ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-00028


Atto n. 3-00028

Pubblicato il 10 aprile 2013, nella seduta n. 12

STEFANO - Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. -

Premesso che:

l'articolo 66 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, rubricato "Dismissione di terreni demaniali agricoli e a vocazione agricola", stabilisce che, entro il 30 giugno di ogni anno, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con decreto di natura non regolamentare da adottare di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, anche sulla base dei dati forniti dall'Agenzia del demanio nonché su segnalazione dei soggetti interessati, individua i terreni agricoli e a vocazione agricola, non utilizzabili per altre finalità istituzionali, di proprietà dello Stato, da destinare ad uso agricolo;

nelle procedure di alienazione e locazione dei terreni, al fine di favorire lo sviluppo dell'imprenditorialità agricola giovanile, è riconosciuto il diritto di prelazione ai giovani imprenditori agricoli nella misura di almeno il 50 per cento delle terre alienate;

la durata del vincolo di destinazione d'uso agricolo è fissata in 20 anni, invece dei 5 previsti in precedenza;

considerato che a parere dell'interrogante tale provvedimento rappresenta uno strumento determinante per favorire l'accesso al mercato fondiario ai giovani imprenditori, nuova occupazione, soprattutto giovanile, incremento delle risorse per le casse pubbliche e, non da ultimo, stimolo per il settore agricolo, fondamentale per la crescita e per il nutrimento della popolazione,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo intenda spiegare per quali motivi a tutt'oggi non vi sia ancora traccia dell'elenco dei terreni cedibili e come intenda sollecitare l'attuazione delle disposizioni di legge in oggetto al fine di attivare al più presto il meccanismo dell'assegnazione di tali terreni.