Caricamento in corso...
 
 
XML (376 KB) Versione ePub Versione PDF (694 KB)

Versione HTML base



Legislatura 18¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 006 del 02/05/2018


MAGORNO - Al Ministro della giustizia - Premesso che:

a seguito del concorso pubblico a 800 posti nel profilo di assistente giudiziario indetto dal Ministero della giustizia nel novembre 2016, ben 4.915 partecipanti hanno conseguito l'idoneità per il profilo professionale, di estrema delicatezza e importanza per l'intero apparato della giustizia;

oltre agli 800 vincitori, altri 600 idonei hanno già preso servizio presso la pubblica amministrazione e in data 1° febbraio 2018 il Ministro ha firmato un decreto per l'assorbimento di ulteriori 1.420 unità dal primo scorrimento di graduatoria;

in totale sono stati finora reclutati, nell'ambito dell'amministrazione della giustizia, 2.820 persone. Restano ora da collocare in servizio ulteriori 2.060 persone (dato comprensivo delle rinunce) risultate idonee, le quali attendono lo scorrimento della graduatoria, in linea con quanto già avvenuto negli scorsi mesi,

si chiede di sapere:

se sia previsto, per tale profilo professionale, uno sblocco del turnover ed eventualmente in quale misura;

se, in relazione al processo di riqualificazione interna del personale amministrativo del comparto giustizia e in particolare a fronte delle carenze dettate dal passaggio dal profilo di assistente giudiziario a quello di cancelliere esperto di recente introduzione, si intenda attingere alla graduatoria di cui in premessa e in che misura;

se, in relazione alle carenze di organico pregresse e future di personale inerenti al profilo professionale degli assistenti giudiziari (area funzionale seconda, fascia economica F2) e per profili equivalenti, sia in seno al DOG (Dipartimento dell'organizzazione della giustizia) che negli altri dipartimenti della giustizia, ovvero di altre amministrazioni centrali per profili equivalenti, si intenda provvedere utilizzando la graduatoria di cui in premessa;

se sussistano fondi accantonati nel bilancio del Ministero della giustizia, tali da consentire un ulteriore processo di assunzione relativo alla graduatoria.

(4-00053)