ePub

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-00824


Atto n. 3-00824

Pubblicato il 24 giugno 2009, nella seduta n. 227
Svolto nella seduta n. 375 dell'Assemblea (06/05/2010)

SPADONI URBANI - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. -

Premesso che:

il disposto dell’art. 2 del decreto-legge n. 137 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 169 del 2008, prevede opportunamente che qualora il voto in condotta sia inferiore alla sufficienza venga a determinare la non ammissione alla classe successiva;

la valutazione della condotta si inquadra in un recupero indispensabile della serietà degli studi ed è stata favorevolmente accolta dalla gran parte del personale docente;

l’aver inserito il computo del voto di condotta nella media per l’ammissione alla classe successiva può determinare in alcune circostanze un premio per gli alunni con debiti nelle discipline, visto che la valutazione positiva nel comportamento è tale - nell'operazione degli scrutini - da consentire il raggiungimento della media "del sei" anche agli studenti con voti insufficienti in una o più materie,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza di tale situazione e se ritenga di intervenire per non consentire che si avvantaggino così gli studenti meno impegnati.