ePub

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-00818


Atto n. 3-00818

Pubblicato il 23 giugno 2009, nella seduta n. 225
Svolto nella seduta n. 297 dell'Assemblea (03/12/2009)

SPADONI URBANI - Al Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali. -

Premesso che:

gli infortuni mortali in agricoltura si sono ridotti annualmente dai 2.000 registrati nei primi anni ’50 ai circa 130 dell’ultimo biennio e ciò è avvenuto, oltre che per il calo degli occupati, grazie anche al fatto che le macchine agricole sono state rese notevolmente più sicure, visto che i fattori umani e tecnici concorrono assai frequentemente negli infortuni che si verificano in questo ambito lavorativo;

tuttavia prosegue lo stillicidio di incidenti gravissimi, anche se non mortali, specie nelle aree come l’Umbria, a causa del cattivo uso di macchine quali motozappe e falciatrici da parte dei lavoratori;

i produttori di macchine agricole hanno l'obbligo di attestare la rispondenza del mezzo alle normative europee attraverso l'apposizione del "marchio CE" e l'emissione di un certificato di conformità alla cosiddetta direttiva "Macchine" (2006/42/CE) e alle altre norme comunitarie;

talora può accadere che alcuni lavoratori considerino le norme di sicurezza sul lavoro non indispensabili (probabilmente per carenza di informazione), in particolare nel comparto agricolo,

l'interrogante chiede di sapere se il Ministro in indirizzo intenda promuovere un'azione di sensibilizzazione e di educazione dei lavoratori, di concerto con le associazioni sindacali e di categoria, lanciando una campagna di controllo a tappeto direttamente nelle aziende al fine di verificare l’attuazione delle misure di sicurezza previste dai fabbricanti di mezzi agricoli e se non si voglia altresì testare l’applicabilità delle precauzioni previste dai costruttori, anche attraverso l’Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro, in particolare per strumenti accessori, motozappe e falciatrici prodotte da aziende spesso di piccole dimensioni o artigianali.