ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-04013


Atto n. 3-04013 (con carattere d'urgenza)

Pubblicato il 27 settembre 2017, nella seduta n. 885
Trasformato

CASTALDI , DONNO , ENDRIZZI , GIARRUSSO , GIROTTO , MONTEVECCHI , MORONESE , NUGNES , PUGLIA , SANTANGELO , SERRA , TAVERNA , PAGLINI - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. -

Premesso che:

l'Agenzia spaziale italiana (ASI) è un ente pubblico nazionale vigilato dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, che opera in collaborazione con diversi altri dicasteri; ha oggi un ruolo di primo piano tanto a livello europeo, dove l'Italia è il terzo Paese, che contribuisce maggiormente all'Agenzia spaziale europea, quanto a livello mondiale;

in data 15 settembre 2017, sul proprio sito web, l'ASI ha pubblicato il bando n. 16 del 2017, "Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la copertura di n. 4 posti a tempo indeterminato presso l'Agenzia Spaziale Italiana nel profilo di Dirigente Tecnologo, del livello professionale I";

considerato che:

per la partecipazione alla selezione per le 4 posizioni viene posta la "barriera" della cittadinanza, in quanto il bando specifica che: "Possono partecipare alla selezione, per la posizione DT3 esclusivamente i cittadini italiani, per le posizioni DT1, DT2 e DT4 i cittadini italiani o dei paesi dell'Unione Europea";

per la posizione DT3 viene chiesto il diploma di laurea (vecchio ordinamento) conseguito secondo la "normativa in vigore anteriormente al D.M. 509/99, in Ingegneria, tutte le classi, o in Scienze Politiche (o equipollenti) ovvero le classi di Laurea Specialistica o magistrale a cui i predetti specificati Diplomi di Laurea (equipollenze escluse) sono stati equiparati secondo il decreto interministeriale 9 luglio 2009 ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi";

inoltre, come requisito vengono indicati "almeno dodici anni di specifica esperienza professionale nello svolgimento in piena autonomia di funzioni di progettazione, di elaborazione e di gestione correlate ad attività tecnologiche e/o professionali di particolare complessità e/o di coordinamento e di direzione di servizi e di strutture tecnico-scientifiche complesse di rilevante interesse e dimensione" nonché "ampia e documentata esperienza di almeno 6 anni, maturata presso pubbliche amministrazioni, nella gestione di programmi spaziali di natura duale e nella rappresentanza presso organismi nazionali ed internazionali per le attività di sicurezza";

per la posizione DT4 viene chiesto il diploma di laurea (vecchio ordinamento) conseguito secondo la normativa in vigore anteriormente al decreto ministeriale n. 509 del 1999 "in Ingegneria aerospaziale o in Scienze Politiche (o equipollenti) ovvero le classi di Laurea Specialistica o magistrale a cui i predetti specificati Diplomi di Laurea (equipollenze escluse) sono stati equiparati secondo il decreto interministeriale 9 luglio 2009 ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi";

tra i requisiti sono anche richiesti "almeno dodici anni di specifica esperienza professionale nello svolgimento in piena autonomia di funzioni di progettazione, di elaborazione e di gestione correlate ad attività tecnologiche e/o professionali di particolare complessità e/o di coordinamento e di direzione di servizi e di strutture tecnico-scientifiche complesse di rilevante interesse e dimensione", nonché "ampia e documentata esperienza di almeno 6 anni, maturata presso pubbliche amministrazioni, nella negoziazione e gestione di programmi svolti in coordinamento con agenzie spaziali nazionali e internazionali e nella rappresentanza presso organismi e organizzazioni intergovernative per la gestione di programmi spaziali";

considerato inoltre che:

per la posizione DT3 sono previste attività a carattere tecnologiche quali "analisi di contesto delle attività dell'Ente, estesa al settore industriale, per la determinazione e predisposizione delle misure tecniche, tecnologiche, organizzative e gestionali da adottare per il contrasto alle tipologie di rischio connesse all'attività del settore, anche finalizzata alla segretazione di affidamenti di attività; - fornitura di supporto alle Unità dell'ASI in materia di sicurezza dei dati e delle informazioni; - partecipazione ai comitati nazionali e internazionali che trattano le tematiche di competenza";

per la posizione DT4 sono previste attività tecnologica con particolare riferimento a "elaborazione e aggiornamento del piano dei rischi programmatici, tecnologici e finanziari dei programmi istituzionali di Agenzia e assessment istituzionale di quelli dei programmi ESA; - coordinamento dell'applicazione delle normative spaziali nazionali e internazionali ai programmi di Agenzia; - presidio delle attività di Product Assurance dei programmi istituzionali; rappresentanza ai Board dell'ESA e alle iniziative internazionali con altre agenzie spaziali, nell'ambito di afferenza";

considerato infine che, a parere degli interroganti, dall'incrocio tra l'attività da svolgere e il titolo richiesto per le posizioni DT3 e DT4 appare evidente, e assolutamente incomprensibile se non per ragioni eminentemente personalistiche e di favore, che per la posizione DT3 siano richieste lauree che paiono in alternativa tra di loro quali "Ingegneria, tutte le classi, o in Scienze Politiche (o equipollenti)" per le previste attività a carattere tecnologiche complesse; e, in analogia, per la posizione DT4 e le relative attività tecnologiche complesse sia richiesta la laurea "in Ingegneria aerospaziale o in Scienze Politiche (o equipollenti)",

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti;

se non ritenga opportuno intervenire, affinché siano rimosse le condizioni di esclusione per posizione alla quale non possono partecipare i cittadini dei Paesi dell'Unione europea;

se non ritenga di dover revocare il bando, fugando ogni possibile dubbio circa la possibilità che i requisiti di accesso al concorso celino criteri personalistici e di favore.