ePub

Legislatura 15 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-00674


Atto n. 4-00674

Pubblicato il 10 ottobre 2006
Seduta n. 49

DIVINA - Ai Ministri dell'interno, della difesa e della giustizia. -

Premesso che:

il Comitato di liberazione monetaria ha svolto sabato 7 ottobre 2006 presso l’Auditorium intercomunale di Primiero il convegno organizzativo nazionale avente per oggetto: “La Banca d’Italia, la grande frode del debito pubblico, i segreti del signoraggio”;

il Convegno ha visto la partecipazione di numerosi esponenti politici nonché di numerosi imprenditori, liberi professionisti, provenienti oltre che dal comprensorio del Primiero, anche da diverse regioni italiane, ed è stato coordinato da un giornalista di Canale Italia, emittente che ospiterà il 10 ottobre 2006 un dibattito in diretta (ore 23.00) sul tema della “nazionalizzazione” della Banca d’Italia e del signoraggio;

a quanto risulta all'interrogante, prima dell’inizio dell’evento, pattuglie di carabinieri a bordo di volanti ed in postazioni fisse, armati con mitra e muniti di giubbotti antiproiettile, hanno fermato ed identificato molte persone che si recavano al convegno, e tra questi il direttore di Trentino Libero, giornale on line, personaggio noto in Trentino per aver ricoperto per molti anni la funzione di consigliere provinciale;

per quanto risulta all'interrogante, l’operazione di polizia, inoltre, si è completata con il rilevamento in apposite schede dei partecipanti al convegno e la schedatura delle targhe delle automobili parcheggiate di fronte all’Auditorium, in un clima di vera e propria intimidazione;

inoltre, in sala è stata notata la presenza di agenti della Digos di Trento;

l’impiego di un numero così rilevante di uomini delle Forze dell’ordine (carabinieri ed agenti della Digos) è sembrato incomprensibile, non solo per i partecipanti al convegno, ma anche alla popolazione: infatti, di fronte ad una così inspiegabile dispiegamento di forze dell’ordine, si è sparsa subito in paese la voce della partecipazione al convegno del Governatore della Banca d’Italia e del Ministro del tesoro;

interpretando l’aspettativa dei cittadini di veder le Forze dell’ordine impiegate nella prevenzione e repressione di fatti delittuosi e non nella schedatura di pacifici e democratici partecipanti ad un convegno organizzato in un luogo pubblico e regolarmente autorizzato,

l'interrogante chiede di conoscere chi abbia dato disposizioni circa la “schedatura” dei partecipanti all’evento organizzato dal Comitato di liberazione monetaria; quanti uomini siano stati impiegati nell’operazione di polizia; il costo complessivo dell’operazione ed i motivi che l’hanno determinata.