Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub

Versione HTML base



Legislatura 17ª - 1ª Commissione permanente - Resoconto sommario n. 466 del 22/02/2017


Il senatore CALDEROLI (LN-Aut) sottolinea che la pressione migratoria sul territorio nazionale ha raggiunto dimensioni incalcolabili, con conseguente aumento dei procedimenti amministrativi per il riconoscimento della protezione internazionale e relativi ricorsi giurisdizionali. La situazione si è aggravata a causa dei provvedimenti assunti da alcuni Stati membri dell'Unione europea, che hanno determinato la chiusura della rotta balcanica e fatto convergere il traffico di immigrati clandestini su quella mediterranea.

A suo avviso, sarebbe necessario un cospicuo stanziamento di risorse da parte dell'Unione europea per ottenere, nel Nord Africa, gli stessi risultati ottenuti attraverso l'accordo con la Turchia. Anche il provvedimento in esame appare del tutto insufficiente a conseguire gli obiettivi annunciati, in quanto le risorse previste sono troppo limitate per potenziare i centri di identificazione ed espulsione e garantire i rimpatri.

Ritiene, inoltre, che - allo scopo di accelerare i tempi di definizione della posizione giuridica dei cittadini stranieri - non siano sufficienti le modifiche procedurali previste, se al contempo non si rafforzano gli organici delle commissioni territoriali.

Annuncia, quindi, che si asterrà dalla votazione, auspicando che il Governo adotti effettivamente misure adeguate per contrastare la crisi provocata dai flussi migratori.