ePub

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-08044


Atto n. 4-08044

Pubblicato il 27 luglio 2012, nella seduta n. 778

PEDICA - Al Presidente del Consiglio dei ministri. -

Premesso che:

l'atto di sindacato ispettivo 4-16896, depositato presso la Camera dei deputati, ha denunciato la fornitura di tecnologia da parte della società Selex Elsag, filiale dell'italiana Finmeccanica, al regime di Bashar al Assad che da tempo si sta sempre più caratterizzando per l'atroce politica repressiva che ha trasformato la Siria in un teatro di bagno di sangue senza fine;

l'11 marzo 2010, è stata concessa al dittatore Assad la più alta onorificenza del nostro Paese - Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran cordone al merito della Repubblica italiana - apprezzando la laicità del suo Governo;

l'uso di artiglieria pesante nei confronti di manifestanti non violenti che chiedono libertà e democrazia al regime siriano, a giudizio dell'interrogante totalitario, è stato fortemente condannato a livello internazionale con risoluzioni di censura da parte del Consiglio di sicurezza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) e con sanzioni economiche da parte di molti Paesi, compresa l'Italia;

la legge 3 marzo 1951, n. 178, che disciplina il conferimento delle onorificenze, prevede, all'articolo 5, la «perdita dell'onorificenza» da parte dell'«insignito che se ne renda indegno» e la revoca «con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta motivata del Presidente del Consiglio dei ministri, sentito il Consiglio dell'Ordine»,

si chiede di sapere se il Governo non ritenga opportuno attivare le procedure necessarie volte a ottenere la revoca immediata dell'onorificenza al Presidente siriano Bashar al-Assad.