ePub

Legislatura 17 Risposta ad interrogazione scritta n° 4-00425



Risposta all'interrogazione n. 4-00425
Fascicolo n.32

Risposta. - Si rappresenta che il 18 luglio 2013 la TNT Global Express SpA ha sottoscritto, presso la Direzione generale competente del Ministero, un verbale di accordo conclusivo della procedura di licenziamento collettivo, avviata con lettera del 10 giugno 2013 ed avente ad oggetto la dichiarazione di 854 esuberi, su un organico aziendale complessivo di 2.980 dipendenti. Il verbale ha registrato la concorde volontà delle parti sociali di far fronte all’esubero, con la finalità di evitare conseguenze traumatiche per i livelli occupazionali aziendali, attraverso il ricorso al trattamento di cassa integrazione in deroga, con modalità e tempistiche diverse e, comunque, necessariamente sino al 31 dicembre 2013, con riguardo ad un numero massimo di 928 lavoratori. Tale programma è stato affiancato da un piano di misure di gestione degli esuberi, che includono anche la mobilità incentivata sulla base del criterio esclusivo della non opposizione al licenziamento da parte del singolo lavoratore.

In data 30 settembre 2013 è pervenuta istanza della TNT Global Express SpA di richiesta del trattamento straordinario d’integrazione salariale in deroga per il periodo 1° settembre 31 dicembre 2013.

Si aggiunge che la questione riguarda una società operante nel settore postale che, a livello nazionale e comunitario, è stato interessato nel tempo da profondi cambiamenti che hanno riguardato il contesto regolatorio, il grado di concorrenzialità dei mercati e la marcata evoluzione dell’esigenza della clientela verso una significativa differenziazione dell’offerta dei servizi.

La TNT Express Italy ha rappresentato che il deterioramento del contesto economico italiano ha reso necessaria un’accelerazione della riorganizzazione, anche a seguito del programma di ristrutturazione a livello globale, denominato Deliver!, annunciato nel mese di maggio 2013 dal head office TNT Express di Amsterdam. Il piano di riorganizzazione annunciato il 10 giugno si basa sulle linee guida del progetto Deliver! integrate da iniziative di carattere locale derivanti da specifiche esigenze aziendali.

Il programma prevede la ridefinizione della connettività del network TNT in modo tale da non inficiare il livello di servizio offerto ai clienti. Il programma rientra in un progetto più ampio di ridefinizione dei flussi operativi e della connettività dell’intero network, per la cui riconfigurazione a livello globale sono stati previsti investimenti pari a 200 milioni di euro nel settore dell’automazione, delle attività di filiale e nell'information technology con lo scopo di migliorare i processi, la customer experience e incrementare l’efficienza della struttura operativa e garantirne il posizionamento ai vertici del mercato nel lungo termine.

A seguito dell’accordo raggiunto il 18 luglio 2013 è stata registrata una mitigazione dell’impatto sociale del piano di ristrutturazione sul territorio italiano.

Il Sottosegretario di Stato per il lavoro e politiche sociali
DELL'ARINGA

(12 febbraio 2014)