Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub

Versione HTML base



Legislatura 16ª - 2ª Commissione permanente - Resoconto sommario n. 350 del 23/10/2012


La senatrice ALLEGRINI (PdL)  osserva come per effetto dell'applicazione delle circostanze attenuanti si rischi di vanificare la pena pecuniaria della multa prevista per la diffamazione a mezzo stampa di cui all'articolo 13 della legge del 1948. A suo parere si dovrebbe prevedere un limite minimo di pena ben più elevato soprattutto se si considera che talvolta le attività diffamatorie sono condotte dal giornalista con la connivenza dell'editore.