ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-07767


Atto n. 4-07767

Pubblicato il 6 luglio 2017, nella seduta n. 853

URAS , STEFANO , BENCINI , ORELLANA , MOLINARI , ROMANI Maurizio - Al Ministro dell'interno. -

Premesso che:

all'Italia è universalmente riconosciuto in ambito internazionale, e in particolare dalla Commissione europea, il grande impegno profuso nell'azione di soccorso in mare, in cui si è distinta la nostra Marina militare;

è stato apprezzato lo sforzo economico e di organizzazione, anche dei necessari servizi sanitari, somministrati dal nostro Paese all'atto dell'accoglienza gestita con il contributo fattivo di organizzazioni umanitarie e associazioni nazionali e locali del volontariato;

sono stati garantiti, nonostante le oggettive difficoltà, il controllo e l'identificazione, nonché l'assistenza necessaria ai tanti rifugiati e richiedenti asilo, in una fase di disimpegno a giudizio dell'interrogante colpevole ed inaccettabile di tanti altri Stati e della UE nel suo complesso, anche in relazione agli effetti negativi derivanti dagli accordi di Dublino;

considerato che l'intervento del Governo in questa materia ha saputo comunque assicurare la solidarietà verso la sofferenza di tante donne e uomini migranti e nel contempo le necessarie misure di sicurezza ai fini della prevenzione e repressione di reati connessi al fenomeno migratorio;

considerata inoltre l'iniziativa promossa in ambito europeo ai fini di un sostanziale e più ampio coinvolgimento della UE e degli altri Paesi membri;

alla luce del contributo notevole dato all'azione dell'Italia dai Comuni e dalle Regioni insulari e meridionali in particolare, essendo tra le altre quelle in condizioni di maggiori difficoltà economico-sociali,

si chiede di sapere:

se corrisponda al vero la notizia dell'istituzione di 6 nuovi hotspot, tutti concentrati tra la Sardegna, la Sicilia e la Calabria;

se corrisponda al vero la realizzazione di nuovi CIE (centri di identificazione ed espulsione) e in quali comuni e se tra questi vi siano ipotesi che riguardano la Sardegna;

se i siti interessati dalle nuove istituzioni di hotspot e CIE siano stati individuati d'intesa con le Regioni o con le amministrazioni locali, e qualora questo non sia avvenuto in che modo il Ministro in indirizzo intenda recuperare il necessario dialogo e collaborazione interistituzionale;

quali strumenti siano stati previsti a favore delle amministrazioni locali e regionali interessate per sostenere l'impatto di eventuali nuovi arrivi e lo svolgimento di eventuali nuove funzioni e se tali strumenti siano stati valutati e condivisi con le amministrazioni.