Caricamento in corso...
 
 
XML (376 KB) Versione ePub Versione PDF (694 KB)

Versione HTML base



Legislatura 18¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 006 del 02/05/2018


BAGNAI, BONFRISCO, DE VECCHIS, FUSCO, PAZZAGLINI, RUFA - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che, a quanto risulta agli interroganti:

domenica 22 aprile 2018, sulla strada regionale 83 "Marsicana", un terribile incidente stradale ha provocato la morte di un quarantenne motociclista di Campobasso;

fatta salva l'inchiesta della magistratura, alla terribile tragedia, avvenuta all'uscita di Barrea in direzione Alfedena, hanno indubbiamente contribuito le condizioni disastrose del manto stradale; infatti da quanto si apprende dai giornali e come testimoniano i compagni della gita, è stata una buca nell'asfalto a mandare fuori strada lo sfortunato motociclista;

la strada regionale 83, ex strada statale 83, rientra nelle strade trasferite alla Regione da riclassificare, e fa parte degli appositi elenchi, di cui all'ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (atto del Governo n. 489) relativo alla revisione della rete stradale nazionale, con conseguente passaggio all'ANAS di una serie di strade per le regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Toscana, Umbria, Puglia;

attualmente è in corso la redazione dello stato di consistenza da parte della Provincia ai fini del passaggio definitivo della strada sotto il controllo dell'ANAS;

per i lavori di manutenzione maggiormente indispensabili sulla strada regionale 83, la Provincia ha speso recentemente circa 100.000 euro, ma le risorse disponibili si sono rivelate ampiamente insufficienti per coprire le esigenze di deterioramento del manto stradale;

è noto a tutti lo stato di emergenza cui versano sia la strada regionale 83 Marsicana, sia la strada regionale 479 "Sannite", ambedue ricadenti nel parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e frequentatissime da visitatori e turisti, oltre che dalle imprese e da tutti i residenti, come collegamento a presidi e servizi vari, essendo tali arterie le uniche vie di comunicazione del territorio e spesso interrotte da calamità naturali, frane e nevicate;

risulta dai media l'inserimento nei prossimi mesi anche della strada regionale 479 nell'elenco delle arterie che l'ANAS sarebbe disponibile a riammettere nella rete statale;

la limitatezza delle risorse a disposizione della Provincia non permette un'adeguata manutenzione delle due arterie di rilevante importanza per il territorio montano;

l'incidente mortale di domenica 22 aprile si aggiunge, purtroppo, alla serie di incidenti che spesso si sono verificati in questo territorio e la buona manutenzione delle condizioni stradali è improcrastinabile per assicurare l'incolumità dei cittadini,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo intenda assumere le iniziative di propria competenza, affinché l'ANAS adotti tutte le azioni possibili per abbreviare le procedure per il passaggio della strada regionale 83 nella propria competenza e provvedere nel minor tempo possibile ai lavori urgenti di manutenzione del manto stradale;

se intenda adoperarsi, secondo le proprie competenze, ai fini dell'inserimento anche della strada regionale 479 nel prossimo elenco delle arterie che l'ANAS sarebbe disponibile a riammettere nella propria rete statale.

(4-00076)