ePub

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n░ 4-06069


Atto n. 4-06069

Pubblicato il 12 ottobre 2011
Seduta n. 622

SPADONI URBANI , BENEDETTI VALENTINI , ASCIUTTI - Al Presidente del Consiglio dei ministri e al Ministro dell'interno. -

Premesso che:

a seguito del terremoto del 26 settembre 1997 venne emanato, tra le altre norme, il decreto-legge n. 6 del 1998, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 61 del 1998, per la ricostruzione delle zone terremotate dell'Umbria e delle Marche, che prevedeva, all'art. 14, comma 14, la possibilitÓ per le amministrazioni locali di assunzioni in deroga a tempo determinato di personale utile ai fini del recupero del patrimonio edilizio;

tale personale, complessivamente circa 600 unitÓ, in tutti i Comuni terremotati dell'Umbria, Ŕ stato nel corso del tempo stabilizzato con l'eccezione di quello operante nel solo Comune di Nocera umbra (Perugia), dove sono ancora presenti 38 precari;

i rappresentanti di questo gruppo anomalo di precari hanno pi¨ volte, nel passato, richiesto all'amministrazione regionale dell'Umbria e alle forze sociali di attivarsi per un percorso di stabilizzazione, purtroppo invano;

nel territorio di Nocera umbra sono giÓ in atto fenomeni di crisi industriali e la perdita di 38 posti di lavoro, in quella piccola realtÓ, non pare in alcun modo riassorbibile e pertanto foriera di ricadute assai negative;

atteso che:

il 31 dicembre 2011 scadranno i contratti a termine e al momento lo stanziamento previsto dalla Regione Umbria a favore del personale che ha permesso la ricostruzione Ŕ di zero euro;

nessuna proposta concreta per il futuro Ŕ giunta a queste persone, che sembrano essere state dimenticate dalla Regione, se non una vana promessa legata all'eventuale e non certo imminente riordino endoregionale che prevede la creazione delle unioni di Comuni,

si chiede di sapere:

se il Governo ritenga di richiamare l'attenzione della Giunta regionale sul problema, avendo l'amministrazione umbra una responsabilitÓ primaria nella gestione del personale assunto ai sensi del decreto-legge n. 6 del 1998;

se ritenga possibili eventuali sinergie tra la locale Protezione civile e la Regione Umbria, zona ad alto rischio sismico, che permettano l'individuazione di un percorso idoneo a non disperdere le competenze acquisite dal personale a tempo determinato attualmente in forza al Comune di Nocera umbra.