ePub

Legislatura 16 Risposta ad interrogazione scritta n° 4-04745



Risposta all'interrogazione n. 4-04745
Fascicolo n.161

Risposta. - Le risorse destinate, per l'anno 2011, a Cinecittà Luce SpA sono state pari a 13,5 milioni di euro, come risulta dal decreto direttoriale del 23 settembre 2011 con cui è stata stabilita la ripartizione finale delle risorse FUS destinate alle attività cinematografiche, adottato in coerenza con i decreti del Ministro del 4 maggio e del 19 settembre 2011, con cui sono state ripartite le risorse del Fondo unico dello spettacolo per l’anno 2011.

Si tratta di una cifra nettamente superiore all’importo di 7,5 milioni di euro riportato nell’interrogazione. A tal proposito, si rammenta che il FUS, a decorrere dal 2011, è stato reintegrato con decreto legge 31 marzo 2011, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 maggio 2011, n. 75.

Relativamente, poi, alla questione circa il ridimensionamento dell’organico della società, va ricordato che con la recente riforma di Cinecittà Luce SpA, introdotta dal decreto-legge n. 98 del 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 111 del 2011, è stata costituita la società "Istituto Luce - Cinecittà srl".

In riferimento al futuro ed alla salvaguardia della mission della precedente Cinecittà Luce SpA, si evidenzia che la riforma, introdotta dalla citata normativa, ha permesso una razionalizzazione delle spese ed una migliore attuazione della stessa mission (in particolare, la conservazione e diffusione dell’archivio storico, la promozione del cinema italiano classico e contemporaneo, la distribuzione sul territorio italiano di opere prime e seconde) rispetto alla precedente configurazione societaria, soggetta pertanto a liquidazione all’esito dei passaggi previsti nella normativa.

Il decreto-legge n. 98 del 2011 ha previsto, inoltre, l’adozione annuale da parte del Ministro di un atto di indirizzo relativo agli obiettivi strategici della società.

Per quanto attiene, infine, al trasferimento delle risorse umane da Cinecittà Luce SpA presso la nuova Cinecittà Luce srl e presso il Ministero, come previsto dal decreto-legge n. 98, si fa presente quanto segue.

Ai sensi dell’art. 47 della legge n. 428 del 1990, la procedura di esame congiunto tra le rappresentanze sindacali e i vertici del Ministero, di Cinecittà Luce SpA e Istituto Luce - Cinecittà srl si è conclusa il 28 dicembre 2011 con un accordo.

Esso ha previsto il trasferimento di alcune funzioni e relative risorse umane di Cinecittà Luce SpA, pari a 54 dipendenti, presso il Ministero e, inoltre, ha stabilito l’organigramma della nuova Istituto Luce - Cinecittà Srl, individuato in 68 dipendenti.

Risulta in tal modo assicurata la tutela dei dipendenti di Cinecittà Luce SpA nonché, unitamente al mantenimento del livello occupazionale, la previsione di un organico adeguato allo svolgimento della mission della nuova società prevista dalla normativa di riforma.

Il Ministro per i per i beni e le attività culturali
ORNAGHI

(16 aprile 2012)