ePub

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-00062


Atto n. 3-00062 (con carattere d'urgenza)

Pubblicato il 11 giugno 2008, nella seduta n. 16
Svolto nella seduta n. 138 dell'Assemblea (29/01/2009)

SPADONI URBANI - Al Ministro per i beni e le attività culturali. -

Premesso che:

il Festival di Spoleto, ideato dal maestro Giancarlo Menotti e la cui 51° edizione inizierà il 27 giugno 2008, da anni risente negativamente ed in maniera notevole della situazione di contrasto che si è venuta a determinare nel tempo tra l’associazione Festival dei Due Mondi e la Fondazione Festival, creata tra istituzioni pubbliche e private locali nel 1988 per fungere da collettore di finanziamenti pubblici e privati onde sostenere le attività dell’associazione Festival dei Due mondi per organizzare il noto evento artistico;

il Festival dei Due Mondi si è affermato come evento culturale di rilievo internazionale tanto che lo Stato, riconoscendo la valenza dell’evento spoletino, con legge 15 dicembre 1990, n. 418, del 1990 ha ritenuto di finanziare la manifestazione al fine di assicurarne la continuità;

nel 2007, celebrato il cinquantenario del Festival dei Due Mondi, la Fondazione Festival, perdurando le diatribe tra le due istituzioni, aveva scelto, con il sostegno dell’allora Ministro per i beni e le attività culturali, di affidare la realizzazione della 51a edizione dell’evento ad un nuovo soggetto, diverso dalla associazione Festival dei Due Mondi che in passato ne era sempre stata l’organizzatrice;

oggi, con un programma già definito e con una data di inizio ormai stabilita e ufficializzata, è uscita sulla stampa la notizia di un'azione legale dell’associazione Festival contro gli organizzatori dell’attuale edizione, unitamente ad una forte presa di posizione volta a mobilitare artisti e pubblico contro la manifestazione culturale ormai prossima,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo non ritenga opportuno ricercare una mediazione, magari con la convocazione di un tavolo di confronto fra tutti i soggetti, per chiarire i termini del contenzioso al fine di permettere uno svolgimento sereno della prossima edizione del Festival e di restituire all’evento spoletino il lustro nazionale ed internazionale che ha sempre avuto, nonché di conoscere la consistenza totale effettiva del contributo statale per l’edizione 2007, poiché tale ammontare non è stato ancora chiaramente definito.