ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-00048


Atto n. 3-00048 (con carattere d'urgenza)

Pubblicato il 7 maggio 2013, nella seduta n. 19

D'AMBROSIO LETTIERI , BRUNO , AMORUSO , CASSANO , IURLARO , TOMASELLI , LIUZZI , AZZOLLINI , TARQUINIO , BUCCARELLA , STEFANO , D'ONGHIA , BRUNI - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. -

Premesso che, a quanto risulta agli interroganti:

tra qualche settimana entrerà in vigore il nuovo orario estivo di Trenitalia;

Trenitalia non ha ritenuto di inserire la Regione Puglia tra le aree idonee ai collegamenti dell'alta velocità ovvero ai collegamenti con i treni superveloci quali "Frecciargento" e "Frecciarossa";

i tempi di percorrenza tra Bari e Milano, attualmente, superano le sette ore, mentre, per raggiungere Milano da Lecce, occorrono più di nove ore;

i treni da e per la Puglia, nonostante gli elevati costi e i lunghi tempi di percorrenza, non partono mai vuoti;

agli interroganti pare che, secondo Trenitalia, i viaggiatori pugliesi non abbiano diritto di avere un trattamento paritario rispetto ai viaggiatori di altre Regioni;

sulla tratta da Lecce fino ad Ancona, secondo l'amministratore delegato Moretti, non ci sarebbe una concentrazione di clientela tale da consentire l'inserimento dei treni superveloci, ritenuti troppo onerosi;

la linea ferroviaria adriatica, invece, con 24 Frecciabianca e 4 Frecciarossa, è stata destinataria di grandi investimenti;

in Puglia, al contrario, sono stati ripristinati solo due treni da Lecce a Milano con un costo del biglietto di quasi 150 euro per nove ore di viaggio;

la mancata rete ferroviaria ad alta velocità a sud di Ancona concorre a frenare lo sviluppo dell'area meridionale del Paese, in quanto, come è noto, i territori privi di una rete di trasporti efficiente sono fortemente penalizzati;

i cittadini pugliesi, al pari degli altri connazionali, meritano di usufruire degli stessi servizi al medesimo costo;

Trenitalia non avrebbe reso noti i dati relativi al traffico passeggeri da e per la Puglia;

Trenitalia svolge un servizio pubblico,

gli interroganti chiedono di sapere se il Ministro in indirizzo non ritenga opportuno intervenire con urgenza promuovendo, in vista dell'imminente entrata in vigore del nuovo orario estivo, un confronto tra Trenitalia e i rappresentati della regione Puglia, delle province e delle istituzioni locali, esteso ai parlamentari eletti nella Circoscrizione Puglia, al fine di individuare i collegamenti da e per la Puglia da effettuare con i treni ad alta velocità e consentire, quindi, anche ai cittadini di tale regione di usufruire di una migliore qualità dei servizi e dei tempi di percorrenza.