Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub

Versione HTML base



Legislatura 17ª - 11ª Commissione permanente - Resoconto sommario n. 305 del 28/03/2017


Introduce il provvedimento la relatrice FAVERO (PD), che si sofferma sugli aspetti di competenza della Commissione. L'articolo 5 indica tra i principali strumenti per la promozione della sicurezza nelle città i patti per l’attuazione della sicurezza urbana, ai fini della promozione dell’inclusione della protezione e della solidarietà sociale, mediante progetti per l’eliminazione di fattori di marginalità e in coerenza con le finalità del Piano nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale.

Illustra poi l’articolo 7, che prevede la possibilità per i comuni che hanno conseguito gli obiettivi di pareggio di bilancio di procedere ad assumere, a tempo indeterminato, personale di polizia locale al fine di potenziare le attività di controllo del territorio, cui vengono riconosciuti i benefici dell'equo indennizzo e del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio. L’articolo 11 interviene in materia di occupazione arbitrarie di immobili e definisce i percorsi attraverso i quali l’autorità di Pubblica Sicurezza può mettere a disposizione la forza pubblica per procedere allo sgombero in esecuzione di provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Per lo sgombero devono essere tenute in considerazione delle priorità indicate, ferma restando la tutela dei nuclei familiari in situazioni di disagio economico e sociale.

La relatrice dà conto dell’articolo 14, che detta disposizioni per favorire l’istituzione del numero unico europeo 112 nelle regioni. A tal fine è consentito di bandire, nell’anno successivo, procedure concorsuali finalizzate all’assunzione di personale con contratti di lavoro a tempo indeterminato da utilizzare per le attività connesse al numero unico europeo 112. Da ultimo, nell’ambito degli interventi per il decoro urbano, si sofferma sull’articolo 16, che integra la formulazione dell’articolo 639 del codice penale (per combattere, in particolare, il fenomeno dei cosiddetti writers). Viene stabilito che, se il reato è commesso su beni immobili, il giudice può subordinare l’applicazione della sospensione condizionale della pena all’obbligo di ripristino e ripulitura dei luoghi oggetto dell’illecito. Per la concessione del beneficio può essere disposta dal giudice la prestazione di attività non retribuita a favore della collettività con il consenso dell’interessato.

 

            Il seguito dell'esame è quindi rinviato.

 

            La seduta termina alle ore 16,30.