Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub

Versione HTML base



Legislatura 17ª - Commissioni 1° e 2° riunite - Resoconto sommario n. 33 del 09/03/2017


Il senatore ENDRIZZI (M5S), nel condividere i rilievi critici formulati dal senatore Crimi, ritiene che in realtà i centri di permanenza per il rimpatrio abbiano di fatto una funzione detentiva, in quanto destinati al trattenimento di persone in attesa di definizione della procedura di riconoscimento della protezione internazionale. Pertanto, sarebbe più opportuno che tali strutture fossero gestite dallo Stato, per evitare speculazioni legate al fenomeno migratorio e garantire il rispetto dei diritti umani.

In secondo luogo, ritiene opportuno prevedere procedimenti diversi, in ragione delle differenti situazioni soggettive dei richiedenti asilo. Per esempio, nel caso di donne sottoposte a maltrattamenti e abusi, sarebbe preferibile la comparizione davanti al giudice, in luogo della videoregistrazione del colloquio.

Infine, sottolinea l'esigenza di accelerare anche la fase successiva alla definizione del procedimento per il riconoscimento della protezione internazionale, garantendo l'accoglienza effettiva a chi ne abbia diritto, oppure procedendo senza indugi al rimpatrio dei soggetti la cui richiesta sia stata respinta.