Caricamento in corso...
 
 
Versione ePub Versione PDF (1124 KB)

Versione HTML base



Legislatura 17¬ - Aula - Resoconto stenografico della seduta n. 746 del 24/01/2017


Sulla scomparsa di Edoardo Pollastri

MICHELONI (PD). Domando di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

MICHELONI (PD). Signor Presidente, intervengo con profondo rammarico per annunciare l'improvviso decesso, il 21 gennaio 2017 a San Paolo del Brasile, dell'esponente della camera di commercio italo-brasiliana (Câmara Ítalo-Brasileira de Comércio, Indústria e Agricultura), il senatore Edoardo Pollastri.

Edoardo Pollastri, nato ottantaquattro anni fa ad Alessandria (27 agosto 1932), si è laureato in Italia in economia e commercio ed è stato economista, docente universitario, imprenditore e politico, oltre che senatore della Repubblica italiana dal 2006 al 2008, eletto nella circoscrizione Estero, ripartizione America meridionale.

Sposato con quattro figli, ha guidato diverse istituzioni operanti nell'ambito sociale ed economico italo-brasiliano ed ha seguito con molta passione e tenacia la camera di commercio per più di venti anni, diventando Presidente della Câmara Ítalo-Brasileira de Comércio, Indústria e Agricultura a San Paolo del Brasile e Presidente vicario dell'associazione delle camere di commercio all'estero.

Commendatore all'ordine del merito della Repubblica italiana, ha svolto la sua attività per anni in Etiopia, come fondatore e presidente della Cooperativa agricola di Agordat. È stato il titolare del maggior studio commercialista di Asmara (sino al 1974), con l'80 per cento delle imprese italiane del territorio come clienti, e professore della cattedra di economia aziendale dell'Università degli studi di Asmara. In Brasile è stato il fondatore e presidente della Visconti (sino al 2002).

Da sempre impegnato politicamente, indipendente di area Margherita, alle elezioni del 2006 si candida al Senato per l'Unione in America meridionale ed è eletto senatore della XV legislatura. Dal 2006 al 2008 in Senato, aderisce al Gruppo L'Ulivo è membro della 3a Commissione permanente e del Comitato per le questioni degli italiani all'estero, nonché presidente della scuola Eugenio Montale di San Paolo e membro della Società italiana di beneficienza di San Paolo.

Dopo essere stato senatore di centrosinistra, Pollastri non ha mai smesso di impegnarsi in prima persona, con passione ed entusiasmo, a fianco della grande comunità degli italiani all'estero e del mondo delle camere italiane di commercio.

Abbiamo voluto ricordare questi dati concreti per chi non lo ha conosciuto. Ma insieme al collega Renato Turano, con Edoardo Pollastri, nel 2006-2008, abbiamo vissuto la prima esperienza come senatori, eletti all'estero, nel Senato della Repubblica. Abbiamo conosciuto in quell'occasione un grande italiano, che alla politica era arrivato con lo spirito che hanno quasi tutti gli eletti all'estero: con il senso di servizio. Abbiamo cercato di servire l'Italia nel mondo e Edoardo ha cercato di servire l'Italia in questo Senato, rappresentando certamente la comunità degli italiani in America Latina, che lo aveva letto, ma pensando sempre e prima di tutto all'interesse dell'Italia. Abbiamo perso un amico, abbiamo perso un vero italiano. (Applausi).

PRESIDENTE. La Presidenza si associa al ricordo, esprimendo il proprio cordoglio ai familiari.

CASINI (AP (Ncd-CpI)). Domando di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

CASINI (AP (Ncd-CpI)). Signor Presidente, non voglio aggiungere altro, perché il senatore Micheloni ha usato delle parole belle e mai come in questo caso profondamente meritate da un grande amico di tutti noi, qual è stato Edoardo Pollastri.

Io stesso sono stato ospitato da lui presso la camera di commercio italo-brasiliana, potendo constatare in Brasile la passione, il rigore civile e la grande umanità di quest'uomo che ha onorato il Senato e gli italiani all'estero.

Vorrei dunque che nel resoconto della seduta odierna venga scritto che m'inchino anch'io, insieme al Gruppo parlamentare che rappresento, alla memoria del grande Edoardo. (Applausi dal Gruppo AP (Ncd-CpI) e del senatore Sangalli).