ePub

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-03806


Atto n. 3-03806

Pubblicato il 13 giugno 2017, nella seduta n. 837

STEFANO - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. -

Premesso che per quanto risulta all'interrogante:

la mattina di martedì 13 giugno 2017 è partito da Lecce un treno Frecciargento in direzione Roma colmo di rifiuti, sia nelle carrozze che nei bagni;

carte, bottiglie di plastica, resti di cibo e fazzoletti sono stati da più passeggeri immortalati e pubblicati sui social network con le relative lamentele nei confronti di Trenitalia;

il suddetto treno doveva lasciare Lecce alle ore 5,50 per arrivare nella Capitale alle 11,23, ma, secondo quanto riferito dal personale di bordo del treno, e riportato da diverse fonti di stampa, il Frecciargento 8302 aveva subito un guasto poco prima di partire ed era stato necessario sostituirlo con una vettura arrivata a Lecce poche ore prima. I tempi ristretti di permanenza in stazione di quest'ultima vettura non avrebbero pertanto consentito di pulire, né di disinfettare il treno, a totale danno e nocumento dei viaggiatori, che hanno pagato biglietti a partire da 70 euro, e anche del personale di bordo che, durante la marcia, ha dovuto provvedere a riordinare alla bene e meglio le carrozze e i servizi igienici;

considerato che il diritto alla mobilità deve essere garantito anche e soprattutto attraverso modalità che rispettino gli standard di sicurezza, pulizia e igiene,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza di quanto riportato e se non ritenga necessario far osservare in modo cogente a Trenitalia il rispetto degli standard minimi di qualità per il trasporto delle persone, onde evitare insopportabili violazioni, come nel caso descritto.