Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub Versione PDF (1290 KB)

Versione HTML base



Legislatura 17¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 891 del 05/10/2017


GRANAIOLA, CASSON, GOTOR, BATTISTA, CAMPANELLA, RICCHIUTI, GATTI, DIRINDIN, LO MORO - Al Ministro della salute - Premesso che, con riferimento alla grave questione dei risarcimenti danni da trasfusioni di sangue infetto, risulta che il Ministero della salute stia provvedendo a ristorare in via prioritaria quei cittadini che, una volta ottenuta la sentenza di condanna a carico dell'ente, a fronte dell'inadempienza di quest'ultimo, abbiano optato per il giudizio di ottemperanza di fronte al Tar invece di proseguire nell'azione di espropriazione forzata in sede civile;

considerato che:

il ricorso al giudizio di ottemperanza comporta comunque un aggravio di spese a carico del Ministero e dunque delle finanze pubbliche;

infine, l'articolo 5-ter del "decreto vaccini", decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2017, n. 119, autorizza il Ministero della salute ad avvalersi di un contingente suppletivo fino a 20 unità di personale comandato appartenente all'area III del comparto Ministeri proprio al fine di definire con celerità le procedure finalizzate al ristoro, tra l'altro, dei soggetti danneggiati da trasfusioni con sangue infetto,

si chiede di sapere:

se al Ministro in indirizzo risulti accertata la circostanza descritta, che costituirebbe motivo di grave disparità fra i cittadini;

quali iniziative intenda promuovere al fine di garantire a tutti i cittadini il doveroso risarcimento del danno in tempi eguali per tutti e parimenti ragionevoli, realizzando un contenimento dei costi;

se il Ministero abbia già provveduto all'individuazione delle 20 unità di personale e se questo personale sia stato messo nella condizione di svolgere la delicata funzione per la quale è stato selezionato.

(3-04033)