non garantiti i trasporti;

appare del tutto evidente, a parere degli interroganti, che la normativa che accerta i titoli delle compagnie aeree presenti maglie molto larghe, tanto da consentire il verificarsi di situazioni come quella sopra esposta;

inoltre, qualora la tratta venisse definitivamente affidata alla società di Toto, il personale Alitalia presente storicamente nella sede di Alghero rischierebbe di trovarsi in esubero,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo intenda, per quanto di propria competenza, anche attraverso un'audizione diretta della stessa società, verificare con la massima urgenza e comunque in anticipo rispetto alla data del 26 ottobre, se la compagnia New Livingstone sia in possesso dei requisiti previsti per l'affidamento definitivo della tratta aerea;

come siano stati affrontati i problemi relativi alle coincidenze con i voli Alitalia da Roma ad altre città italiane ed europee, i temi dell'unicità dei voli multitratta e del trattamento del bagaglio e il piano aziendale relativo al nuovo oneroso impegno assunto con la gara;

se ritenga di verificare rapidamente se l'ENAC sia a conoscenza della situazione dell'aeroporto di Alghero e delle emergenze che si potrebbero verificare alla fine del mese di ottobre;

se intenda verificare se il Ministero e la Regione Sardegna abbiano svolto adeguatamente i rispettivi compiti di controllo e di valutazione delle proposte di gara, accertato con precisione e cura i requisiti delle compagnie che hanno depositato l'offerta e definito la copertura dei costi dell'applicazione degli oneri di servizio;

se non ritenga necessario attivarsi, nei limiti delle proprie competenze, per coinvolgere l'Autorità di regolazione dei trasporti per valutare e definire i danni che tale situazione potrebbe determinare sui passeggeri sardi.